Se metti queste piante in casa, non avrai più muffa né umidità!

228
piante-anti-muffa

Durante l’inverno, gli alti tassi di umidità in casa diventano un gran problema perché potrebbero favorire la formazione di muffe o macchie nere sul soffitto, che sono pericolose anche per la salute.

Per questo, è importante cercare di ridurne l’eccesso utilizzando dei deumidificatori o seguendo altri accorgimenti utili.

Ma sapevate che esistono delle piante da appartamento anti-muffa, in grado di assorbire l’umidità in modo del tutto naturale? Vediamo insieme quali sono!

Gerbera

La prima pianta che vi consigliamo è la gerbera, conosciuta anche come “margherita africana”. Questa pianta da interni è utile per assorbire l’umidità, in quanto è una pianta che cresce rigogliosamente se il terriccio si mantiene umido.

Attenzione, però, a non innaffiarla troppo, perché potreste incorrere nel rischio di far marcire le sue radici.

Azalea

Se preferite delle piante da fiore decorative e che conferiscano un tocco di bellezza alla vostra casa, allora vi consigliamo le azalee.

Questa pianta, infatti, non solo emana un profumo inebriante in grado di eliminare i cattivi odori in casa, ma funziona anche come un vero e proprio deumidificatore naturale. Insomma…da provare!

Vi ricordiamo, però, di innaffiarla con molta frequenza e di farla prendere un po’ d’aria, ogni tanto, portandola all’esterno.

Begonia

Un’altra pianta dai fiori dai colori vivaci, molto bella da collocare in casa è la begonia. Inoltre, è tra le piante più utilizzate in casa per assorbire l’umidità!

Non tenetela, però, alla luce diretta del sole e fate attenzione, durante il periodo primaverile, a eventuali attacchi di parassiti o funghi. Per questa pianta la temperatura ideale, tutto l’anno, si aggira intorno ai 20 °C.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Orchidea

Questa pianta, originaria dalle zone tropicali, ama il clima caldo e umido, perciò può essere collocata in un ambiente domestico che presenta queste caratteristiche ambientali.

In particolare, potrete collocarla in cucina o in bagno, dove il tasso di umidità è più alto. Ma grazie alla sua bellezza ed eleganza, può essere messa anche nel soggiorno, come elemento d’arredo.

Bambù

Se avete stanze della casa prive di finestre, quali per esempio il bagno, non temete! Anche in questo caso, infatti, è possibile usare una pianta per assorbire l’umidità: il bambù.

Questa pianta, infatti, è amante della penombra e sopravvive negli ambienti privi di luce naturale. Vi basterà coltivarla in un vaso pieno di acqua e il gioco è fatto!

Se, poi, volete anche profumare il vostro bagno senza finestre, allora provate l’alloro!

Aglaonema

Forse non la conoscete, eppure l’aglaonema è una pianta molto bella di medie dimensioni con foglie grandi di colore verde scuro, in grado di assorbire l’eccesso di umidità.

Siccome, però, tende a crescere molto, una volta l’anno rinvasatela in un vaso più grande. Ricordatevi, inoltre, di innaffiarla almeno tre volte la settimana durante la stagione estiva.

Sansevieria

Chiamata anche lingua di suocera, la sansevieria è una pianta molto resistente ed ha foglie molto lunghe, belle e inconfondibili, dal forte potere assorbente contro muffa e umidità.

Potete poggiarla dove più preferite, tuttavia vi consigliamo di collocarla sul davanzale delle finestre e di innaffiarla con molta moderazione: addio muffa!

Aloe vera

Chi di voi non conosce le molteplici proprietà miracolose dell’aloe vera, una pianta che riesce a conferire una grande bellezza a ogni ambiente?

Oltre a lenire le infiammazioni e i rossori, le sue foglie servono per purificare l’aria, per assorbire l’umidità e per prevenire la formazione di muffa. Ricordatevi, però, di innaffiarla quando il terreno è secco e asciutto.

Filodendro

Se volete conferire alla vostra casa un tocco più selvatico, allora optate per  il filodendro.

L’importante è tenerlo sempre in un ambiente luminoso, lontano dalla luce diretta del sole che ne brucia le foglie. La sua temperatura ideale, inoltre, è sempre al di sopra dei 13 °C.

N.B Se l’ambiente diventa troppo secco, dovete nebulizzare un po’ d’acqua sulla chioma della pianta con un nebulizzatore.

Felce

Infine, ecco la pianta assorbi-umidità solitamente scelta per il bagno: la felce.

La temperatura ottimale per questa pianta va tra i 10 e i 20 °C: inoltre, ama la luce solare indiretta. Ideale è quindi metterla vicino a una finestra dai vetri opachi o oscurati da tende.

Avvertenze

Se avete dubbi o domande su come prendervi cura di queste piante, potete rivolgervi al vostro fioraio o giardiniere di fiducia.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.