Quali lavaggi in Lavatrice ti fanno Risparmiare e quali invece ti fanno spendere di più?

283
con-quali-lavaggi-in-lavatrice-risparmi

Per quanto possiamo amare l’idea di avere capi sempre puliti e super profumati lavati in lavatrice, diciamocelo, noi tutte cerchiamo di limitare i lavaggi e non abusare con l’utilizzo di questo elettrodomestico per contenere le spese.

A giudicare dalle bollette, infatti, i lavaggi in lavatrice sono sì impeccabili ma anche abbastanza dispendiosi.

Ma sapevate, però, che esistono alcuni accorgimenti da utilizzare durante i lavaggi in lavatrice in grado di far risparmiare sulla bolletta elettrica? Ebbene sì! Vediamo subito insieme quali sono!

Cestello quasi pieno

Il primo consiglio che vi diamo, ovviamente, è quello di non avviare cicli di lavaggio con la lavatrice quasi vuota o contenente solo pochissimi capi. L’ideale, infatti, è procedere con il lavaggio quando avete abbastanza capi dello stesso colore o tessuto da lavare, in modo da poterli mettere tutti insieme.

Ovviamente, però, non esagerate troppo, in quanto se riempite troppo il cestello, non solo affatichereste troppo il motore, ma non permettereste neppure ai capi di avere lo spazio materiale per essere lavati e risciacquati correttamente e potrebbero, quindi, puzzare al punto da obbligarvi a procedere con un secondo lavaggio.

Quindi, ricordate: cestello né troppo pieno, né troppo vuoto!

No al prelavaggio

Tutte noi tendiamo, spesso, a ricorrere al pre-lavaggio soprattutto in caso di capi molto sporchi che presentano delle macchie difficili da rimuovere.

Purtroppo, però, il pre-lavaggio è un’opzione molto dispendiosa, la quale aumenta sia il consumo dell’acqua che quello dell’elettricità. Vi consigliamo, quindi, di evitarlo e di riservare quest’opzione solo alla biancheria molto sporca che ha bisogno di una pulizia più profonda.

Se volete risparmiare, poi, ulteriormente, sarebbe ancora meglio procedere con un ammollo in bacinella o pre-trattando le macchie, così come facevano le nostre nonne

Temperature e programma

Al fine di risparmiare, è importante anche impostare il programma e le temperature giuste, le quali possono fare la differenza sulla vostra bolletta. Innanzitutto, vi consigliamo di procedere con un ciclo breve per quei capi che hanno bisogno solo di essere rinfrescati e profumati, in modo da consumare meno energia e acqua possibile.

Se avete, poi, un modello di lavatrice che ve lo consente, impostate i programmi “ECO” , soprattutto per i cicli di lavaggio più lunghi. Per quanto riguarda le temperature, invece, sarebbe meglio evitare programmi di lavaggio che prevedono temperature molto elevate e prediligere sempre una temperatura pari a 30°/40°, la quale non solo permette un buon risparmio ma è in grado anche di “proteggere” i capi più delicati.

Poiché gran parte dell’energia consumata dalla lavatrice serve a riscaldare l’acqua, infatti, sarebbe bene usare sempre temperature basse e lavare a 90 gradi solo i capi veramente molto sporchi.;

Classe energetica

Un altro accorgimento da seguire riguarda la scelta della classe energetica della vostra lavatrice, in quanto sarebbe meglio prediligere modelli più nuovi con classi come A, A+, A++, A+++, le quali consumano molto meno.

Come se non bastasse, poi, molte lavatrici di ultima generazione hanno anche delle funzioni di risparmio energetico che vi permetteranno di autoregolare e controllare i consumi, adattando il consumo di energia in base al peso del carico.

Insomma, è meglio fare un buon investimento nel momento dell’acquisto così da risparmiare in bolletta dopo!

Il giusto orario

Forse vi sembrerà un po’ strano, eppure si può risparmiare anche scegliendo di procedere con l’utilizzo della lavatrice in determinati giorni o fasce orarie.

Solitamente, si risparmia maggiormente nelle fasce orarie che vanno dalle 23:00 alle 07:00 del mattino o durante il weekend.Al contrario, invece, il lavaggio in lavatrice risulta più dispendioso dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 19:00, ovvero quando la richiesta di energia è più alta.

Pertanto, eccovi uno schema più dettagliato delle fasce orarie:

  • Prima Fascia: attiva dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 19:00 (consumo maggiore).
  • Seconda Fascia: attiva dal lunedì al venerdì dalle ore 07:00 alle 08:00 e il sabato dalle 07:00 alle 23:00 (consumo medio).
  • Terza Fascia: attiva dal lunedì al sabato dalle 00:00 alle 07:00 e dalle 23:00 alle 24:00. La domenica e i giorni festivi, inoltre, è attiva sempre (consumo minore).

Ovviamente, però, a questo bisogna anche aggiungere la tipologia di contratto, il quale può essere monorario, biorario o multiorario. Vi consigliamo, quindi, di informarvi sul vostro contratto e utilizzare, poi, la lavatrice negli orari in cui l’energia costa meno come indicato dal nostro contratto.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.