Come mantenere a lungo l’abbronzatura?

10.695 views
mantenere abbronzatura

Ci sono volute ore di sole e di caldo per ottenere un’abbronzatura perfetta ma appena si rientra in città dopo le vacanze ecco che piano piano la pelle sbiadisce e la tintarella, insieme a mare e relax, resta solo un ricordo. Come fare per mantenere più a lungo l’abbronzatura?

La tintarella ha bisogno di cura: prima, durante e dopo. Solo con una buona preparazione della pelle e piccole attenzioni durante i giorni di esposizione al sole e ancor di più dopo, al rientro in città, è possibile conservare il più a lungo possibile una pelle naturalmente abbronzata.

Scrub e doccia tiepida

Un errore molto frequente è quello di evitare lo scrub per paura di andare a danneggiare o mandar via il colore spesso conquistato con tanto impegno e “fatica”. In realtà uno scrub delicato permette di eliminare gli strati superficiali di cellule, ormai morte, che andrebbero via in ogni caso; con lo scrub c’è la possibilità di controllare questo processo ottenendo un colore sempre uniforme, eliminando tutte le cellule che altrimenti sarebbero responsabili di una pelle scolorita a macchie.

LEGGI ANCHE: Scrub fai da te

Il caldo e il sudore sono nemici dell’abbronzatura, per cui è bene evitare bagni caldi, sauna e bagno turco e preferire sempre una doccia veloce con acqua tiepida, ricordando che il contatto prolungato con l’acqua calda favorisce la desquamazione. Molto importante è anche il momento dell’asciugatura quando bisogna evitare di strofinare l’asciugamano andando piuttosto a tamponare la pelle così da non stressarla.

Se l’acqua calda è nemica dell’abbronzatura anche l’aria condizionata non è da meno perchè va a seccare la pelle in superficie, ovvero nello strato “colorato”.

Olio e crema idratante

Sotto la doccia è preferibile utilizzare per la detersione prodotti delicati a base di olio, ad esempio di mandorle dolci, avena o rosa che non aggrediscono il film idro-lipidico della pelle come invece può accadere con detergenti schiumogeni che favoriscono la desquamazione.

Dopo la doccia da non dimenticare la crema idratante, da utilizzare anche quotidianamente per mantenere la pelle sempre idratata ad esempio a base di burro di karitè. Molto utili sono anche le creme profumate agli oli essenziali senza alcool che mantengono idrata la pelle e al tempo stesso la profumano; in alternativa tra profumo e acqua profumata è sempre bene scegliere la seconda perchè i prodotti a base alcolica possono seccare la pelle o macchiarla.

Un ulteriore trucco per prolungare l’abbronzatura consiste nell’utilizzare una crema che all’interno ha basse percentuali di elementi autoabbronzanti per mantenere un colorito uniforme senza avere però un effetto artificiale; gel e latti idratanti sono più indicati per il corpo e gli spray uniformanti per le gambe.

Alimentazione

Per ottenere un’abbronzatura uniforme si consiglia sempre di prepararsi con una dieta ricca di frutta e verdura giallo-arancio (con betacarotene) e di bere abbastanza acqua per essere sempre idratati e mantenere la pelle elastica. Le stesse regole vanno seguite anche dopo, al rientro in città, per mantenere l’abbronzatura più a lungo. In tavola è bene portare anche frutti rossi ricchi di antiossidanti e frutta secca.

Per prolungare l’abbronzatura oltre a seguire questi consigli, se possibile, bisogna approfittare degli ultimi raggi del sole: bastano anche solo 20 minuti al giorno (ad esempio durante la pausa pranzo, nel week end) per farsi baciare dal sole e fissare più a lungo la tintarella estiva.