Come togliere un callo o un durone sotto il piede?
Home » cura del corpo » Come rimuovere calli e duroni dai nostri piedi
Come rimuovere calli e duroni dai nostri piedi

Come rimuovere calli e duroni dai nostri piedi

I calli e i duroni ai piedi sono considerati dei disturbi minori dei piedi, ossia non malattie vere e proprie, ma possono comunque provocare dolore, essere fastidiosi quando si cammina ed essere antiestetici. Al contrario delle verruche e funghi, sono delle ipercheratosi, cioè degli ispessimenti di pelle in seguito ad una compressione o sfregamento eccessivo della cute.

La differenza tra calli e duroni

I calli sono dei rilievi di color giallastro caratterizzati da un ispessimento dell’ultimo strato dell’epidermide (quello che ha funzione protettiva). Quelli più duri compaiono soprattutto sulle dita, quelli più morbidi fra le dita. Le cause dei calli sono l’eccessiva e continua pressione sul piede (o su zone di esso) dovuta all’utilizzo di scarpe strette, nuove, con tacchi troppo alti o non adatte, che causa un ispessimento della pelle e quindi il callo: caratterizzato da un nucleo duro, preme contro la pelle più sensibile e dalla superficie affonda le radici in profondità e provoca così dolore.

callo sotto il piede

callo sotto il piede

I duroni ai piedi invece, si hanno quando lo strato della pelle si indurisce sotto la pianta del piede, alla base delle dita o sotto il tallone, per una compressione eccessiva da parte del corpo. Il dolore pare quello di una scottatura ma è meno localizzato rispetto a quello provocato dal callo.

In sostanza, l’organismo per proteggersi, aumenta autonomamente la produzione di cellule e non fa in tempo a disperdere quelle morte, quindi si verifica un accumulo. Questa autodifesa del corpo, può divenire da fisiologica a patologica (quando si tratta di reazioni a condizioni sfavorevoli per lo sviluppo della cellula, come traumi o lesioni). Per il callo è lo stesso il procedimento di formazione, solo che la zona soggetta alla maggiore pressione è ristretta in un nucleo molto piccolo e limitato, che viene forzato fino al derma provocando così dolore, perché la pressione va a colpire le terminazioni nervose.

Oltre ai calli, esistono anche gli occhi di pernice che differiscono da quest’ultimi perché sono piccoli e si sviluppano sulle dita dei piedi (i calli sono più grandi e sulle piante dei piedi). Nonostante questa differenza, la cura per calli e duroni è praticamente identica.

Innanzitutto però, prevenzione: utilizzate calzature consone e comode. Se compaiono questi disturbi, sostituite immediatamente le scarpe con altre più comode, così calli e duroni scompariranno da soli entro qualche settimana. Nel frattempo mantenete la pelle morbida, magari con un pediluvio che può diventare anche l’occasione per coccolarsi un pò utilizzando l’idromassaggio plantare, come il FootSpa di Scholl all’ozono (svolge un’azione antibatterica) che con massaggi a bolle, a vibrazione o combinati vi regalerà da subito una sensazione di benessere. Utilizzate la pietra pomice per le callosità e per alleviare il dolore, tagliatene i vari strati con gli appositi strumenti e fate ricorso a prodotti protettivi in grado di attenuare la pressione esercitata sul piede: una soletta può modificare la postura del piede ed esser di grande aiuto (il 90% dei duroni è dovuto ad uno squilibrio del piede).

Attenzione poi alle calzature estive che, spesso, hanno suole troppo rigide o troppo morbide e fanno quindi appoggiare il piede in modo scorretto: cercate di alternare le scarpe che si indossano, soprattutto se sono strette o scomode (ma bellissime!).

Massaggi e rimedi casalinghi per calli e duroni ai piedi

Per evitare di avere un callo sotto il piede massaggiate ogni giorno i vostri piedi per facilitare la circolazione sanguigna; mangiate alimenti nutritivi ricchi di vitamina E e vitamina A; non usate “callifunghi” liquidi o in cerotto perché possono nuocere le parti sane circostanti il callo (perché sono a base di acidi); e utilizzate rimedi naturali casalinghi.

Come togliere un callo?

  • applicate un gel di aloe vera o sfregate con succo di limone fresco o con olio di ricino la zona interessata, la sera prima di coricarsi o dopo un buon pediluvio;
  • applicate un unguento di petali di calendula 2 o 3 volte al giorno e una crema naturale;
  • realizzate un infuso con acqua e fiocchi di avena e utilizzatelo poi per fare un pediluvio (immergete il piede quando l’acqua diventa tiepida) oppure fasciate il piede con 2-3 foglie di edera, già macerate per 12 ore nell’aceto;
  • utilizzate un attrezzo rimuovi duroni come Dr Scholl Velvet Soft Roll
  • preparate un impacco con 2 fette di pane bianco, 2 fettine di cipolla e 250 ml di aceto: fate riposare 1 giorno e applicatelo poi, prima di dormire, per la notte intera oppure utilizzate le olive salate: basta tagliarle e applicarle sotto una fascia, sempre per tutta la nottata;
  • fate uno scrub 1 volta alla settimana utilizzando olio di mandorle dolci e zucchero;
  • fate una pedicure dalla vostra estetista 1 volta al mese.

Ovviamente è sempre bene prestare molta attenzione ai rimedi fai da te per togliere i calli poiché potremmo aggravare ancor di più la situazione, invece di sconfiggere il disturbo. Quindi si sconsigliano altamente forbicine o strumenti vari che possono causare nuove infezioni: meglio rivolgersi ad un’estetista competente o a specialisti del settore, per curare il problema nella sua totalità: podologo (chirurgo ortopedico del piede), chiropratico (studia le posture) e osteopata (esperto nei problemi all’apparato scheletrico).