Proprietà e usi del cocco e dell’olio

6.938 views
olio di cocco

Il profumo di cocco nell’aria fa venire subito alla mente luoghi esotici: la spiaggia, il sole, il mare, l’estate. Il cocco ha moltissime proprietà e gli usi sia alimentari che cosmetici sono innumerevoli.

Il cocco in tavola è un alimento molto calorico perché ricco di grassi saturi, ma essendo composto da acidi grassi vegetali non influisce sui livelli di colesterolo. L’olio di cocco alimentare deve essere privo di odore e non raffinato.

Contiene acido laurico che agisce sul sistema immunitario e acido caprico che ha effetti antivirali. L’olio di cocco favorisce l’assorbimento di minerali come calcio e magnesio particolarmente importanti per la salute delle ossa, quindi è l’ideale anche in gravidanza. E’ inoltre adatto per chi ha problemi di ulcere, coliti, intestino irritabile, perché migliora la digestione.

L’olio di cocco per il corpo è un ottimo emolliente, struccante, nutriente e idratante, ideale per la pelle sia degli adulti, sia dei bambini. Essendo privo di sostante nocive è adatto anche per massaggiare la pelle.  Prima di utilizzarlo però informarsi attentamente col proprio medico per allergie, reazioni o contrindicazioni!

Trattandosi di un olio delicato, naturale ed antiallergico calma le irritazioni o gli arrossamenti da pannolino ed è anche adatto per un bagnetto emolliente, basta aggiungere qualche goccia d’olio nell’acqua.

Dopo averlo utilizzato come struccante, è importante risciacquare la zona eliminando i residui di olio con un tonico fresco e leggero, per evitare la sensazione di unto.

Essendo composto da circa il 50% di acido laurico, dalle spiccate proprietà antivirali, antimicrobiche e antifungine, l’olio di cocco viene spesso impiegato in medicina e cosmetica nella produzione di saponi e unguenti.

L’acido laurico è spesso utilizzato sottoforma di integratore per gli sportivi, in quanto promuove la formazione di massa muscolare ed è un ottimo propulsore di energia. Inoltre , contribuisce a stimolare il metabolismo, aumentando l’attività tiroidea.

Nell’etichetta di un cosmetico (inci) l’olio di cocco è solitamente indicato come cocos nucifera oil.

Date le sue caratteristiche è detto olio secco, perché non unge eccessivamente, ha un facile assorbimento rispetto a quelli di consistenza più grassa come l’olio di mandorle dolci o quello d’oliva. Dato il rapido assorbimento può essere un sostituto dell’abituale crema corpo utilizzandolo sia sulla pelle asciutta sia sulla pelle ancora umida.

Sulla pelle viene utilizzato anche come olio abbronzante, ma non è un prodotto solare in quanto non ha proprietà filtranti dai raggi UV, ma cui è altamente sconsigliabile il suo utilizzo sotto al sole. Ottimo invece utilizzato come dopo sole per far risaltare, prolungare l’abbronzatura e prevenire la secchezza cutanea .

Utilizzato come impacco sui capelli ritarda l’incanutimento, lucida lo stelo, aumenta il volume, riduce il crespo e risalta lo splendore della chioma. Può essere applicato come impacco prima dello shampoo (da tenere in posa anche per un’ora) oppure dopo, su capelli ancora umidi.

Quando si acquista una confezione di olio di cocco notate la consistenza del prodotto: può essere sia liquida che semisolida (tipo burro) perché questo prodotto ha una fusione piuttosto brusca, che avviene intorno ai 24°C, mentre il suo punto di solidificazione si attesta intorno ai 15°C.

Questo significa che si presenta come un olio nei climi più caldi e come un burro in quelli più freddi, quindi se ci propinano un olio di cocco liquido in pieno inverno, conviene controllare l’inci, perché molto probabilmente quell’olio di cocco non è puro.

Quando l’olio di cocco si solidifica, basta avvicinarlo a una fonte di calore, o immergere la bottiglietta in un pentolino di acqua calda per farlo tornale liquido. Questa modifica di consistenza dell’olio di cocco non modifica assolutamente la sua composizione, quindi l’olio non perde nessuna delle sue virtù durante la trasformazione.

L’olio di cocco è l’ingrediente base dell’olio vegetale Monoi di Tahiti, simbolo di bellezza fra le donne polinesiane.

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.