Come avere la casa subito più calda e Risparmiare sul Riscaldamento con 7 Consigli indispensabili

448
come-riscaldare-casa-risparmiando

Durante l’inverno, ahimè, il freddo ci impedisce di compiere tante azioni poiché vorremmo restare sotto le coperte a lungo senza che i doveri esterni ci costringano ad affrontare i vari doveri!

Per fortuna ci sono delle fonti di calore che permettono di riscaldare l’ambiente in cui viviamo e non soffrire il freddo pungente che proviene dall’esterno.

Tuttavia, a fine mese l’utilizzo del termosifone, delle stufe e altri caloriferi gravano sulla bolletta, per cui bisognerebbe trovare delle soluzioni per ridurre il consumo.

Ebbene, oggi vedremo insieme i rimedi della Nonna per avere una casa più calda e risparmiare sul riscaldamento!

Chiudere balconi e finestre

Il primo consiglio fondamentale è naturalmente chiudere balconi e finestre dopo aver fatto arieggiare la casa.

Questa fase è importantissima soprattutto dopo aver acceso i riscaldamenti, altrimenti sarà inutile azionarli. Infatti c’è bisogno di tanto tempo per riscaldare una casa, ma basta un solo spiffero di vento per sentire freddo!

Per cui ricordate di chiudere per bene tutti i condotti della casa che possono portare all’entrata del vento.

Se avete poi il timore che si possano formare dei cattivi odori, ci sono molti metodi interessanti per profumare la casa.

Programmare il riscaldamento

Programmare il riscaldamento della casa è il primo passo che vi porterà al vero e proprio risparmio.

Come accennato anche nel paragrafo precedente, tenere costantemente i riscaldamenti accesi è controproducente sia per lo spargimento di calore, sia per il consumo economico elevato.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Accendete il riscaldamento mentre cala la sera e tornate a casa, oppure in orari specifici del pomeriggio.

La mattina, infatti, non è sempre necessario, poiché il sole riesce a riscaldare la casa in maniera naturale.

Inoltre, alcuni impianti di riscaldamento moderni, permettono di impostare un orario di accensione e spegnimento.

Questo potrebbe risultare utile soprattutto per i lavoratori, poiché prima di rincasare accendete i caloriferi e troverete la casa già calda, senza dover attendere ore ed ore quando tornate infreddoliti per avvertire la sensazione di calore.

Inoltre evitate di mettere i panni ad asciugare direttamente sul termosifone perché bloccano il calore.

Far entrare il sole

In inverno la funzione dei raggi solari viene spesso sottovalutata, pensando che accendere termosifoni e stufe sia l’unica soluzione.

Niente di più sbagliato! Il sole riscalda sempre l’ambiente, anche se non è forte come in estate o in primavera.

Naturalmente dobbiamo lasciare che entri in casa, per cui la mattina aprite le tende e fate entrare i raggi solari in modo che possano date un grande contributo al riscaldamento delle varie stanze!

Individuare gli spifferi

Se ci sono dei veri e propri nemici del calore, questi sono gli spifferi di vento!

Vi è mai capitato di tenere i riscaldamenti accesi, di stare sotto le coperte, ma di avvertire lo stesso un brivido di freddo?

Ebbene, è colpa degli spifferi che, anche se abbiamo tutte le finestre chiuse, riescono ad intrufolarsi ugualmente.

Il motivo è che non necessariamente entrano dai balconi, ma possono entrare dalla porta d’ingresso, dal cassettone delle tende e da infissi più vecchi ed instabili.

Quello che potete fare per risolvere il problema è munirvi di salsicciotti di stoffa e posizionarli in prossimità della porta d’ingresso, di balconi e quant’altro per dire addio ai brividi di freddo!

Quando far arieggiare?

La domanda che ci viene in mente, dopo aver letto tutti questi consigli è quando far arieggiare la casa?

Ebbene, saprete che lasciar rigenerare l’aria è fondamentale, soprattutto se si asciugano i panni in casa.

Il momento ideale è la mattina mentre svolgete le faccende domestiche. Il corpo, infatti, stando in movimento non risente del vento che entra in casa.

Una volta terminate le pulizie domestiche, però, dovrete richiudere tutte le vie d’areazione così da trattenere l’aria pulita e riscaldare la casa.

Calzino di sale

Un altro rimedio che potete usare soprattutto per riscaldarvi prima di andare a letto è il calzino di sale!

Si tratta di un antico rimedio che veniva usato nelle giornate particolarmente ventilate e fredde e non si sapeva quale rimedio usare.

Dovrete semplicemente scaldare del sale grosso in padella e metterlo in un calzino quand’è ancora caldo, facendo estrema attenzione a non scottarvi.

Pannello per il termosifone

Sapete che se avete dei termosifoni in funzione, potete attuare dei metodi per risparmiare?

Ebbene sì, dal momento che i caloriferi in generale consumano una quantità ingente di elettricità e gas, bisognerebbe usarli sempre in orari programmati.

Tuttavia, per trattenere al meglio il calore, farlo durare a lungo e di conseguenza risparmiare, potete creare un pannello in alluminio fai da te!

Dovrete procurarvi un cartone della stessa grandezza del termosifone e coprirlo con fogli A4 avanti e dietro incollandoli tra loro.

Quando si sarà asciugato, ripetete la stessa operazione usando però dei fogli di carta stagnola.

Avvertenze

Ricordate che un mancato riscaldamento è dato anche da termosifoni o stufe che non funzionano bene, per cui controllatene sempre lo stato.