Vai al contenuto

Come avere Lenzuola sempre Profumate anche con il Tempo Umido

Maddy Cimmino
come-profumare-lenzuola-umidita

Ma quanto è bello essere accolti nel letto con le lenzuola super profumate? È un piacere per i nostri sensi!

Non sempre, però, questo accade, soprattutto in inverno quando il tempo è umido all’esterno e non ci permette di avere il bucato sempre così profumato.  E così capita di ritrovarci una strana puzza di umidità sulle nostre lenzuola che non è per niente piacevole da sentire! 

Ma per fortuna, oggi vedremo insieme alcuni trucchetti casalinghi e naturali per avere lenzuola sempre profumate quando il tempo è umido!

Sapone di Marsiglia e bicarbonato

Innanzitutto, vi suggeriamo di provare un accostamento super efficace quando si tratta di voler profumare il bucato: il sapone di Marsiglia e il bicarbonato.

Se da una parte, infatti, il bicarbonato è noto per la sua capacità di neutralizzare i cattivi odori, dall’altra il sapone di Marsiglia è una manna dal cielo per portare un profumo inebriante.

Tutto ciò che dovrete fare, quindi, è versare un cucchiaio di bicarbonato e 2 cucchiai di sapone di Marsiglia liquido nella vaschetta del detersivo della lavatrice e avviare, poi, il ciclo di lavaggio.

Per conferire un ulteriore tocco di profumo, poi, potreste anche aggiungere 10 gocce di olio essenziale che preferite: le vostre lenzuola non saranno mai state così profumate!

Aceto e bicarbonato

Un altro rimedio molto efficace prevede l’utilizzo di altri due ingredienti da dispensa: l’aceto e il bicarbonato, i quali sono in grado anche di ravvivare il colore naturale dei vostri capi!

Aggiungete, quindi, una tazza di aceto bianco nella vaschetta della lavatrice ed avviate il primo ciclo di lavaggio. Dopodiché, aggiungete un po’ di bicarbonato e procedete, quindi, con il secondo lavaggio.

Per conferire anche un buon odore a questo composto, sarebbe bene aggiungere alcune gocce di olio essenziale in modo da ottenere un detersivo fai da te super profumato!

N.B. Sull’utilizzo dell’aceto ci sono dei pareri discordanti. Molti sconsigliano di utilizzarlo soprattutto ad alte temperature, poiché potrebbe rilasciare sostanze nocive nell’ambiente. Come alternativa più ecologica, si può utilizzare l’acido citrico.

Acido citrico

Se non volete usare l’aceto in lavatrice, allora vi consigliamo di provare l’acido citrico, il quale è più ecologico pur vantando le stesse proprietà dell’aceto.  

Versate, quindi, 75 grammi di acido citrico in 500 ml di acqua tiepida, dopodiché, aggiungete 10 gocce del vostro olio essenziale preferito.

A questo punto, usate solo 100 ml di questa soluzione durante il lavaggio in lavatrice e… le vostre lenzuola saranno super profumate! Inoltre, l’acido citrico renderà le vostre lenzuola anche super soffici in quanto funge da ammorbidente naturale!

Centrifuga

Se finora abbiamo visto gli ingredienti naturali da utilizzare per lavare le vostre lenzuola ed averle sempre profumate anche con il tempo umido, vediamo ora altri accorgimenti da seguire durante il lavaggio per non far disperdere il loro buon odore.

È importante, infatti, durante il lavaggio in lavatrice impostare la centrifuga in grado di assorbire tutti i possibili residui d’acqua e di velocizzare il processo di asciugatura dei panni così da avere meno problemi con l’umidità.

Ovviamente, però, dovrete considerare che se programmate molti giri di centrifuga, le lenzuola potrebbero stropicciarsi particolarmente e appallottolarsi.  Perciò, vi consigliamo di optare per la centrifuga ma di diminuire i giri. Ovviamente, in questo passaggio consultate sempre le etichette di lavaggio che ci guidano al fine di non rovinare le lenzuola che sono in lavatrice.

La giusta asciugatura

Infine, vediamo come far asciugare le lenzuola per evitare che l’umidità possa “attaccarsi” su di esse e far scomparire il buon profumo.

Innanzitutto, vi ricordiamo di estrarre subito le lenzuola dalla lavatrice e non lasciarle nel cestello per troppo tempo, dopodiché scuotetele energicamente in modo da distenderle e da rimuovere tutte le grinze. A questo punto, stendetele bene in verticale sulla corda per non farle stropicciare e cercate di lasciare abbastanza spazio tra un capo e l’altro per far sì che l’aria possa passare per bene tra tutte le fibre dei tessuti.

Vi consigliamo di lavarle e stenderle nelle ore mattutine quando c’è meno umidità e c’è qualche raggio di sole. In caso, invece, vogliate lasciarle asciugare dentro casa, ricordatevi di mettere lo stendino vicino a una finestra così da favorire il ricambio di aria e di usare un deumidificatore naturale fai da te con il sale.

Avvertenze

Vi consigliamo di consultare sempre le etichette di lavaggio e di produzione prima di seguire i rimedi suggeriti.

Maddy Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.
Condividi

COSA SCOPRIRAI