I Consigli del giardiniere per avere tanti frutti sulla pianta di Limoni

467
come-avere-tanti-limoni-pianta

Per chi ha la fortuna di avere un giardino o un bel terrazzo ben esposto alla luce del sole non c’è niente di meglio di una bellissima pianta o un albero di limoni.

Foglie verde chiaro e frutti color del sole: insomma, la pianta di limoni è una vera e propria perla del giardinaggio adatta anche a chi non ama particolarmente prendersi cura delle piante grazie alla sua resistenza.

Se, però, stai cercando un modo per far sì che la tua pianta di limoni si riempia di tantissimi frutti finché la sua chioma non diventi un mosaico di giallo e verde, dovrai seguire alcuni semplici ma importanti consigli.

Concima sin dalla primavera

A partire dalla primavera, dovresti iniziare a concimare la tua pianta di limoni con un fertilizzante specifico. Niente paura, troverai quello giusto in qualsiasi negozio di piante o al vivaio! Devi scegliere quello per limoni e agrumi.

Di solito ne esistono di due tipi: quello a lenta cessione, solido e che ha una durata di tre mesi, e quello liquido che va diluito in acqua e somministrato all’incirca una volta ogni tre settimane. Entrambi hanno un alto contenuto di azoto, potassio e magnesio.

In alternativa, puoi utilizzare dei concimi fai da te come le bucce di banana, che sono ricche di potassio, o i fondi di caffè da sbriciolare sul terreno, che sono ricchi di azoto. Ma forse il concime naturale più efficace è a base di lupini macinati da spargere alla base della pianta

Già dopo un mese dalla prima somministrazione dovresti vedere la tua pianta di limoni apparire più sana per poi esplodere in tantissimi e gialli frutti!

Pota tra aprile e giugno

La pianta di limoni, soprattutto se ha già qualche anno e la sua chioma è abbastanza ampia, va potata nel periodo che va tra aprile e giugno.

La potatura di questa pianta non è semplicissima, ragion per cui, se non hai molta dimestichezza, ti suggeriamo di chiedere aiuto a un professionista.

In generale, dovrai cimare le punte dei rami più alti di qualche centimetro in modo da evitare un’eccessiva crescita verticale e mantenere la chioma compatta. Inoltre, bisogna recidere alcuni dei rami più obliqui che, in caso di pioggia, lascerebbero ristagnare l’acqua al centro della chioma aumentando il rischio di malattie.

Ah dimenticavo! Se ti piacciono questi Consigli Naturali posso inviarteli ogni giorno direttamente su Messenger! Iscriviti al mio Canale! Ti aspetto!

Infine, andrebbero rimossi i rami che crescono verso l’interno della pianta, impedendo che le parti più interne della chioma ricevano abbastanza luce.

Una seconda potatura, detta di contenimento, andrebbe fatta nel mese di luglio.

Sfrutta il potere della luce

L’elemento essenziale per garantire alla pianta di limoni una possibilità di fruttificare è proprio la luce.

Perché la pianta produca i suoi frutti deve ricevere almeno 4 ore di luce solare diretta al giorno. Per questo, è importante che la tua pianta o il tuo albero siano in un punto della terrazza o del giardino dove ci sia molta luce e dove non ci sia eccessiva ombra da parte di una pianta più alta.

Quando posizioni o pianti il tuo albero di limone, quindi, dai priorità alla luce per avere frutti in abbondanza col minimo sforzo! Inoltre, la luce aiuterà a preservare la salute di frutti e foglie.

Proteggi dal vento e dal freddo

Il limone, si sa, è una pianta un po’ freddolosa. Non ama il freddo intenso, ma nemmeno il vento.

A seguito di inverni rigidi o in caso di esposizione a venti troppo forti, questa pianta può dare quindi meno frutti del previsto. La soluzione? Un po’ di protezione.

In caso di intemperie e venti forti, copri la pianta con un telo protettivo in nylon o, se possibile, spostala in un posto più riparato. Fai lo stesso in caso di repentini cali di temperatura. In questo modo, aiuterai la pianta a produrre limoni tutto l’anno!

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".