Ecco il segreto per mantenere il Basilico in Vaso a lungo e con tante Foglie

639
basilico-in-vaso-cure

Basta farsi una passeggiata al supermercato per imbattersi in piantine di Basilico piene di foglioline verdi e profumate. Resistere, a volte, è quasi impossibile.

Portarsi a casa e coltivare una piantina di questa pianta aromatica è molto comodo: ci permette di avere a portata di mano le sue foglie, pronte per insaporire i nostri piatti, ma anche di decorare il davanzale della finestra di casa o il balcone.

Tenerla sempre rigogliosa, tuttavia, non è sempre semplicissimo: il basilico è tra le piantine aromatiche più “capricciose” e spesso commettiamo degli errori di coltivazione.

Scopriamo insieme come mantenere il Basilico in vaso a lungo e con tante foglie, seguendo pochi ma utilissimi consigli.

Dategli 6 ore di luce

Qualsiasi giardiniere o esperto di piante vi dirà di tenere il Basilico alla luce, ma avete bisogno di indicazioni più precise!

L’ideale è assicurare almeno 6 ore di luce solare indiretta al giorno a questa piantina. La luce solare indiretta deve essere brillante, ecco perché è essenziale tenere questa pianta all’esterno o sul davanzale di una finestra.

Importante, però, è proteggerla dai raggi diretti del sole che possono bruciare le foglioline più delicate, portando la pianta a spogliarsi pian piano della sua chioma.

Attenzione: se nonostante le cure, questa pianta appassisce o non fa foglie, chiedete consiglio a un professionista.

Il segreto dei 20 °C

Garantire alla pianta la temperatura giusta è fondamentale per far sì che sia sempre piena di foglie.

Un segreto è quello di garantire, in ogni stagione dell’anno, una temperatura minima di 20 °C a questa pianta. In estate non è difficile, dovete solo ricordare di tenere la piantina all’esterno e non in casa dove spesso accendiamo l’aria condizionata.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

In autunno e in inverno, invece, portiamo il Basilico in casa, avendo cura di non metterlo in stanze troppo fredde e umide.

Il vostro basilico ha delle macchie bianche? La causa potrebbe essere questa.

Pacciamate il terreno

Pacciamare il terreno è un procedimento che facciamo spesso con piante più grandi, ma che può essere di grande aiuto con questa piantina aromatica.

Fatelo utilizzando foglie secche e un po’ di corteccia, distribuendole sul terreno. Questi materiali garantiranno al terreno una temperatura abbastanza costante e, quindi, eviteranno alle radici di prendere freddo.

Per consigli su come tenere in vita il basilico comprato al supermercato, leggete qui.

Dosate l’acqua

Capire di quanto acqua abbia bisogno la nostra pianta vale non solo, ovviamente, per il Basilico! A differenza di altre aromatiche, però, questa ha spesso sete.

Nei mesi primaverili ed estivi le innaffiature devono essere regolari. Quando le temperature superano i 25 °C, possono essere addirittura giornaliere!

Un segreto per non sbagliare è quello di tenere il terriccio sempre umido, ma mai bagnato.

Ogniqualvolta, quindi, notate che il terreno si sta asciugando, non aspettate e innaffiate subito. Inoltre, è sempre meglio utilizzare acqua distillata, in quanto quella del rubinetto è spesso troppo calcarea.

Problemi di foglie secche? Risolvete così.

Ricorrete all’argilla espansa

Uno dei pericoli più gravi per il Basilico è costituito dai ristagni d’acqua che, in poco tempo, possono far marcire le radici e appassire tutta la pianta.

Un segreto che ridurrà il rischio di ristagni è quello di mettere, sul fondo del vaso, dell’argilla espansa. Questa favorisce il drenaggio dell’acqua in eccesso evitando che si accumuli.

Se avete bisogno di consigli sulla coltivazione anche delle altra piante aromatiche, eccovi una guida.

Usate un vaso in terracotta

Nella maggior parte dei casi, il Basilico viene venduto in piccoli vasi di plastica. In realtà, occorre utilizzare un vaso diverso per mantenere questa pianta verde, assicurandole una vita lunga.

Scegliete un vaso di circa 20 cm di diametro, preferibilmente in terracotta.

Inoltre, almeno ogni 2 anni, agli inizi della primavera, rinvasate. In questo modo, darete modo alla pianta di crescere ed eviterete che le sue radici stiano strette.

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".