Come disincrostare le Leccarde da Forno con 5 rimedi economici e veloci!

657
disincrostare-leccarda-forno

Durante le giornate invernali, non c’è niente di meglio che prepararsi dei piatti tanto gustosi al forno utilizzando le leccarde da forno, nostre complici.

Se prima, però, ci aiutano a “sfornare” delle vere e proprie prelibatezze, dopo diventa molto difficile pulirle perché tendono ad incrostarsi e a presentare macchie di grasso o di bruciato.

Ma per fortuna, esistono dei rimedi casalinghi naturali in grado di disincrostare le leccarde da forno in maniera facile e veloce! Vediamo quali sono!

Acqua…e basta!

Vi sembra troppo banale per essere vero? Eppure il primo rimedio in grado di pulire a fondo le vostre leccarde da forno consiste proprio nell’utilizzare l’acqua bollente: il calore dell’acqua, infatti, farà si che l’incrostazione si ammorbidisca e possa essere rimossa facilmente.

Tutto ciò che dovrete fare è mettere in ammollo la leccarda nella vaschetta del lavandino contenente acqua bollente per almeno un’ora e assicurarvi che la superficie sporca sia coperta completamente dall’acqua.

Dopodiché, risciacquatela e passate una spugna o uno spazzolino per le stoviglie per staccare gli ultimi residui di cibo: le incrostazioni saranno solo un brutto ricordo!

Se le incrostazioni vi sembrano molto ostinate, potete anche lasciarle in ammollo per tutta la notte.

Bicarbonato

Quando si parla di rimedi naturali casalinghi, non si può non citare il tanto amato bicarbonato di sodio, un ingrediente noto per il suo essere un disincrostante naturale e per la sua leggera azione abrasiva. Non a caso, infatti, può essere utilizzato anche per pulire il forno!

Distribuite, quindi, una manciata di bicarbonato lungo tutta la superficie della leccarda fino a formare uno strato uniforme e aggiungete, poi, acqua molto calda fino a coprire tutte le parti che presentano le incrostazioni.

Lasciate agire per circa mezz’ora, poi, utilizzate una spugna per rimuovere le incrostazioni ormai ammorbidite. Infine, risciacquate la leccarda e procedete al comune lavaggio.

Aceto

Oltre al bicarbonato, anche l’aceto è in gradi di ammorbidire le incrostazioni delle vostre leccarde grazie alle sue proprietà pulenti e sgrassanti in grado di sciogliere persino le macchie di grasso ostinato.

Immergete, quindi, la leccarda in una bacinella contenente acqua bollente e un bicchiere di aceto e lasciatela in ammollo per almeno mezz’ora. Dopodiché strofinate con una spugna e rimuovete tutti i residui: noterete che andranno via subito perché l’aceto combinato con l’acqua calda li avrà ammorbiditi!

Infine, risciacquate accertandovi che non vi siano più macchie. Per un effetto più efficace ed ottimale, potete anche combinare l’aceto con il bicarbonato di sodio. Vi basterà cospargere la leccarda con bicarbonato e aggiungere, poi, l’aceto (preferibilmente riscaldato) sopra. Lasciate agire per qualche ora o per tutta la notte in caso di macchie di grasso davvero ostinate.

Il giorno dopo, utilizzate una spugnetta abrasiva, strofinate sulle macchie e risciacquate: siete pronte per riutilizzare le vostre leccarde super pulite!

Limone

Il limone, si sa, vanta proprietà sgrassanti e disincrostanti in grado di venire in nostro soccorso in gran parte delle incombenze domestiche. Inoltre, questo agrume riesce anche a profumare anche tutta la casa!

Tagliate, quindi, un limone a metà e, nel frattempo, cospargete la leccarda con il bicarbonato. Lasciate agire il bicarbonato per 10 minuti, dopodiché utilizzate la metà del limone come se fosse una spugna abrasiva e passatela sulle macchie ostinate. Lasciate agire altri 10 minuti, poi risciacquate la leccarda.

In alternativa, potete anche utilizzare il succo di limone. Mettete in ammollo la leccarda in acqua calda e aggiungete il succo di un limone. Lasciate, quindi, agire per circa 20 minuti.

Infine, passate una spugna e risciacquate la teglia. Addio incrostazioni!

Sapone di Marsiglia

Infine, vediamo un ultimo rimedio molto efficace per pulire e sgrassare le vostre leccarde: il sapone di Marsiglia, che svolge un’azione pulente molto delicata.

In una bacinella contenente una miscela di acqua molto calda e sapone, mettete in ammollo la leccarda da forno per circa 1 ora. Strofinate, poi, con una spugnetta così da rimuovere le incrostazioni, risciacquatela e il gioco è fatto.

In alternativa al sapone di Marsiglia, potete anche utilizzare qualche goccia di sapone per piatti. Ovviamente, però, vi raccomandiamo di prediligere uno ecologico, preferibilmente fai da te.

Avvertenze

Vi consigliamo di consultare le etichette di produzione prima di provare i rimedi suggeriti. Inoltre, vi ricordiamo di prestare attenzione quando maneggiate acqua bollente.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.