Come evitare vestiti stropicciati in lavatrice quando fa freddo e devi strizzarli bene?

250
come-evitare-vestiti-stropicciati-lavatrice

Non c’è dubbio che la lavatrice è uno degli aiuti più preziosi in casa, pensate se ogni giorno dovessimo lavare a mano tutti i panni che si accumulano, sarebbe un vero stress e dovremmo dedicare una grande porzione della nostra giornata solo a questo!

Tuttavia, anche se dobbiamo impostare semplicemente dei programmi che poi la lavatrice svolgerà da sola, possiamo attuare degli accorgimenti che ci permettono di avere capi al meglio.

In inverno, ad esempio, ci interessa molto riuscire ad asciugare velocemente i panni senza umidità e senza avere troppe pieghe. Qual è il metodo giusto in tal caso?

Oggi vi dirò come evitare vestiti stropicciati in lavatrice quando fa freddo e dovete strizzarli bene!

Suddivisione dei capi

Una delle cose più importanti da fare è la suddivisione dei capi. Questa non deve essere soltanto finalizzata a dividere i colori, ma per ottenere un risultato ottimale, vi consiglio di dividere anche per le diverse tipologie di stoffa.

Ad esempio, è molto utile mettere insieme tutti i capi in lana, oppure tutti quelli in cotone, avviare un lavaggio solo per asciugamani o intimo e così via.

Ciò eviterà anche di far attaccare le fibre di un tessuto su un altro e non solo, avrete anche un bucato profumato e senza troppe pieghe.

Un altro accorgimento da compiere è non caricare troppo la lavatrice.

Centrifuga

Tante volte avremo letto che la centrifuga è importantissima nel bucato!

Se volete evitare l’umidità in casa e preferite far asciugare subito i panni, sarebbe opportuno impostare molti giri di centrifuga, ove le etichette dei vestiti ve lo permettano.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Tuttavia, è anche vero che così facendo i vestiti saranno più strizzati, dunque un buon compromesso è raggruppare i capi su cui non volete molte pieghe e lavarli con un basso giro di centrifuga, scegliendo però un momento della giornata in cui sapete di poterli stendere all’aperto.

Quando invece dovete lavare capi che possono essere più strizzati come l’intimo o i panni da cucina, potete impostare molti giri di centrifuga e stendere anche in casa o far asciugare sul termosifone.

Temperature

Le temperature del lavaggio in lavatrice sono un altro fattore da non sottovalutare.

Infatti è sempre bene non agire autonomamente, ma leggere le etichette di lavaggio, soprattutto se si tratta di capi delicati.

Individuate la giusta temperatura e raggruppate i capi da lavare in base a questa. Ad esempio, mutande, calzini o stracci per la cucina hanno bisogno di essere trattati a temperature alte per motivi di igiene.

Gli indumenti, invece, necessitano temperature più basse, essendo delicati, soprattutto nel caso di stoffe particolari come la seta o il cashmere.

Seguire bene questo passaggio ci eviterà panni stropicciati in lavatrice.

Stendere subito

Ultimo consiglio, ma non meno importante, è stendere subito il bucato!

Nelle giornate frenetiche può capitare che programmiamo un lavaggio e usciamo di casa, togliendo i vestiti dal cestello la sera o addirittura il giorno dopo: niente di più sbagliato!

Dato che le lavatrici ormai hanno anche la possibilità di impostare gli orari di inizio ciclo di lavaggio, regolatevi per bene e fare in modo di effettuare il bucato quando sapete di poterlo stendere subito.

Prediligete sempre l’asciugatura fuori al balcone con aria fresca, nel caso in cui vi fosse pioggia, potete mettere lo stendino in prossimità di una fonte di calore quale termosifone o stufa e regolare l’umidità della casa.

Avvertenze

È di fondamentale importanza leggere le etichette con le indicazioni di lavaggio su ogni capo, per evitare di danneggiarli.