I 5 Consigli del giardiniere per far durare tanto il Basilico a casa

442
concime-basilico

Niente può eguagliare la bellezza di più piantine aromatiche sul davanzale della finestra o sul nostro balcone: il loro profumo e la loro bellezza creano un ambiente davvero unico e rilassante.

Tra le piante aromatiche più diffuse c’è sicuramente il Basilico che con le sue foglie profumate e dall’aspetto un po’ rugoso ci è utile anche se vogliamo preparare una pietanza arricchendola con una fogliolina.

Non è raro trovare questa pianta in vendita anche al supermercato dove ne vediamo spesso scaffali pieni. Ma come possiamo fare per far durare questa piantina più a lungo una volta portata a casa? Ti diamo qualche utile suggerimento.

Usa un fertilizzante azotato

Uno dei metodi più utili per far vivere più a lungo la tua piantina di basilico appena acquistata al supermercato è concimarla con un buon fertilizzante azotato, ossia con alte concentrazioni di azoto.

Di solito, puoi trovare questo concime al supermercato stesso o al vivaio ed è indicato, sulla confezione, come concime per piante aromatiche o da orto. In genere ha consistenza liquida e va diluito in acqua secondo le dosi indicate sulla confezione per poi essere somministrato ogni 7-10 giorni nel periodo che va da marzo a ottobre.

Se vuoi utilizzare un concime naturale fai da te, puoi sfruttare le infinite proprietà dei fondi di caffè. Ti basterà sbriciolarli e spargerli sul terreno prima dell’annaffiatura per ottenere un effetto rinforzante grazie all’alto contenuto di azoto in essi contenuto.

Trova il posto adatto

Non sempre è semplice individuare il posto giusto per la tua piantina di basilico. Eppure trovare il punto ideale è essenziale per far vivere bene e a lungo questa pianta.

Innanzitutto, nel periodo primaverile ed estivo questa pianta può essere tranquillamente tenuta all’esterno a una temperatura non inferiore ai 15 °C. Importante, poi, è la luce diretta del sole per almeno 4 ore al giorno.

Nelle giornate afose, in cui le temperature raggiungono o superano i 30 °C, per evitare che la pianta essicchi al sole, mettila in un posto più ombreggiato e fresco.

Seguendo queste accortezze, la tua piantina di basilico vivrà a lungo e senza problemi!

Togli la carta decorativa

Quando viene venduta al supermercato, spesso il basilico è circondato da una carta decorativa in plastica trasparente. Pur essendo gradevole alla vista, questo involucro è dannoso per la pianta limitandone la respirazione.

Ah dimenticavo! Se ti piacciono questi Consigli Naturali posso inviarteli ogni giorno direttamente su Messenger! Iscriviti al mio Canale! Ti aspetto!

Sembra banale, eppure è essenziale togliere questa carta per permettere al tuo basilico di vivere più a lungo e avere sempre foglie grandi e profumate.

Controlla il sottovaso

Con l’aumento delle temperature primaverili, rischiamo di non valutare bene le esigenze del nostro basilico appena comprato al supermercato e di innaffiarlo troppo pensando che sia “assetato“.

Quotidianamente controlla il sottovaso e svuotalo nel caso in cui contenga acqua. Quando innaffiamo troppo, infatti, molta acqua si accumula lì, ma rischia di ristagnare e far marcire le radici.

Per non commettere errori nelle innaffiature, controlla sempre anche il terreno ed evita di innaffiare se ti sembra troppo umido o molle.

Togli le foglioline secche

Non sempre la piantina di basilico che hai comprato al supermercato è completamente sana. A volte, è stata trascurata o non ben curata: il risultato è che la sua salute può essere in parte compromessa.

Per questo, se noti che alcune delle sue foglioline sono secche, gialle o macchiate, ti conviene staccarle con le mani in modo da evitare che eventuali malattie si diffondano al resto della pianta o che le foglie secche, non staccandosi da sole, possano iniziare a marcire.

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".