Tutti i consigli per recuperare il Basilico se fa caldo e il sole lo secca

148
basilico-caldo-forte

Ogni anno, ahimè, i raggi del sole di agosto bruciano le piantine di Basilico!

Le sue foglioline, solitamente verdi e super profumate, assumono un colore giallognolo o tendente alla ruggine, seccano e a volte cadono. Il risultato è quello di una piantina che sembra lo scheletro di se stessa.

In realtà, esistono dei modi per recuperare la pianta e, con un po’ di pazienza, tornare ad averla sana e verde. Vediamo insieme come fare.

Potare le parti secche

La prima cosa da fare è rimuovere tutte le parti del basilico che sono state irrimediabilmente bruciate. Fatelo utilizzando delle cesoie pulite o semplicemente staccandole con le mani.

Rimuovere le parti ormai secche è importante per stimolare la pianta a sostituirle con nuovi rametti e foglie, oltre a essere un rimedio di prevenzione contro il diffondersi di infezioni che possono estendersi a tutta la chioma della pianta.

Attenzione: a volte i danni da bruciatura sono troppo gravi e la pianta stenta a riprendersi. Prima di buttarla via, però, potete chiedere un consiglio a un professionista.

Rinvasare

Di solito, quando si è lasciato il basilico al sole troppo a lungo anche il suo terriccio è stato danneggiato, seccandosi troppo e avendo perso la sua naturale capacità di assorbire l’acqua.

Utile, quindi, è sostituirlo rinvasando la pianta in nuovo terriccio che sia morbido, ben drenante e ricco di sostanze nutritive.

Nel farlo, estraete con cura la pianta dalla sua vecchia zolla di terreno facendo massima attenzione a non spezzare le sue radici.

Innaffiare con “la bacinella”

Se il rinvaso è andato a buon fine, adesso dovete far riprendere un po’ la pianta sia dallo stress delle bruciature sia da quello di aver cambiato “dimora”.

Fatelo, innaffiando molto abbondantemente il basilico con il metodo della bacinella. Certo, adesso il nome non vi dirà niente, ma non vi spaventate: si tratta di un rimedio semplicissimo.

Dovete semplicemente prendere una bacinella (in alternativa, utilizzate un lavandino) e riempirlo con circa 5-8 cm d’acqua. Poi, immergeteci dentro il vaso del basilico e lasciatelo così per circa 20-25 minuti.

In questo lasso di tempo, la pianta assorbirà tutta l’acqua di cui ha bisogno attraverso i fori di drenaggio sul fondo del vaso.

Cercate un modo per avere foglie super profumate? Qui trovate i consigli dei vivaisti.

Nutrire con azoto

Dopo aver rimosso tutte le parti bruciate e secche, il nostro basilico può apparire un po’ scarno e rinsecchito. Il momento di far crescere nuovi rami e foglie è arrivato!

Concimate la pianta con fertilizzanti ad alta concentrazione di azoto: questa sostanza, infatti, è utile per lo sviluppo e la crescita della parte vegetativa della pianta.

Un segreto? Potete utilizzare concimi naturali che contengono questo elemento in elevate quantità come i fondi di caffè, da spargere direttamente sul terreno, o i gusci d’uova, sminuzzati e sparsi anch’essi sul terriccio.

Qui potete trovare tutti gli utilizzi dei fondi di caffè per il vostro giardino.

E se… prevenissimo?

Il modo più semplice per mantenere una pianta di basilico sana, verde e piena di foglie anche nei mesi estivi, nonostante il caldo afoso, è quello di prevenire le bruciature.

Farlo è semplicissimo: basta seguire poche indicazioni.

Spostare la piantina

Tenere il basilico alla luce diretta nei giorni più caldi dell’estate è una vera follia e significa condannare a morte quasi certa questa pianta!

Spostatela in un luogo alla mezz’ombra o al massimo alla luce solare indiretta.

Se non potete spostarla, fatele ombra con un telo traspirante, in modo che non subisca la violenza del sole troppo intenso.

Vaporizzare acqua sulle foglie

Un po’ come per gli esseri umani, anche per il basilico è piacevole rinfrescarsi con qualche spruzzo d’acqua.

Utilizzate acqua fresca, ma non fredda e preferibilmente non calcarea, mettendola in una bottiglia spray o un vaporizzatore e spruzzandola sulle foglioline della pianta soprattutto nelle ore più calde della giornata.

Questo gesto aiuterà il basilico a mantenersi più fresco, riducendo il rischio di bruciature.

Leggete questo articolo per scoprire come avere un basilico fresco e profumato anche col caldo.

Innaffiare più spesso

Sembra banale, ma è fondamentale: quando il sole è forte e le temperature sono molto alte, il basilico va innaffiato molto più spesso rispetto alla norma.

Il segreto è mantenere il terriccio sempre umido, mai secco e mai bagnato. Con il giusto apporto d’acqua, la pianta soffrirà meno il caldo e il rischio di “insolazionisi riduce.

Qui potete trovare alcuni consigli della nonna per recuperare un basilico appassito per le alte temperature.

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".