Segui questo Metodo per non avere Aloni su piatti e Bicchieri dopo la Lavastoviglie

169
aloni-dopo-lavastoviglie

I vantaggi di avere una lavastoviglie sono sempre più apprezzati perché ci evitano di stare ore in piedi a lavare i piatti.

Tuttavia quest’elettrodomestico non manca di dare qualche problemino, come gli aloni su piatti, bicchieri e pentole dopo il lavaggio.

I motivi di questo fenomeno sono molteplici, ma non preoccupatevi c’è una soluzione a tutto!

Oggi vi darò tutti i consigli necessari per evitare di avere aloni dopo la lavastoviglie!

Per cominciare

Ci sono diversi trucchetti per non avere degli aloni dopo la lavastoviglie, ma per cominciare ecco alcuni passaggi da fare prima di mettere i piatti nel cestello.

Di solito tutte le stoviglie si sciacquano al fine di togliere meglio di residui, ma questo passaggio nella maggior parte dei casi è uno spreco infinito di acqua, quindi bisogna ottimizzarlo.

Riempite una vasca del lavello con acqua molto calda, succo di 1 limone e 2 cucchiai di bicarbonato di sodio.

Immergete ogni stoviglia nella vasca e sciacquate con quell’acqua prima di mettere nel cestello così da eliminare bene le briciole e ammorbidire le incrostazioni difficili.

Una volta terminato questo passaggio, vediamo cosa fare in lavastoviglie per non avere mai più aloni!

Aceto bianco

Il primo consiglio che vi do è di usare l’aceto bianco, perfetto in casi del genere!

Questo prodotto naturale ed economico è fantastico in cucina per risolvere tanti piccoli problemi che si riscontrano ogni giorno. In particolare è fantastico per lucidare l’acciaio.

Dovrete semplicemente riempire un vaporizzatore per 3 parti con aceto e 1 parte con acqua, poi agitate e spruzzate su tutti i piatti, bicchieri e utensili in acciaio.

Avviate il lavaggio e quando aprirete lo sportello della lavastoviglie non avrete aloni e non sentirete il minimo cattivo odore!

Trucchetto del limone

Un altro trucchetto che dovete assolutamente conoscere è quello del limone!

Stiamo parlando di un rimedio ancora più economico di quello dell’aceto, perché basta un limone che avete usato in cucina per avere tutte le stoviglie brillanti!

Il limone ha molte proprietà antiossidanti e rende lucide tutte le superfici su cui lo si sceglie, per cui è fantastico nel nostro caso.

Dovrete mettere le bucce di limoni premuti nel cestello della lavastoviglie e il resto lo farà da solo!

Bicarbonato di sodio

Anche il bicarbonato di sodio è da menzionare tra gli ingredienti perfetti per non avere aloni sulle stoviglie dopo il lavaggio!

Questo trucchetto è di una facilità unica in quanto non dovrete far altro che prendere una manciata di bicarbonato e spargerla sulle stoviglie che di solito escono con gli aloni.

In alternativa potete preparare un composto con 500 ml d’acqua ed 1 cucchiaio colmo di bicarbonato, poi vaporizzatelo sui piatti ed ecco fatto.

Così facendo eviterete anche quella fastidiosa patina bianca che si forma spesso e volentieri in lavastoviglie.

Brillantante naturale

Ultimo consiglio che vi do per avere delle stoviglie perfette è usare un brillantante naturale!

Prepararlo è semplicissimo, vediamo subito questa ricetta ecologica ed economica!

Sciogliete 150 grammi di acido citrico in 1 litro d’acqua e aggiungere 1 bicchiere di succo di limone, mescolate fino ad ottenere un’unica soluzione.

A questo punto trasferite in un flacone che potete tenere sempre a portata di mano e riempite la vaschetta apposita con il composto ad ogni lavaggio.

Il risultato sarà sorprendente!

Avvertenze

Se i problemi con la lavastoviglie persistono anche dopo le soluzioni indicate, sarebbe indicato sentire il parere di un esperto.