5 Errori che alcuni fanno ma che non devi mai fare quando pulisci l’Acciaio

463
come-non-rovinare-acciaio-pulizie

L’acciaio è uno dei materiali più diffusi in casa, soprattutto in cucina sia per quanto riguardo il lavello, sia per il piano cottura in quanto rende tutto molto lucido e splendente!

Sebbene sia un materiale molto resistente a confronto di altri quali il vetro, la ceramica e così via, dev’essere comunque trattato con cura perché, a lungo andare, si rovina.

Spesso senza accorgercene facciamo degli errori quando lo puliamo che deteriorano il materiale e lo fanno invecchiare prima del tempo.

Scoprite se anche a voi è mai capitato di sbagliare il lavaggio dell’acciaio vedendo i 5 errori da non fare mai quando lo si pulisce!

Mai trascurare la pulizia

Una delle prime cose da sapere per avere sempre un acciaio impeccabile è che non bisogna mai trascurare la sua pulizia.

Un esempio è lasciare a lungo il piano cottura con delle macchie di unto sopra o le stoviglie sporche nel lavello. Questo alla lunga farà penetrare la macchia all’interno del materiale.

Per cui ricordate di lavare gli elementi in acciaio almeno una volta al giorno (in casi particolari potrebbe essere necessario lavarlo più volte). Potete usare una miscela di acqua calda, succo di limone e aceto bianco.

Questi ultimi due ingredienti sono degli anticalcare estremamente efficaci e renderanno lucido il vostro lavello in un batter d’occhio!

No ai detersivi aggressivi

Altra cosa da tenere a mente è rinunciare ai detersivi aggressivi.

Purtroppo non tutte le persone si servono dei rimedi naturali e scelgono dei detersivi dalle composizioni chimiche estremamente aggressive che danneggiano non solo l’ambiente circostante, ma anche l’acciaio.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Quando si mettono prodotti come ammoniaca, candeggina e quant’altro sull’acciaio, questo si corrode irreversibilmente.

Prediligete, dunque, dei metodi naturali che puliscono a fondo e vi permettono di tenere a lungo i vostri elementi in acciaio senza rovinarli. L’aceto bianco d’alcol ha delle proprietà che vi possono essere d’estremo aiuto in questo caso!

Non usare soluzioni in polvere

Un’altra cosa importante è non usare soluzioni in polvere.

Di solito queste sono naturali e non hanno degli agenti chimici aggressivi (pensiamo, ad esempio, al bicarbonato).

Tuttavia, a lungo andare, le polveri mangiano la lucidità dell’acciaio facendolo diventare opaco.

Se vi trovate bene ad usare il bicarbonato, la soluzione migliore sarebbe diluirlo in acqua e vaporizzarlo direttamente sulle componenti in acciaio, senza versare sopra direttamente la polvere.

Evitare il contatto con il ferro

Un altro consiglio molto importante è evitare il contatto con il ferro!

Forse non sempre ci facciamo caso, ma spesso possiamo poggiare sul lavello o su altre superfici in acciaio degli utensili o in generale degli oggetti in ferro o altri metalli.

Ebbene, il contatto tra due metalli diversi crea il fenomeno della ruggine sospesa che a lungo andare può rovinare il materiale.

Dunque, quando cucinate, fate sempre attenzione a quello che poggiate sul lavello!

No alle spugne abrasive

L’ultimo errore che si commette è anche tra i più diffusi, in quanto le spugne abrasive, ahimè, vengono usate spesso e volentieri per lavare l’acciaio.

Quando si usa questo tipo di spugna, può sembrare tutto normale all’inizio, ma quando l’oggetto in acciaio si asciuga o quando lo guardiamo con una luce diversa, notiamo che ci sono innumerevoli graffi.

Questo accade anche quando si puliscono i rubinetti del bagno, i quali poi perdono lucentezza.

Se usate i prodotti giusti ed effettuate una pulizia costante, vi accorgerete che non è assolutamente necessario usare delle spugne abrasive.

Avvertenze

Ricordate che questi consigli sono finalizzati solo per l’acciaio e non per altri tipi di materiale.