Come pulire l’acciaio con rimedi naturali!

1233
rimedi-naturali-acciaio

L’acciaio è un materiale forte, robusto e molto igienico, che però chiede alcune cure speciali per essere mantenuto bello e pulito.

Come accade per tutti i metalli, esistono dei metodi e dei prodotti adeguati per sanificare e pulire questa tipologia di superfici, le quali chiedono di essere pulite per bene, ma anche di brillare per offrire un bell’aspetto.

Vediamo come pulire l’acciaio in tutta velocità e far brillare le nostre superfici metalliche con semplicità.

Se l’acciaio si presenta ossidato, brutto, annerito o addirittura bruciato, è importante fermarsi un attimo e non lasciarsi prendere la mano e impiegare detergenti molto aggressivi come la candeggina o i saponi che contengono abrasivi o cloruri.

Questi prodotti andrebbero infatti a graffiare e a danneggiare irreversibilmente le superfici. Vediamo quali sono i prodotti giusti e come pulire l’acciaio in casa in modo naturale senza sforzo.

Pentole e stoviglie

Se dobbiamo fare i conti con pentole o posate sporche o poco lucide, possiamo iniziare con l’aceto, un prodotto sgrassante e lucidante molto efficace.

Prendiamo un panno pulito e imbeviamolo con poco prodotto, altrimenti si potrebbero creare degli aloni, e passiamo con cura le pentole e anche le posate.

Se le pentole sono state bruciate impieghiamo il bicarbonato. Lasciamo in ammollo la polvere di bicarbonato con l’acqua fresca per il tempo necessario e quindi sciacquiamo con cura.

Una volta che la bruciatura sarà tolta laviamo la pentola con un po’ di detergente per piatti biologico e procediamo a farla brillare con l’aceto.

L’aceto è anti-calcare e lucidante e dona alle superfici in acciaio una brillantezza del tutto naturale. Potete scegliere quello che avete in casa, come l’aceto di vino o anche l’aceto bianco di alcol.

Il bicarbonato è un ottimo rimedio naturale per le pulizie della casa. Ha un effetto sbiancante e disincrostante sulle superfici. Svolge un’azione abrasiva ma non graffia, quindi è ottimo per pulire non solo le pentole, ma anche il lavandino, per esempio.

Per il piano cottura

Il piano di cottura ha un ruolo speciale nella nostra giornata, perché lo utilizziamo di continuo.. anche per preparare un semplice caffè!

Proprio per questo, può sporcarsi e gli aloni sono sempre dietro l’angolo!

Il primo consiglio che vogliamo darvi è quello di cercare di non poggiare pentole bollenti o altri oggetti impregnati di acqua. Queste circostanze potrebbero favorire il macchiarsi della superficie.

Un altro consiglio consiste nel NON utilizzare spugnette abrasive sulle superfici in acciaio, poiché potrebbero graffiare angolo cottura, lavandino o forno!

Come possiamo pulire l’acciaio in modo naturale?

Per prima cosa, occorre sgrassare lo sporco depositatosi. Possiamo farlo mettendo una goccia di sapone biologico per piatti e eliminare lo sporco in eccesso.

Dopo aver risciacquato, mettiamo su un panno umido e pulito qualche goccia di aceto bianco, passiamola sul piano cottura, risciacquiamo ed asciughiamo.. Sarà super brillante!

Pulizia del lavandino

Veniamo quindi al lavandino in acciaio, una porzione di cucina che può presentare delle macchie di calcare difficili da eliminare.

In questo caso, per una pulizia senza prodotti chimici e nocivi, si può utilizzare ancora una volta il bicarbonato miscelato con l’acqua calda.

Questo composto può essere usato anche sulle superfici dell’angolo di cottura con fiducia, in quanto si tratta di prodotti naturali e rispettosi del metallo.

Per il forno e la cappa

Per pulire il forno in acciaio non dobbiamo utilizzare prodotti industriale dagli odori forti e persistenti! Anche per quest’elettrodomestico indispensabile, la natura ci da sempre una mano!

L’ideale sarebbe preparare una miscela di acqua, limone e aceto e creare un composto che aiuta non solo a pulire alla perfezione il forno, ma che lo disinfetta e lo deodora efficacemente.

Un piccolo consiglio è quello di agire sul forno leggermente intiepidito, così il calore renderà il vostro mix ancora più efficace.

Accendete il forno per qualche minuto, poi staccate la spina e fategli raggiungere la giusta temperatura in modo da non scottarvi.

Veniamo infine alla cappa in acciaio, un elettrodomestico che chiede di splendere perché sempre a vista.

In questo caso è possibile sciogliere del sale e un po’ di sapone bio in acqua e passare il composto sulla cappa, soprattutto sulle zone vicine ai filtri che possono macchiarsi e proporsi grasse a causa dei fumi di cottura.

Se anche la superficie esterna della cappa è realizzata in acciaio, è ideale lucidarla con un panno imbevuto di acqua e poco aceto e ripetere la pulizia frequentemente per eliminare gli aloni e farla brillare a lungo.

Acido Citrico

Un posto di prim’ordine va concesso all’acido citrico! Questo composto ottenuto dagli agrumi ha notevolissime proprietà disincrostanti, brillantanti e anti-calcare.

Infatti è ottimo come “cura-lavastoviglie” e “cura lavatrice”, si possono lucidare i vetri e la giusta miscela è ottima anche come anti-calcare!

La sua azione anti-sporco si rivela utilissima anche per i fornelli, che con il tempo si sono ossidati e hanno accumulato lo sporco.

Per esempio, se sciogliete 150 gr di acido citrico in un litro d’acqua tiepida e lo versate in uno spruzzino, potrete realizzare un prodotto contro il calcare da usare sull’acciaio in bagno, sui fornelli e per lucidare il piano di cottura!

Avvertenze

Si raccomanda di assicurarsi di poter utilizzare sulle superfici di casa i prodotti naturali menzionati, onde evitare spiacevoli inconvenienti.

Evitatene l’utilizzo se soffrite di allergie o ipersensibilità a questi prodotti. Usate sempre i guanti per proteggere le mani dall’acqua e dal calcare.

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.