Aceto bianco di alcol: mille usi in casa

49756
aceto-bianco-alcol-usi

Avete mai sentito parlare di aceto bianco di alcol?

Non si tratta del comune e buonissimo aceto di vino bianco che normalmente usiamo in cucina, bensì si intende semplicemente una soluzione di acqua e acido acetico.

Questo prodotto è molto economico e facilmente acquistabile nei supermercati o in negozi bio, nasconde in realtà molte virtù e possibili utilizzi che lo rendono un ottimo alleato per la pulizia della nostra casa e in generale per le faccende domestiche.

Ma vediamo nel dettaglio cos’è l’aceto bianco di alcol, a cosa serve e come utilizzarlo al meglio in casa!

Aceto bianco di alcol: cos’è ?

L‘aceto bianco di alcol è un prodotto naturale, il cui principio attivo è l’acido acetico, ottenuto dall’ossidazione dell’alcol etilico che si forma dalla fermentazione degli zuccheri contenuti nella frutta.

L’aceto bianco di alcol quindi si ottiene facilmente dalla miscela di acqua e acido acetico, per questo è un prodotto poco costoso (circa 70 centesimi a bottiglia), e soprattutto è ecologico.

È a tutti gli effetti un prodotto multiuso perché si presta ad usi alimentari, sia come condimento che come conservante genuino (anche se è preferibile usare l’aceto di vino), ma in particolare è anche ideale per igienizzare in maniera naturale gli ambienti di casa e non solo.

L’aceto bianco di alcol è infatti un ottimo agente sgrassanteanticalcare e antibatterico, completamente atossico ed ecologico.

L’odore che sprigiona durante il suo utilizzo è un po’ sgradevole, ma svanisce in pochi minuti ed è comunque meno forte rispetto all’aceto di vino.

VUOI ASCOLTARE GLI USI DELL’ACETO DI ALCOL DIRETTAMENTE RACCONTATE DALLA MIA VOCE? PREMI SUL TASTO GIALLO PLAY!

Ascolta “Aceto Bianco di Alcool” su Spreaker.

Non ci resta che scoprire alcuni dei mille usi e rimedi naturali pratici e funzionali per avere una casa sempre pulita in modo ecologico ed economico.

Per le pulizie in cucina

Come disincrostante

Quando si cucina, può capitare di sporcare un bel po’ ed è molto probabile che si bruci o si incrosti qualche pentola.

In questo caso basta riempirla con circa due centimetri di aceto di alcol e metterla sul fuoco per cinque minuti. Sarà molto più facile rimuovere lo sporco!

Inoltre, se abbiamo le stoviglie incrostate è possibile realizzare una miscela di aceto e sale grosso e passarla con una spugnetta sulle stoviglie, nelle pentole, così da farle brillare più di prima.

Per lo scarico del lavello

L’aceto bianco di alcol è un valido alleato per eliminare eventuali cattivi odori, ma anche otturazioni nello scarico del lavello!

Basta scaldare l’aceto leggermente senza farlo bollire e poi versarlo nello scarico del lavello per ottenere un notevole miglioramento.

N.B. È consigliato valutare con chi è di competenza lo stato dell’otturazione prima di intervenire.

Per pulire l’acciaio

Poiché l’aceto è un anti-calcare e lucidante naturale, è possibile utilizzarlo per pulire il piano cottura in acciaio!

Dopo la fase di sgrassatura, mettete un po’ di aceto bianco di alcol su un panno in microfibra umido (o sulla zona da trattare), massaggiate il piano e risciacquate con cura.

L’azione dell’aceto servirà anche a rimuovere i cattivi odori come frittura o pesce. Poi il suo aroma non è forte come l’aceto di vino o di mele, perciò si dissolverà più facilmente.

In più, se desiderate avere un’alternativa del tutto naturale per pulire i fornelli, troverete la ricetta per fare lo sgrassatore fai da te facile ed economico!

Per eliminare i cattivi odori in casa

L’aceto bianco di alcol può esserci molto utile in casa per completare la pulizia del soggiorno o di altri ambienti, eliminando così i cattivi odori.

Nello specifico si può usare uno spruzzino, riempirlo di aceto bianco di alcol e vaporizzare negli ambienti domestici.

Possiamo spruzzarlo in cucina o anche in soggiorno per eliminare l’eventuale puzza di sigarette o altri odori sgradevoli.

Per pulire l’argenteria

Grazie alla sua azione brillantante, l’aceto bianco di alcol è ottimo anche per la pulizia degli oggetti in argento.

Se abbiamo in soggiorno dell’argenteria esposta, è molto probabile che con il tempo si ossidi e si rovini il suo aspetto originario. Per cui è necessario pulirla di tanto in tanto accuratamente così da farla brillare nuovamente.

A questo proposito l’aceto bianco di alcol può essere una soluzione molto efficace e poco costosa rispetto ad altri prodotti specifici.

Basta semplicemente inumidire un panno morbido con una dose di aceto di alcol e strofinare bene sui vari oggetti di argenteria che abbiamo in casa. I risultati saranno sorprendenti e soddisfacenti!

Per la pulizia del bagno

Il bagno di casa è un ambiente che facilmente si sporca. Il pavimento, i sanitari e i vari pezzi di arredo in particolare si bagnano spesso e si va a formare il calcare.

Anche in questo caso può esserci d’aiuto l’aceto bianco di alcol con la sua azione anti-calcare, che ancora una volta si dimostra una soluzione efficace ed economica per pulire il bagno senza l’utilizzo dei detersivi!

È necessario applicare sulle zone interessate, una dose di aceto bianco di alcol tramite una spugnetta, e  lasciare agire il prodotto per circa un quarto d’ora, per poi risciacquare con acqua come un comune anti-calcare.

Attenzione però, è sconsigliato utilizzare l’aceto in caso di pavimenti o rivestimenti in marmo per evitare di danneggiarli.

Come utilizzarlo per il bucato

Oltre alla pulizia dei vari ambienti della casa, l’aceto bianco di alcol è un prodotto naturale utile da usare anche per lavare la biancheria e il bucato in generale.

Infatti l’aceto bianco di alcol, oltre ad essere un efficace disinfettante è anche un ottimo ammorbidente per questo è possibile usare un po’ di aceto durante tutti i lavaggi.

Inoltre è utile anche per la manutenzione della lavatrice stessa e per contrastare la formazione di calcare.

Basta versare un litro di aceto bianco nel cassettino per il detersivo e attivare un lavaggio a vuoto, a ciclo breve, a 30 gradi.

Ma non è finita qui, perché l’aceto bianco di alcol può darci una mano anche nel primo lavaggio della biancheria colorata, per evitare che il capo perda colore.

Una soluzione facile ed efficace, consiste nell‘immergere il capo in una bacinella piena d’acqua in cui è stato diluito un bicchiere di aceto bianco, così da fissare il colore e poi procedere col normale lavaggio.

N.B. Se non amate l’aceto e desiderate un’alternativa ancora più ecologica, utilizzate in lavatrice l’acido citrico!

Come abbiamo potuto vedere, l’aceto è un ottimo alleato in lavatrice, capace anche di eliminare quei cattivi odori che possono presentarsi!

Avvertenze

Sembra essere lungo il dibattito secondo il quale l’aceto potrebbe avere un effetto inquinante per l’ambiente.

Proprio per questo, molte persone preferiscono utilizzare l’acido citrico.

Prima di utilizzarlo in casa, assicuratevi che le vostre superfici le possano tollerare.

Nel caso della lavatrice, valutate con un tecnico la possibilità di utilizzarlo e soprattutto tenetevi sempre alle indicazioni fornitevi dal produttore.

Avatar
Sono laureanda alla facoltà di lettere moderne all'Università degli Studi di Salerno. Da sempre interessata e aggiornata sulle novità riguardanti salute, bellezza, cura del corpo e benessere psico-fisico.