Come pulire la Friggitrice ad aria con questi Rimedi fai da te

333
come-pulire-friggitrice-ad-aria

Oltre agli elettrodomestici principali ed essenziali come lavatrice, frigorifero o forno, negli ultimi anni hanno preso sempre più piede anche altri tipi di apparecchiature elettroniche.

Tra queste possiamo menzionare sicuramente la friggitrice ad aria, una valida alternativa sana ed equilibrata ai cibi fritti e con eccessivo olio.

Sebbene non si usa troppo condimento e quindi non si incrosta particolarmente, c’è comunque bisogno di prendersene cura effettuando una pulizia approfondita di tanto in tanto.

Dunque vediamo insieme tutto quello che serve sapere su come pulire la friggitrice ad aria con questi rimedi fai da te!

Prima di iniziare

Prima di iniziare a capire come mettere a nuovo quest’elettrodomestico bisogna prendere degli accorgimenti essenziali per non comprometterne il corretto funzionamento.

La cosa più importante da tenere a mente è che la friggitrice ad aria non deve mai essere pulita quand’è calda, ma dovrete aspettare che si raffreddi completamente.

Inoltre non usate vie più veloci come quella di raffreddarla sotto acqua corrente perché alcuni pezzi in plastica potrebbero addirittura spaccarsi.

Altro fattore importante è che è bene usare sempre dei rimedi naturali, quindi bannate sgrassatori e prodotti aggressivi che non fanno altro che danneggiare l’apparecchio.

Infine ricordate di staccare la spina prima di pulire.

Bene, ora andiamo al vivo della questione!

Cestello

Il cestello è, naturalmente, quello che più si sporca!

Anche se si utilizza la carta forno o un qualsiasi tipo di rivestimento, può capitare lo stesso che si possa incrostare da qualche lato.

Dalla nostra abbiamo il poco o quasi nullo uso di olio e quindi non avremo problemi a pulirlo bene.

Usate acqua calda e un po’ d’aceto o sapone giallo per sgrassarlo a fondo e risciacquate abbondantemente togliendo l’odore del rimedio che usate e l’eventuale puzza di cibo.

N.B. Il cestello può essere lavato anche in lavastoviglie, ma dovrete accertarvene leggendo le istruzioni. Inoltre deve andare in lavastoviglie sempre quando è ben freddo.

Interno della friggitrice

Una volta che ci siamo occupati del cestello, passiamo involucro interno, che ospita il cestello e la sua resistenza.

Questa è la parte in cui si accumulano tutti i piccoli schizzi di olio e di cibo, per cui va rimessa a nuovo per bene!

In questo caso dovrete capovolgere la friggitrice e vaporizzare sulla superficie un po’ d’aceto bianco o un po’ di succo di limone, lasciate per due minuti.

Poi andate a strofinare delicatamente con una spugna non abrasiva e vedrete che man mano tutto lo sporco verrà via.

Ricordate di asciugare l’acqua fino all’ultima goccia ed ecco fatto!

Esterno

L’esterno della friggitrice è quello più facile da pulire, ma non è da sottovalutare in quanto toccandolo continuamente può accumulare impronte e gocce di olio.

Vi suggerisco di passare semplicemente un panno in microfibra ben strizzato e imbevuto con aceto bianco o aceto di mele.

Passatelo su tutta la superficie dell’elettrodomestico e, se necessario, asciugate con un panno.

Ecco fatto, la parte esterna sarà come nuova e priva di puzza!

Per i cattivi odori

Quando si cucinano alcune pietanza come il pesce nella friggitrice ad aria può capitare che resta un cattivo odore e non basta il passaggio d’aria.

A tal proposito quello che vi consiglio di tagliare un limone a metà e strofinarlo in tutto il cestello rilasciando anche un po’ di succo.

Lasciate agire per circa mezz’ora, dopodiché risciacquate per bene il cestello e asciugatelo.

Se la puzza non è ancora andata via, non preoccupatevi! Dovrete semplicemente usare un rimedio più efficace!

Riempite quindi il cestello con mezzo bicchiere d’aceto e 2 bicchieri d’acqua, poi accendete a 180-200° e fate bollire il composto.

In questo modo l’aceto si spargerà nell’elettrodomestico e neutralizzerà definitivamente i cattivi odori!

Avvertenze

Assicuratevi di leggere le istruzioni di fabbrica della friggitrice e provate i rimedi in angoli non visibili per non rischiare di danneggiare l’elettrodomestico.