Con questo Metodo di pulizia la Moka tornerà come nuova e il caffè sarà più saporito

247
come-pulire-moka

Come si dice, il caffè è un piacere! Dal mattino fino alla sera, molte persone accompagnano la giornata con una bella tazza di questa bevanda famosa e diffusissima!

C’è chi lo preferisce lungo all’americana o stretto e intenso alla napoletana. Fatto sta che il caffè con il suo fantastico sapore e odore mette d’accordo tutti.

Ci sono varie modalità per prepararlo, quella più antica e usata ancora oggi è con la moka, una macchinetta particolare che produce il caffè migliore in assoluto!

Alcuni sostengono che non si debba mai pulire, ma non è affatto così! Vediamo, quindi, tutti i consigli utili per pulire la moka!

Pulizia quotidiana

La moka non deve essere pulita con prodotti aggressivi, anzi si dovrebbe proprio evitare di strofinarla incessantemente, perché il sapore stesso del caffè non sarebbe lo stesso.

La cosa migliore da fare per una pulizia quotidiana è metterla in ammollo con i due seguenti ingredienti naturali e delicati.

Bicarbonato

Il bicarbonato è l’ideale per sgrassare senza aggredire oggetti e utensili vari che usiamo in cucina. L’abbiamo visto, infatti, anche per togliere l’incrostazione da pentole e padelle antiaderenti.

Per la moka, quindi, quest’ingrediente è la scelta giusta in quanto eliminerà anche eventuali cattivi odori!

Tutto quello che dovrete fare è riempire una ciotola con acqua calda e versare 1 cucchiaio e mezzo di bicarbonato dentro. Quando si sarà sciolto, ponete la moka all’interno e tenetela in ammollo per almeno 3 ore.

In seguito, se non ci sono macchie, sciacquatela con acqua corrente e asciugatela benissimo.

Diversamente, usate una spugnetta dal lato non abrasivo per togliere incrostazioni di caffè o per rimuovere resti sul filtro o sotto la guarnizione.

Sapone di Marsiglia

Il sapone di Marsiglia è una buona alternativa al bicarbonato, in quanto parliamo sempre di un prodotto naturale e molto delicato.

Smontate quindi, la moka e mette i pezzi in ammollo in una bacinella d’acqua calda e 2 cucchiai di sapone di Marsiglia liquido (o a scaglie sciolto a bagnomaria).

Fate passare almeno 3 ore, dopodiché togliere eventuali macchie con lo stesso procedimento del bicarbonato, oppure risciacquate e asciugate per bene.

Pulizia profonda

Talvolta, quando non laviamo mai a fondo la moka oppure non la utilizziamo per troppo tempo, capita che facciamo il caffè ed ha un sapore terribile.

Questo perché l’acqua bollente assorbe tutto lo sporco e i cattivi odori, dunque è necessario fare una pulizia profonda per risolvere il problema.

Sale

In un caso del genere, l’azione sgrassante del sale è quello di cui abbiamo bisogno. Anche se si tratta di una pulizia approfondita, vi sconsiglio sempre di non strofinare.

Smontate la moka e inserite uno stuzzicadenti nei fori del filtro per assicurarvi che non ci siano residui di caffè, dopodiché controllate la guarnizione sotto la parte superiore della macchinetta e controllate che non ci sia sporco eccessivo.

Mettete i pezzi in una soluzione d’acqua bollente e 2 cucchiai di sale fino. Lasciate in ammollo per 5 o 6 ore. Dopodiché lavatela sempre con il lato non abrasivo della spugnetta, eliminando tutto il caffè e i fondi attaccati.

Poi sciacquate e asciugate per bene. Non riponetela subito nel mobile, ma lasciatela su un mobile con il passaggio d’aria fresca.

Aceto

Il secondo consiglio per pulire a fondo la moka è l’uso dell’aceto bianco d’alcol, un vero alleato delle pulizie.

Avendo un odore meno forte rispetto a quello di vino, risulta la scelta più efficace in questo caso.

Preparate una ciotola con acqua calda e versate mezzo bicchiere d’aceto. Smontate la moka e controllate sempre tutti i pezzi come abbiamo detto sopra per il bicarbonato.

Mettete il tutto in ammollo per 5 ore circa, successivamente togliete i pezzi e usate un panno in microfibra imbevuto d’aceto per eliminare eventuali macchie. Sciacquate poi più volte con acqua corrente e asciugate accuratamente.

Avvertenze

La moka è un tipo di macchinetta per preparare il caffè che resiste molto nel tempo. Tuttavia, quando vedete che è particolarmente consumata, che non si avvita bene o che dà sempre un sapore sgradevole al caffè, potrebbe essere il caso di cambiarla.