Come lavare i Termosifoni all’Interno e all’Esterno?

237
come-pulire-termosifoni-interno-esterno

Con l’arrivo dell’autunno le temperature iniziano ad abbassarsi e nasce l’esigenza di riscaldare il nostro ambiente.

La maggior parte delle persone in casa ha i termosifoni in varie stanze, queste apparecchiature si sporcano notevolmente quando non sono in funzione, perché accumulano la polvere e lo sporco.

Dunque, prima di accenderli, bisogna fare una pulizia approfondita.

Vediamo come lavare il termosifone all’interno e all’esterno!

Prima di iniziare

Prima di iniziare, controllate lo stato dei vostri caloriferi, in alcuni casi, infatti, potrebbe essere opportuno consultare un esperto.

Inoltre, posizionate un panno in microfibra sotto e dietro al termosifone, in modo che la polvere non macchi il muro e il pavimento.

Assicuratevi che il panno posteriore ricopra tutta la superficie del termosifone, così da non far fuoriuscire lo sporco.

Togliere la polvere con il Phon

La prima cosa da fare è senza dubbio togliere la polvere, potete sfruttare il getto d’aria del phon.

Accendetelo con una velocità media e aria fredda, mettete il beccuccio così che possiate inserirlo anche negli spazi stretti.

Passate il phon sulla parte superiore del termosifone e fate cadere tutta la polvere, poi procedete con i lati stando attendi alle fessure. Infine passatelo sotto al calorifero.

In questo modo, con l’aiuto anche dei panni posizionati dietro e sotto, questo passaggio sarà molto semplice.

In alternativa usate l’aspirapolvere con l’apposito beccuccio, oppure un piumino sottile a fibre elettrostatiche.

Metodo Acqua e Bacinella

Un altro metodo utilizzato prevede acqua e sapone di Marsiglia, secondo il metodo Acqua e Bacinella!

Attenzione! Per questo rimedio è importantissimo mettere sotto al termosifone degli asciugamani con sopra una bacinella larga tanto da raccogliere tutta l’acqua.

Tutto quello che dovrete fare è riempire un recipiente con acqua calda sciogliere all’interno un cucchiaio di sapone di Marsiglia liquido (se avete il panetto, fondete le scaglie a bagnomaria).

Versate la miscela nei fori del termosifone e lasciate scorrere per bene. Per asciugare potete mettere un panno in microfibra sull’asta appendiabiti oppure un asta sottile.

Questo ulteriore passaggio vi permetterà di asciugare in modo più veloce. Fate passare anche tutto il giorno e la notte prima di accenderli, così i termosifoni saranno completamente asciutti.

Se il pavimento è molto delicato o non potete far scorrere l’acqua, prediligete il Trucchetto del Phon.

Pulizia interna

Per effettuare la pulizia interna del termosifone, i passaggi sono molto semplici e veloci!

Posizionate una bacinella sotto alla valvola dell’acqua per non bagnare le piastrelle.

Svitate con delicatezza la valvola con una chiave apposita, oppure con l’attrezzo uscito direttamente nello scatolo del calorifero.

Fate uscire solo l’acqua nera che uscirà non appena aprite la valvola. È importante infatti non far uscire fino all’ultima goccia, per cui una volta uscita l’acqua più sporca, richiudete.

Ecco fatto, avete concluso la pulizia interna!

N.B. Nel caso abbiate termosifoni più nuovi, se non siete sicuri di come procedere, chiamate un esperto poiché per pulire l’interno dovrà regolare la pressione dell’acqua.

Pulizia esterna

Ora possiamo passare alla pulizia esterna, i termosifoni sono formati prettamente in ghisa, alluminio e metallo. Vediamo come lavarli per bene!

Termosifoni in ghisa

termosifoni in ghisa sono un po’ più delicati rispetto agli altri, ma molto belli esteticamente. Si scelgono in ambienti più impegnativi e lussuosi.

Dopo aver tolto la polvere, completate la pulizia semplicemente con acqua e sapone di Marsiglia liquido o sciolto a scaglie.

Per procedere, sciogliete due cucchiai di sapone di Marsiglia liquido o a scaglie in una bacinella con acqua calda e usate un panno in microfibra per rimuovere l’eccesso di polvere.

In caso di macchie più ostinate, potete creare una pasta con 2 cucchiai di sapone di Marsiglia bicarbonato a sufficienza fino ad ottenere un composto denso.

Utilizzate quest’ultimo su una spugnetta e rimuovete la macchia, successivamente sciacquate bene e asciugate.

Ricordatevi che l’acqua si sporcherà velocemente, dunque cambiatela man mano che effettuate il lavaggio.

Termosifoni in alluminio o metallo

termosifoni in alluminio o metallo sono molto resistenti e si puliscono facilmente.

In questo caso potete completare la pulizia con aceto bianco e se volete qualcosa si profumato, aggiungete anche il limone.

Dovrete semplicemente riempire un secchio d’acqua calda e versare all’interno mezzo bicchiere di aceto e il succo di un limone.

Passate prima una spugnetta non abrasiva per rimuovere eventuali tracce di sporco, dopodiché strizzate il panno in microfibra ed sciacquate bene.

Anche in questo caso, potrebbe essere opportuno cambiare ripetutamente l’acqua. Fate inoltre attenzione nel caso in cui abbiate i pavimenti in marmo.

Avvertenze

Assicuratevi sempre dello stato dei vostri caloriferi, soprattutto se notate che non si riscaldano. Abbiate cautela nel lavarlo per non sporcare altre zone della casa. Inoltre assicuratevi che l’impianto di riscaldamento sia spento.