Come ridurre l’Umidità in casa con questi 3 semplici Rimedi che alcune persone ignorano

131
come-ridurre-umidita-casa

Quando arriva l’inverno le temperature si abbassano e il tasso di umidità aumenta esponenzialmente.

In casa, quindi, si iniziano ad avere vari problemi, dal bucato che può emanare cattivi odori alla condensa sul pavimento. Di solito, per chi lo possiede in casa, un deumidificatore rappresenta una soluzione efficace.

Tuttavia, per chi non ha quest’apparecchio o per chi vuole avere un ulteriore cautela nel non far aumentare l’umidità, si possono usare dei semplici rimedi che spesso si ignorano.

Sono semplici e richiedono solo un po’ d’attenzione, scopriamoli insieme!

Ridurre il numero di piante in casa

Senza dubbio avere le piante in casa rende l’ambiente più carino, confortevole e personale.

Tra ciclamini, orchidee, ortensie e quant’altro, nessuno rinuncia ad avere i fiori in casa. Tuttavia è bene che sappiate che per quanto belle, le piante fanno aumentare notevolmente in tasso di umidità nel vostro ambiente.

Dunque l’ideale sarebbe riporle fuori al balcone, sui davanzali delle finestre oppure in prossimità di luoghi della casa in cui c’è un buon passaggio d’aria fresca.

Far arieggiare in momenti specifici

Saprete bene che la prima regola per non avere umidità in casa è far arieggiare costantemente. Bisognerebbe lasciar passare l’aria almeno 2 o 3 volte al giorno.

I momenti più indicati sono la mattina prima di rifare il letto e durante le pulizie domestiche, in modo tale da togliere anche eventuali cattivi odori accumulati durante la notte.

Poi sarebbe opportuno far arieggiare di nuovo dopo pranzo, così da far uscire tutto il vapore dato dalle fiamme e dalla preparazione di sughi particolari.

L’ideale, poi, sarebbe anche di sera, dopo cena e prima di andare a dormire, dato che la notte è un momento in cui si tendono a chiudere balconi e finestre per stare più caldi.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Un altro momento importante in cui aprire la finestra è dopo aver effettuato una doccia, soprattutto se bollente, poiché si crea la condensa sulle piastrelle e sugli specchi e si genera l’umidità.

Deumidificatore

Abbiamo detto prima l’importanza di avere un deumidificatore in casa per risolvere gran parte del problema in questione.

Se non lo possedete in casa, non preoccupatevi! Potete crearne uno da soli e con pochi e semplici ingredienti.

Il primo ed efficace elemento naturale che assorbe per bene l’umidità è il sale grosso!

Dunque potete preparare un deumidificatore profumato, oppure riempire semplicemente uno o più barattoli con il sale e inserirli negli angoli della casa o nelle stanze più umide.

Giorno dopo giorno, l’ingrediente assorbirà l’umidità e tenderà a sciogliersi, sarà quello il momento opportuno per cambiare il sale.

In alternativa al sale potete servirvi dei chicchi di riso, il procedimento è uguale a quello appena descritto. Ricordatevi sempre di controllare che non si sciolga!