7 Consigli sul Frigorifero che dovresti seguire per Risparmiare sulla Bolletta

398
come-risparmiare-bollette-frigorifero

Per quanto vogliamo evitare consumi, in casa ci sono degli elettrodomestici necessari di cui non possiamo fare a meno, in quanto ci aiutano nella nostra quotidianità. Tra questi: il frigorifero, il quale ci permette di mantenere sempre i cibi freschi.

Il fatto, però, che sia acceso ininterrottamente, combinato con un utilizzo non sempre corretto che ne facciamo, fa sì che spesso questo elettrodomestico assorba troppa energia e finisca per consumare molto.

Ma se vi dicessimo che basta seguire una serie di accorgimenti per ridurre i consumi e risparmiare subito in bolletta? Scopriamo insieme come fare!

Posizionatelo in modo corretto

Sebbene possa sembrarci banale, in realtà la posizione del frigorifero è importante per ridurre i consumi. Se, infatti, è posizionato troppo vicino alla parete potrebbe consumare di più perché il calore della serpentina non viene smaltito e il compressore del frigorifero dovrà lavorare di più (e quindi consumare di più) per garantire la giusta funzionalità dell’elettrodomestico.

Pertanto, vi consigliamo di posizionarlo sempre a una distanza di circa 10 cm dalla parete così da permettere la giusta areazione. Inoltre, sarebbe bene evitare la vicinanza con delle fonti di calore quali termosifoni, fornelli, ecc, in modo da non aumentare la temperatura.

Impostate la giusta temperatura

Un altro accorgimento da seguire consiste nell’impostare sempre la giusta temperatura interna che dovrà oscillare tra i 4 e i 6 gradi.

Cercate, quindi, di non diminuire le temperature sotto questi valori perché temperature più basse potrebbero causare un consumo maggiore di elettricità.

Ordinate i cibi negli appositi scomparti

I ripiani del frigo hanno una funzione ben specifica in quanto ognuno di loro è pensato per “accogliere” determinati cibi e mantenerli freschi il più possibile.

Pertanto, non procedete con una disposizione dei cibi casuale, ma collocate i formaggi, il burro e i dolci nei ripiani alti che sono più freschi e i cibi già cotti, i sughi e gli affettati da mangiare entro pochi giorni nei ripiani di mezzo, che hanno una temperatura media.

Nei ripiani più bassi, invece, mettete gli alimenti che non necessitano di temperature molto basse, quali la verdura e frutta, che vanno riposti nei cassettoni appositi. Se rispettate questo ordine, permetterete ai vostri cibi di mantenersi freschi e al vostro frigorifero di “lavorare meno”.

Non introducete cibi caldi

Mettere cibi troppo caldi all’interno del frigorifero potrebbe generare uno scompenso di temperatura. Pertanto, è richiesto, poi, il consumo di più energia per riportare l’elettrodomestico alla temperatura ideale.

Vi consigliamo, quindi, di far sempre raffreddare il cibo prima di metterlo in frigo e di congelare i cibi in porzioni molto piccole così da avere un minor dispendio di energia.

Non riempitelo troppo ma non svuotatelo

È meglio riempire molto il frigorifero così da sfruttarlo il più possibile o mettere solo pochissime cose? Nessuna delle due cose è consigliabile!

Riempirlo, infatti, in maniera eccessiva farà sì che ci voglia più energia per garantire la giusta conservazione dei cibi, mentre averlo quasi vuoto non aiuta a mantenere bassa la temperatura.

Vi consigliamo, quindi, di mettere la giusta quantità di alimenti senza esagerare. Soprattutto in inverno, infatti, ci sono cose che potete lasciare al di fuori del frigorifero, sfruttando così le basse temperature esterne.

Al contempo, però, in caso sia troppo vuoto, sarebbe meglio posizionare sui ripiani alcune bottiglie d’acqua, le quali hanno una capacità termica tale da aiutare a mantenere basse le temperature e a ridurre il consumo di energia.

Non aprite troppo la porta

Quante volte vi capita di aprire lo sportello del frigorifero inutilmente e lasciarlo così per qualche minuto, magari cercando qualcosa da mangiare? O quante volte lo lasciate aperto nel frattempo che bevete?

In realtà, ogni volta che aprite il frigorifero, il freddo tende a disperdersi (anche se aprite e chiudete velocemente) e la temperatura ad innalzarsi. Perciò, il compressore dovrà consumare di più per riportare l’interno del frigorifero alla temperatura ottimale. Quindi…evitate di aprirlo inutilmente!

Pulitelo regolarmente

Può sembrare un consiglio un po’ banale, eppure è davvero importante procedere con la pulizia regolare di questo elettrodomestico, in quanto eviterete gli accumuli di ghiaccio che tendono a compromettere il giusto funzionamento dell’elettrodomestico.

Mescolate, quindi, parti uguali di acqua e aceto bianco e unite i due ingredienti in uno spruzzino. Dopodiché, agitate un po’ e vaporizzate la soluzione negli scomparti e lungo le pareti del frigorifero. Strofinate con una spugnetta, risciacquate e asciugate accuratamente con un panno pulito. 

L’aceto non solo aiuterà a sgrassare il vostro frigorifero ma anche ad eliminare tutti i cattivi odori al suo interno!

Avvertenze

Ricordate di mantenere la spina staccata per pulire il frigo in tutta sicurezza. Seguite sempre le indicazioni di produzione.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.