Addio agli aloni gialli sulle T-Shirt bianche con un solo Cucchiaio di questo ingrediente

314
t-shirt-macchie-gialle

In estate, tutte noi non possiamo fare a meno delle t-shirt bianche, le quali sono fresche, casual e abbinabili su ogni outfit!

Per quanto belle, però, tendono ad ingiallirsi facilmente a causa della troppa esposizione al sole o del passare del tempo, perdendo, così, il loro candore originario.  

Ma sapevate che vi bastava un solo cucchiaio con questi ingredienti per risolvere il problema delle t-shirt ingiallite in maniera facile e veloce? Ebbene sì! Vediamo insieme come fare!

Aceto

Il primo rimedio che vi consigliamo consiste nell’utilizzare l’aceto, un ingrediente noto proprio per le sue proprietà pulenti, sgrassanti e sbiancanti. Insomma, una manna dal cielo per le nostre t-shirt ingiallite!

Tutto ciò che dovrete fare, quindi, è riempire una bacinella con acqua calda e 1 bicchiere d’aceto e mettere, poi, in ammollo le t-shirt per qualche ora o per tutta la notte. Dopodiché, risciacquatele e procedete con il lavaggio comune a mano o in lavatrice.

Per un effetto ancora più sbiancante ed efficace, potete mettere 1 tazzina d’aceto direttamente nella vaschetta del detersivo in lavatrice, insieme ad 1 cucchiaino dell’olio essenziale che preferite. Le vostre t-shirt saranno bianche e profumate come non mai!

Bicarbonato

Un altro ingrediente molto utile per sbiancare le vostre magliette è il bicarbonato di sodio, il trucchetto della nonna in grado di sbiancare il bucato in maniera facile e veloce!

In una bacinella contenente acqua e 3 cucchiai di bicarbonato di sodio, mettete in ammollo le vostre magliette per qualche ora o tutta la notte. Se volete procedere, poi, con il lavaggio in lavatrice, vi consigliamo di aggiungere 1 misurino di prodotto direttamente nel cestello.

Il bicarbonato, inoltre, può essere utilizzato anche per togliere gli aloni di sudore o di deodorante nella zona sub-ascellare delle vostre magliette!

Percarbonato di sodio

Simile al bicarbonato, ma più efficace è il percarbonato di sodio, il quale ha una funzione candeggiante ed è in grado, appunto, di sbiancare il bucato senza ricorrere alla candeggina!

Per poter attivare, però, le sue proprietà sbiancanti, vi ricordiamo di utilizzarlo sempre con una temperatura di almeno 40 gradi. Perciò, aggiungete mezzo misurino di prodotto in lavatrice con le t-shirt ingiallite e avviate il lavaggio: le vostre maglie avranno di nuovo il candore originario!

Succo di limone

Il limone, si sa, è un agrume molto noto per le sue proprietà sbiancanti e soprattutto deodoranti. È in grado, infatti, di profumare il nostro bucato in maniera del tutto naturale!  

Per usarlo sulle magliette ingiallite, vi basterà riempire una bacinella con acqua calda, aggiungere il succo di 2 limoni grandi e mettere le vostre t-shirt in ammollo per qualche ora. Dopodiché, risciacquatele e completate il lavaggio a mano o in lavatrice.

Sapone di Marsiglia

Dopo l’aceto, il bicarbonato e il limone, come poteva mancare all’appello il sapone di Marsiglia, dall’odore inebriante tale da rendere il bucato fresco e super profumato? Inoltre, è in grado anche di smacchiare!

Mettete, quindi, le vostre magliette in ammollo in una bacinella contenente acqua calda e 2 cucchiai di sapone in scaglie o liquido e lasciatele per qualche ora.

Dopodiché, procedete con il comune lavaggio in lavatrice versando 1 cucchiaio di prodotto in scaglie direttamente nella vaschetta del detersivo. E che profumo!

Acqua ossigenata

Infine, vediamo l’ultimo rimedio più strong da provare se i rimedi suggeriti non hanno funzionato del tutto: l’acqua ossigenata! Sebbene, infatti, non sia propriamente naturale, è comunque ecologica e può essere utilizzata, quindi, per rimuovere le macchie gialle dai capi bianchi.

In una bacinella contenente acqua calda, aggiungete 3 cucchiai di acqua ossigenata e mettete, poi, in ammollo le magliette per un’oretta. In alternativa, potete anche direttamente versare 2 cucchiai in lavatrice nella vaschetta del detersivo. E voilà: le vostre magliette saranno come nuove!

N.B Vi ricordiamo di utilizzare sempre l’acqua ossigenata a 10 volumi, ovvero per scopo domestico, in quanto volumi superiori potrebbero irritare la pelle ed essere tossici.

Avvertenze

Vi ricordo di leggere attentamente le etichette di lavaggio dei vestiti per non rischiare di rovinarli.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.