Come sbiancare i panni senza candeggina!

40145
percarbonato-rimedi-naturali

Quando il bucato presenta delle macchie ostinate, per rimuoverle utilizziamo qualunque rimedio possa riportare i nostri vestiti allo splendore di un tempo!

Per sbiancare o smacchiare i panni, molto spesso si ricorre a detergenti chimici e prodotti industriali che non solo fanno male all’ambiente, ma possono anche irritare la nostra pelle!

Prima tra tutti la candeggina, che spesso utilizziamo per rimuovere le macchie dai capi bianchi.

In realtà, questo composto chimico non fa così bene ai nostri vestiti preferiti. Con il tempo, ne danneggia le fibre e la morbidezza.

Ecco perché oggi vogliamo rivelarvi tanti rimedi naturali, ecologici e casalinghi, per sbiancare i panni senza candeggina!

Percarbonato di sodio

Dedichiamo la nostra attenzione a un prodotto che non tutti conoscono, ma che allo stesso tempo può rappresentare una vera svolta: il percarbonato di sodio.

Questo composto naturale ed ecosostenibile è in genere adoperato per la realizzazione di detersivi biologici ed ecologici.

Non confondetelo con il perborato di sodio, un altro composto utilizzato tempo fa ma che presenta alti livelli di tossicità per l’ambiente.

Il percarbonato di sodio si presenta come una polvere bianca, molto simile al bicarbonato, e acquistabile nei negozi bio, nei migliori supermercati e anche online.

Ma come possiamo utilizzarlo per sbiancare i panni senza la candeggina? Diciamo innanzitutto che il percarbonato si attiva con alte temperature, quindi l’acqua deve essere almeno di 50°.

Per usarlo al posto della candeggina, inserite mezzo misurino direttamente nel cestello della lavatrice come additivo al vostro detersivo bio.

Se volete usarlo per lavaggi a mano, ricordate sempre che l’acqua deve essere molto calda e lasciate in ammollo i capi per almeno 20/30 minuti. Ricordate di indossare i guanti.

Se le macchie sono ostinate, potete lasciare i capi in ammollo tutta la notte. Il percarbonato di sodio va bene sia per i panni bianchi che quelli colorati, ma non è adatto per alcuni tessuti, come:

  • seta
  • lana
  • rayon
  • microfibra

Aceto

Il più antico dei rimedi, ma anche quello più discusso, è l’aceto bianco. Questo rimedio casalingo si presta a usi differenti, come per la pulizia dei vetri o come anti-calcare.

Ma l’aceto ha proprietà smacchianti e aiuta a ritrovare la brillantezza dei propri panni.

Per l’uso in lavatrice come anti-calcare e ammorbidente, molti ne sconsigliano l’utilizzo poiché, rispetto al suo compagno acido citrico, ha un impatto non proprio ecologico sull’ambiente.

Però possiamo riempire una bacinella di acqua calda, aggiungere dell’aceto bianco quanto basta e immergere i nostri panni non più bianchi.

Lasciamoli in ammollo anche per una notte e procederemo con il lavaggio abituale.

Limone

Le proprietà sgrassanti e naturali del limone sono ormai note.

Questo metodo è molto semplice ed economico. Vi basta mettere a bollire dell’acqua con delle fette di limone o anche lime.

Versate il tutto nella bacinella e inserite i vestiti. Lasciateli in ammollo e vedrete che saranno rinvigoriti!

Con l’olio

Avete capito bene! Esiste un altro metodo molto antico che consiste nel mettere in una pentola 1 litro e mezzo di acqua e aggiungere:

  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaio di sale grosso
  • olio di semi, sempre un cucchiaio
  • e un po’ del vostro detersivo in polvere abituale

Questo metodo è molto utile quando abbiamo delle maglie ingrigite dal tempo che faticano a tornare come una volta.

Mettete a bollire la maglia nel liquido e quando l’acqua sarà arrivata ad ebollizione spegnete il fuoco e lasciate che intiepidisca.

Bicarbonato

Non dimentichiamoci del buon vecchio bicarbonato di sodio! Utilissimo per le pulizie di casa, è un ottimo anti-odore dalle proprietà sbiancanti.

Vi basta solo aggiungerne mezza tazza il lavatrice, in combinazione con il vostro detersivo bio e il gioco è fatto!

Acqua ossigenata

Non tutti sanno che esistono tantissimi usi alternativi dell’acqua ossigenata. Infatti non serve solo per disinfettare le ferite.

L’acqua ossigenata, ovvero perossido di idrogeno, svolge un’azione sbiancante. Per uso quotidiano, troviamo in commercio quella diluita al 3% o al 3,6%, ovvero quella a 10 e 12 volumi.

Si tratta di un vero portento per le macchie, soprattutto quelle di sangue sui vestiti e sui materassi.

Per i capi bianchi, basta metterne un cucchiaio nel cassetto della lavatrice. Per le macchie, mettetene qualche goccia su un batuffolo di cotone e tamponate.

Avvertenze

Ricordiamo che è molto importante leggere l’etichetta e le indicazioni di lavaggio fornite dal produttore, onde evitare spiacevoli inconvenienti con i vostri capi.

Indossate i guanti, per proteggere al meglio le vostre mani.

Altri consigli utili

Ecco altri consigli che vi possono essere utili per il bucato:

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.