Come spolverare i Muri da cima a fondo con un Metodo semplice e salva-tempo

147
spolverare-muri

Arriva sempre quel momento dell’anno in cui è necessario dare una bella ripulita ai muri della casa!

Ci sono alcune tipologie di muro che sono tranquillamente lavabili, altri a cui bisogna fare molta più attenzione, ma una cosa è certa: le macchie compaiono sempre.

Per non fare troppa fatica ci sono alcuni metodi che riescono a spolverare bene i muri da cima a fondo in modo da liberarsi di macchie e polvere.

Scopriamoli insieme così da averli come nuovi in poco tempo!

Scopa per gli angoli

Una cosa molto difficile da pulire quando parliamo di muri sono senza dubbio gli angoli.

È per tale motivo che vi consiglio vivamente di usare una scopa in modo da rendere questo passaggio veloce e affaticarvi poco.

Prendete, quindi, una scopa dalle setole morbide e montatela su una mazza abbastanza lunga da arrivare agli angoli dei muri.

Capovolgetela e poi procedete togliendo in maniera efficace la polvere negli angoli, continuate anche lungo tutto il perimetro delle pareti.

Piumino cattura polvere

Per il resto del muro, una scopa potrebbe risultare leggermente aggressiva, per cui vi suggerisco di prediligere un piumino cattura polvere.

Assicuratevi che le fibre siano morbide e soprattutto che siano elettrostatiche, così che trattengano efficacemente la polvere senza trasferirla da una zona all’altra della parete.

Passate il piumino lungo tutta la superficie del muro senza spruzzare particolari prodotti sopra.

Nel caso in cui la lunghezza del piumino non riesce ad arrivare sulle parti alte del muro, potete legarlo sempre ad una mazza usando lo scotch, in questo modo si faciliterà di molto la pulizia.

Ecco fatto, abbiamo completato la prima parte della pulizia del muro!

Per le macchie

Non solo la polvere, ma ahimè anche le macchie sono una bella gatta da pelare!

Tra tutti i posti della casa in cui si formano, i muri sono quelli che vorremo sempre evitare, in particolare quando sono prodotti dalla composizione oleosa e grassosa come vari cibi.

Se si agisce tempestivamente, si può cercare di risolvere il problema dello sporco, ma vediamo le tipologie di macchie più diffuse!

  • Muffa: per toglierla versate 1 bicchiere d’aceto bianco in 1 litro d’acqua e trasferite tutto in un vaporizzatore. Spruzzate su un panno e poi procedete tamponando in maniera molto delicata. Vedrete che verrà via in poco tempo!
  • Pennarelli: ahimè sono le macchie più antipatiche da togliere, ma potete provare a sciogliere 1 cucchiaio di scaglie di sapone di Marsiglia in un po’ d’acqua. Immergete una spugnetta nella soluzione e procedete strofinando delicatamente solo sulla zona interessata, poi lasciate asciugare e se necessario ripetete più volte il passaggio.
  • Cibo: queste sono quelle che temiamo un po’ tutti! Se sono macchie di unto, potete spargere sopra del borotalco in modo da assorbire la parte oleosa. Una volta asciugato, dovrete passare una soluzione di acqua ed aceto. Per tutte le altre macchie potete usare solo acqua e aceto senza far assorbire.
  • Macchie del tempo: ci sono dei segni del tempo sui muri quando invecchiano che sono alquanto difficili da togliere. Fate una pasta densa con bicarbonato e acqua a filo, spalmatela sulla macchia e lasciate seccare. Successivamente strofinate con un panno e vedrete che sarà andata via o quantomeno sbiadita.
  • Strisce di scarpe: stare poggiati con le scarpe al muro o formare accidentalmente delle macchie succede molto spesso. Per toglierle dovrete arrotolare un po’ di mollica di pane e strofinarla sulla macchia.

Avvertenze

Assicuratevi che i muri siano lavabili prima di procedere con i vari rimedi. Se non lo sono, provate prima in un angolo nascosto per non rischiare di macchiarli ulteriormente o danneggiarli.