Sgrassa anche le Macchie più ostinate sul Piano Cottura con 1 bicchiere d’Aceto

165
bicchiere-aceto-cucina

Potremmo dire che, insieme al lavello, il piano cottura rientra tra gli elementi più usati della cucina!

Non a caso è quello che si sporca più facilmente e tende ad assorbire l’unto se non si presta attenzione alla cura e alla pulizia.

Per metterlo a nuovo e sgrassare anche le macchie più ostinate, tuttavia, vi occorre soltanto un bicchiere d’aceto!

Vediamo insieme come usarlo al meglio!

Addio cattivi odori

Quando si cucinano cibi dall’odore particolarmente forte come le uova, il pesce o la frittura, all’interno della cucina resta sempre un tanfo abbastanza sgradevole.

Talvolta questa persiste anche dopo un’accurata pulizia, dunque come risolvere questo problemino?

Semplice, usando il nostro caro aceto! Tutto quello che dovrete fare è riempire un bicchiere pieno di prodotto e lasciarlo sotto la cappa accesa per un’oretta.

In questo tempo noterete che gli odori si ridurranno perché l’aceto li avrà assorbiti tutti in modo semplice e veloce!

Addio sporco

La prima che, naturalmente, potete fare con l’aceto è dire addio allo sporco sul piano cottura!

Il cibo, le macchie d’acqua e la polvere si incastrano spesso e volentieri in ogni angolo e non permettono a quest’elemento di restare sempre lucido e pulito.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Risolvete, dunque, questo problemino mettendo 1 bicchiere d’aceto in un vaporizzatore da 400 ml e allungate dell’acqua fino a riempirlo completamente.

Spruzzate sul piano cottura, poi passate una spugnetta non abrasiva e strofinate fino a togliere lo sporco. Risciacquate con un panno in microfibra e il risultato sarà fantastico!

Per togliere i graffi

Talvolta sul piano cottura, soprattutto se è in acciaio, si formano tantissimi graffi.

Questi sono il risultato di un eccessivo sfregamento durante il lavaggio, dell’uso di spugnette inadatte o di altre cattive abitudini come poggiare materiale bollente sopra.

Bene, per fare in modo che questi segni possano sparire, l’aceto è la soluzione che fa per voi!

Dovrete semplicemente riempire un bicchierino con dell’aceto, immergere l’angolo di un panno in microfibra all’interno e strofinare delicatamente in direzione dei graffi.

Lasciate così per 5 minuti, poi risciacquate.

Per lucidare

Tutti desiderano avere non solo il piano cottura, ma tutta la cucina sempre lucida e perfetta!

Una delle caratteristiche più amate ed apprezzate dell’aceto è proprio la sua capacità di rendere le superfici su cui lo si usa sempre brillanti.

È per questa ragione che non posso fare a meno di consigliarvelo, vediamo subito come sfruttarlo a nostro vantaggio!

Quando volete soltanto lucidare, dopo aver lavato accuratamente il piano, dovrete semplicemente mettere qualche goccia di aceto su un panno in microfibra ben strizzato e passarlo su tutta la superficie.

Fuochi e piattelli

Del piano cottura fanno parte anche fuochi e piattelli, elementi che quando si incrostano diventano una bella sfida!

Non è sempre semplice trovare una soluzione che possa metterli a nuovo, ma basta usare bene un bicchiere d’aceto!

Dovrete versarlo in una ciotola con acqua calda e poi mettere in ammollo fuochi e piattelli per almeno 2 ore, così che tutta l’ossidazione e lo sporco si possano sciogliere.

Successivamente passate una spugnetta per mandare via i residui, risciacquate e asciugate accuratamente…torneranno come nuovi!

Griglie

A completare la disposizione del piano cottura sono le griglie!

Anche in questo caso stiamo parlando di utensili particolarmente “antipatici” da pulire, soprattutto quando lo sporco si insinua negli angoli.

Tuttavia non c’è da preoccuparsi! Mettete 1 bicchiere d’aceto in un vaporizzatore e allungate mezzo bicchiere d’acqua. Vaporizzate una quantità abbondante della soluzione sulle griglie e lasciate così per un’ora.

Dopodiché strofinate con una spugna non troppo abrasiva ed ecco che saranno di nuovo pulite!

Avvertenze

Vi ricordo di provare l’aceto rima in angoli non visibili così da verificare che possiate usarlo sul vostro piano cottura.