Come togliere la Muffa dagli angoli dei Muri con 4 Metodi naturali ed economici

314
muffa-angoli-muri

La muffa è quella cosa che non vorremmo mai vedere all’interno del nostro ambiente, dato che è antiestetica e spesso difficile da rimuovere.

Questa si può formare dappertutto, dalle pareti fino ad arrivare all’armadio e ai vestiti!

Insomma, quando ce la ritroviamo da qualche parte, dobbiamo armarci di tanta pazienza e soprattutto dei rimedi giusti per rimuoverla completamente.

Oggi ci occuperemo di vedere in che modo togliere la muffa dagli angoli dei muri, una zona particolarmente colpita a causa dell’umidità.

Scopriamo insieme come risolvere questo problema con 4 metodi naturali ed economici!

Bicarbonato di sodio

Il primo rimedio molto efficace che vedremo prevede l’utilizzo del bicarbonato di sodio!

Quest’ingrediente è sempre in cima ai rimedi per togliere via la muffa data la sua leggera azione abrasiva e la sua proprietà pulente.

Tutto quello che dovete fare è riempire una ciotola con acqua tiepida (possibilmente demineralizzata) e mettere all’interno 2 cucchiai di bicarbonato.

Fate sciogliere il prodotto completamente e usatelo per lavare il muro, tamponando in particolare sulla zona dov’è presente la muffa.

Lasciate asciugare e ripetete l’operazione nel caso in cui dovesse essere ancora presente la muffa.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Aceto Bianco

L’aceto bianco è un altro ottimo espediente per dire addio alla muffa dagli angoli dei muri!

Questo perché l’aceto bianco è utile anche a contrastare la comparsa della muffa e a mantenere pulite le superfici per un periodo prolungato.

Tant’è che viene usato in generale per lavare le pareti di casa!

Il procedimento è molto semplice, dovrete riempire un contenitore spray con acqua e aceto in parti uguali. Successivamente vaporizzate la miscela sul muro (assicuratevi prima di poterlo fare senza danneggiarlo), oppure su un panno in microfibra.

Tamponate con cura senza strofinare per rimuovere la muffa e infine fate asciugare per bene!

Succo di limone

Oltre al bicarbonato di sodio e all’aceto bianco, vi potete affidare anche alle mille proprietà del succo di limone per risolvere il problema della muffa!

Dovrete prendere due cucchiai di succo di limone filtrato e inserirle in 2 tazze d’acqua tiepida.

In seguito vaporizzate il composto sulla macchia e lasciate agire per un po’ di tempo in modo che possa agire e sciogliere la muffa.

Trascorso il tempo necessario, risciacquate con un panno in microfibra inumidito con acqua tamponando leggermente.

Per potenziare l’azione, potete inserire anche qualche goccia di tea tree oil insieme agli altri ingredienti!

Sale Grosso

In ultimo possiamo usare anche il sale grosso non propriamente per pulire la muffa, ma per contrastare l’umidità che ne è responsabile.

Si possono creare diversi assorbiumidità profumati sia con il riso che con il sale grosso.

Questo metodo può essere l’ideale per chi non possiede un deumidificatore elettrico o per chi vuole usare anche dei rimedi alternativi.

Dovrete soltanto mettere un barattolo pieno di sale grosso in prossimità della zona in cui c’è la muffa o nei posti in cui tende a crearsi.

Avvertenze

Vi ricordo di usare questi metodi prima su in un angolino nascosto per assicurarvi di non danneggiare le superfici.