Come togliere la Puzza di Umido dalle Lenzuola quando Piove?

619
puzza-umido-lenzuola

Le giornate di pioggia ormai sono arrivate e se c’è una cosa che proprio non sopportiamo è l’idea di non avere più il bucato fresco e profumato come lo otteniamo in estate. L’eccesso di umidità, infatti, tende ad appoggiarsi sui capi e a farli puzzare così da vanificare tutto lo sforzo del lavaggio.

Nel caso delle lenzuola, poi, dove è già difficile averle sempre profumate a causa del loro ingombro che non sempre permette di asciugarle bene, la pioggia sembra peggiorare ancora di più la situazione.

Per questo, oggi vedremo insieme come togliere la puzza di umido dalle lenzuola quando piove e come renderle profumate come non mai!

Sapone di Marsiglia e bicarbonato

Quando si parla di lenzuola profumate, non si può non citare il tanto amato sapone di Marsiglia, un ingrediente dalle proprietà pulenti molto delicate, in grado anche di rilasciare un profumo inebriante!

Il bicarbonato, invece, è efficace per neutralizzare il cattivo odore dovuto all’umidità. Aggiungete, quindi, un cucchiaio di bicarbonato e e 2 cucchiai di sapone di Marsiglia liquido nella vaschetta del detersivo e avviate, poi, il ciclo di lavaggio.

Per ottenere un maggior profumo, potete aggiungere anche 10 gocce di olio essenziale che preferite.

E voilà: le vostre lenzuola saranno così profumate che vi verrà voglia di avvolgervi al suo interno!

Acido citrico

Un altro rimedio molto efficace consiste nell’utilizzare una soluzione all’acido citrico, un composto ecologico dalle proprietà deodoranti e pulenti. Sebbene sia meno conosciuto dell’aceto, infatti, l’acido citrico è utile per pulire molte superfici della casa!

In una brocca, quindi, versate 500 ml di acqua tiepida e sciogliete 75 grammi di acido citrico, mescolando molto bene. Poi aggiungete 10 gocce del vostro olio essenziale preferito.

Utilizzate, quindi, circa 100 ml di questa soluzione durante il lavaggio in lavatrice e… il gioco è fatto!

Aceto e bicarbonato

Come poteva mancare il binomio aceto e bicarbonato? Quando si parla di neutralizzare i cattivi odori, infatti, questi due ingredienti si rivelano un must, grazie alle loro proprietà.

Vi consigliamo di usare prima l’uno e poi l’altro: per il primo lavaggio, quindi, aggiungete una tazza di aceto bianco nella vaschetta della lavatrice.

Una volta terminato, poi, eseguite un secondo lavaggio aggiungendo il bicarbonato. Sia il bicarbonato che l’aceto, però, sono in grado di eliminare i cattivi odori, ma non conferiscono un buon profumo.

Per questo, potrebbe essere utile aggiungere al bicarbonato anche alcune gocce di oli essenziali che, oltre a profumare, posseggono innumerevoli proprietà.

N.B. Sull’utilizzo dell’aceto ci sono dei pareri discordanti. Molti sconsigliano di utilizzarlo soprattutto ad alte temperature, poiché potrebbe rilasciare sostanze nocive nell’ambiente. Come alternativa più ecologica, si può utilizzare l’acido citrico.

Succo di limone

Infine, si può utilizzare il tanto amato succo di limone, noto proprio per le sue proprietà sbiancanti e per l’inebriante profumo naturale che rilascia sul bucato.

Mescolate in 5 litri d’acqua circa 600 ml di succo limone e immergete le lenzuola nella soluzione così ottenuta. Lasciatele in ammollo per circa 40 minuti, dopodiché procedete con il comune lavaggio in lavatrice.

Il succo di limone non solo profumerà le vostre lenzuola, ma le renderà anche bianche come non mai!

N.B Vi consigliamo di utilizzare questo rimedio solo in caso di lenzuola chiare o bianche a causa della proprietà sbiancante del limone.

Come tenerle sempre profumate

Una volta visto come rimuovere la puzza di umidità dalle lenzuola, vediamo insieme altri consigli per mantenerle profumate a lungo.

Innanzitutto, è consigliabile stendere subito le lenzuola non appena terminato il lavaggio, così da evitare che l’eccesso di umidità faccia sviluppare cattivi odori.

Inoltre, stendetele energicamente e stendetele sul filo in maniera tale che possano prendere tutto lo spazio che gli occorre. Evitate, infatti, di accostare altri panni vicino o di stenderle in poco spazio perché potrebbero non asciugarsi bene.

Ricordatevi, infatti, che se non sono totalmente asciutte, potrebbero puzzare di umidità e di muffa e perdere tutto il loro profumo naturale. Stendetele al sole, se possibile per renderle ancora più profumate.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.