Come togliere lo sporco scuro e incrostato dai Fuochi della Cucina con 4 Cucchiai

832
come-pulire-fuochi-piattelli-cucina

Diciamoci la verità, quando cuciniamo, puliamo principalmente il piano cottura, ma delle sue componenti spesso e volentieri ce ne dimentichiamo completamente!

Errore che può capitare tante volte, ma è importante invece dare una bella ripulita anche ai fuochi e ai piattelli della cucina. Sono i materiali dove si può formare più facilmente la ruggine e dopo sarà sempre più faticoso rimuoverla!

Queste componenti vengono chiamate anche fornelli del piano cottura, oppure spargifiamma. Ad ogni modo, avete capito di cosa parlo. Vediamo come pulire i fuochi e i piattelli della cucina!

Mettere in ammollo

Il primo passo da fare è staccare gli oggetti dal piano cottura e metterli in ammollo. La permanenza nell’acqua vi faciliterà la fase successiva!

Aceto e acqua

Potete pulire i fuochi e i piattelli facendovi aiutare dall’azione pulente dell’aceto, il quale viene utilizzato spesso in cucina, ma in generale in tutta la casa!

Mettete a scaldare 300 ml d’acqua e 700 ml d’aceto sul fuoco, quando la miscela andrà in ebollizione, spegnete il fuoco, poi immergete i piattelli e i fuochi e lasciate in ammollo.

Quando l’acqua si sarà raffreddata, prelevateli dal composto e, se necessario, passate la spugnetta per eliminare l’incrostazione rimasta. Dopo questo passaggio, asciugate.

Bicarbonato

Un altro alleato delle pulizie è senza alcun dubbio il bicarbonato di sodio! Quante volte lo usiamo in cucina per pulire vari pezzi?

Lo possiamo adoperare anche per i fuochi e i piattelli, ecco come: scaldate una pentola d’acqua e portate ad ebollizione. Dopodiché aggiungete 4 cucchiai di bicarbonato di sodio e fatelo sciogliere.

Immergete gli oggetti e lasciate agire per qualche ora. Questa operazione renderà l’incrostazione più morbida e dopo sarà più semplice da rimuovere!

Acido Citrico

L’acido citrico si sta diffondendo sempre di più nelle pulizie e soprattutto in lavatrice per effettuare il bucato il bucato, vediamo come usarlo in questo caso!

Preparate una soluzione con 150 grammi di acido citrico e 1 litro d’acqua bollente, versate i fuochi e i piattelli e lasciate in ammollo per circa un’ora.

In seguito, se l’incrostazione è sparita, asciugateli per bene con un panno in cotone.

Sale fino

Ultima soluzione è il sale fino. La sua azione abrasiva può rimuovere l’incrostazione ostinata e aiutarvi a far tornare i fuochi e i piattelli come nuovi!

Il procedimento, anche in questo caso, è sempre lo stesso: portate un pentolino con acqua e tre cucchiai di sale fino ad ebollizione, lasciate le componenti in ammollo per almeno un’ora.

Se volete rafforzare l’azione pulente, vi consiglio di aggiungere mezzo bicchiere di aceto di vino nell’acqua.

Per lo sporco ostinato

I metodi sopra indicati in alcuni casi possono bastare per rimuovere tutto lo sporco, ma quando l’incrostazione è potente, allora bisogna eliminare lo sporco più ostinato.

Quindi, dopo aver messo fuoco e piattelli in ammollo, munitevi di una spugnetta non abrasiva e strofinate con forza fino a rimuovere tutto.

Successivamente sciacquate e asciugate benissimo ogni parte perché l’acqua rimasta creerà la ruggine.

Volete un detersivo fai da te per sgrassare? Eccolo:

Ingredienti:

  • Bicarbonato di sodio (un cucchiaino)
  • Sapone di Marsiglia (1/3 di una saponetta normale)
  • Acqua (400 ml)

Sciogliete a bagnomaria il sapone e mescolatelo con il bicarbonato, aggiungete l’acqua versate tutto il composto in un flacone. Agitate per bene e avrete ottenuto il vostro detersivo naturale per pulire i fuochi e i piattelli, ma anche tutte le stoviglie!

Avvertenze

I rimedi naturali proposti sono particolarmente indicati per fuochi e piattelli, tuttavia è consigliabile verificare il materiale prima di procedere con il lavaggio.