4+1 Trucchetti con l’aceto di vino per pulire la casa!

80153
aceto-puzza-di-fritto

Ci sono alcuni piccoli trucchetti che a volte non sappiamo nemmeno di conoscere. Le nostre nonne ce li tramandano, sono i segreti del loro successo, sia in cucina che nella cura della casa.

A volte sono rimedi naturali, o prodotti casalinghi che facilmente troviamo in dispensa. Ciò che ignoriamo è che questi prodotti possono facilitarci molto la pulizia di tutta la casa!

E il protagonista non può che essere lui: l’aceto di vino, buono non solo per condire le nostre pietanze preferite!

Le sue proprietà sono sorprendenti: antiodore, smacchiante e sbiancate, anticalcare e molto di più!

Ecco 4+1 trucchetti speciali da provare con l’aceto di vino per la pulizia della casa!

N.B. Assicuratevi sempre di poter utilizzare l’aceto bianco sulle superfici di casa. Da evitare l’utilizzo sul marmo o pietra naturale. In questo articolo parleremo dell’aceto bianco di vino, non quello rosso.

Se vuoi scoprire altri 200 rimediucci naturali e averli sempre a portata di mano, puoi acquistare Il mio libro 200+1 Rimedi naturali per la tua casa!

Addio puzza di fritto

Come abbiamo anticipato, l’aceto bianco di vino ha una potente capacità assorbenti, eliminando i cattivi odori in modo efficace.

Anche se ha un odore un po’ pungente, sparirà presto e con lui la puzza di frittura!

Potete usarlo in due modi:

  • metodo del bicchiere: basterà mettere un bicchiere con un po’ di aceto accanto al piano cottura e lasciarlo agire tutta la notte. L’aceto eliminerà l’odore di fritto in modo naturale.
  • aceto caldo: in un pentolino d’acqua versate 2 cucchiai di aceto di vino. Lasciate arieggiare la stanza.

Sbiancare tovaglie e camicie

Le nostre nonne usavano molto l’aceto per ammorbidire i panni senza usare l’ammorbidente.

In realtà, l’aceto è ottimo per il bucato per una serie di ragioni. Se lo usate nei colorati, aiuta a fissare i colori. Se lo utilizzate con dei vestiti neri, le sue proprietà aiuteranno a non far sbiadire il nero.

Ma cosa succede se abbiamo tovaglie, camicie o altri vestiti bianchi che con il tempo si sono ingialliti o sembrano vecchi?

Ecco, l’aceto ravviva il bianco, sbiancando senza usare candeggina. Come? Basta riempire la bacinella con dell’acqua calda e versarci un bicchiere di aceto bianco di vino.

Lasciate in ammollo per una notte, dopodiché potete procedere con il solito lavaggio, a mano o in lavatrice.

Vetri super lucidi

Questo metodo forse lo conoscerete, perché è quello più antico che le nostre nonne ci hanno tramandato.

L’aceto elimina le macchie, il calcare, sgrassando per bene le superfici con cui viene a contatto. I vetri sono una vera gatta da pelare, perché possono presentare polvere e aloni!

Il mix perfetto (ed economico) è fatto di acqua e aceto di vino: prendete 100 ml di aceto e diluitelo in un litro di acqua.

Con l’aiuto di un imbuto, mettete tutti gli ingredienti in uno spruzzino ed è pronto per essere utilizzato!

Due consigli utili:

  1. Lavate sempre i vetri quando la giornata è un po’ nuvolosa, così eviterete gli aloni.
  2. Potete usare anche dei fogli di giornale per asciugare in modo impeccabile i vostri vetri.

Per il soffione

La doccia, si sa, ci dona dei sani e piacevoli momenti di relax. Ma se il soffione è intasato dal calcare, la fuoriuscita dell’acqua è difficoltosa, in più il soffione può rovinarsi molto più facilmente.

Ma niente paura! C’è un piccolo trucchetto da fare con l’aceto bianco di vino che libererà tutti i fori del soffione dal calcare, grazie alla sua azione mangia-calcare!

Prendete un sacchetto (di quello per i surgelati) e riempitelo di aceto bianco. Aggiungeteci poi 1 cucchiaio di bicarbonato e coprite tutto il soffione, immergendolo nel cassetto pieno di aceto.

Prendete un elastico e fissate il tutto (facendo attenzione a non rovesciarlo!). Potete lasciare agire tutta la notte per notare il risultato!

Bicchieri splendenti

Quante volte vi sarà capitato di trovare degli antiestetici aloni sui bicchieri? Non sono certo un bel vedere!

Se volete risolvere tale problema, fate così: riempite entrambe le vaschette del lavello con dell’acqua calda. In una ci aggiungiamo 3-4 gocce di sapone per i piatti, nell’altra la sola acqua.

Poi riempiamo una bacinella in cui abbiamo versate 2 bicchieri di aceto di vino bianco.

Ora, dobbiamo seguire queste tre fasi: immergiamo i bicchieri nell’acqua e sapone, che servirà per sgrassare lo sporco rimasto attaccato sui bicchieri.

Poi passiamoli nella bacinella con acqua e aceto. Lasciando agire per qualche minuto, le proprietà anticalcare dell’aceto luciderà i bicchieri.

Infine acqua calda, facciamoli scolari leggermente e asciughiamoli!

Avvertenze

Ricordiamo di usare l’aceto di vino solo dopo essersi assicurati di poterlo utilizzare per pulire le superfici di casa!

Aceto… il top!

Ma non è finita qui! Vi basta un po’ di aceto per delle pulizie al top!

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.