Come sbiancare i panni con l’Acqua ossigenata in Lavatrice

98
acqua-ossigenata-per-sbiancare-bucato

Lavare i panni colorati e cercare di avere sempre colori vividi e sgargianti è sicuramente una sfida giornaliera.

Tuttavia anche i panni bianchi sono una bella gatta da pelare perché non sempre escono candidi come la neve e come vorremmo.

Per fortuna, nel mondo dei rimedi naturali esistono tantissimi ingredienti che riescono a farci raggiungere il nostro obiettivo, tra questi sicuramente c’è l’acqua ossigenata!

Scopriamo insieme come sfruttarla ogni giorno per avere panni bianchi e perfetti in lavatrice!

Panni più bianchi

Iniziamo subito, quindi, a vedere in che modo possiamo servirci di questo fantastico prodotto naturale!

Partiamo col dire qual è la tipologia di cui parliamo nei vari rimedi: acqua ossigenata per uso domestico, ovvero a 10 volumi.

La quantità di acqua ossigenata che dovete inserire in lavatrice va in base al carico, ma considerate che per mezzo cestello pieno, dovrete mettere 2 cucchiai di prodotto nella vaschetta del detersivo.

Se invece il carico è eccessivo, usate circa 4 cucchiai di acqua ossigenata e noterete subito un fantastico risultato!

Naturalmente, se prediligete il lavaggio a mano, non ci saranno problemi! Basterà mettere mezzo tappo di acqua ossigenata nella bacinella insieme agli altri ingredienti usati ed ecco fatto!

Pretrattare le macchie

L’acqua ossigenata non solo sbianca e rende i bianchi candidi come la neve, ma neutralizza anche le macchie che non vogliono sapere nulla di andare via.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Quando si sporcano i panni bianchi, farli tornare puliti sembra sempre un’impresa titanica, ma non se si pretrattano correttamente e con gli ingredienti giusti le macchie!

Inumidite il tessuto macchiato con l’acqua ossigenata, poi strofinate delicatamente sopra un panno in microfibra.

Dopodiché non vi resterà che mettere in lavatrice e godervi il risultato quando sarà di nuovo bianco!

Altri usi importanti

Oltre ad essere preziosa per i panni bianchi, l’acqua ossigenata ha altri usi importanti in lavatrice che non possiamo fare a meno di conoscere!

Anzi, sapere che in casa c’è un’alleata fantastica vi farà risparmiare anche sui detersivi e diminuirà l’inquinamento dato dai prodotti industriali.

Di seguito i problemi più comuni che potete risolvere con questo prodotto!

Per lavaggi a vuoto

I lavaggi a vuoto sono una cosa importantissima da fare almeno una volta al mese così da evitare guasti e sporco eccessivo nell’elettrodomestico.

Tra le varie soluzioni che potete adottare per farli, l’acqua ossigenata non manca di essere presente!

Tutto quello che dovrete fare è riempire una tazza di prodotto, metterla nel cestello e avviare un lavaggio a vuoto ad alte temperature in modo da rendere più efficace tutta la pulizia interna della lavatrice.

Toglierà anche eventuali cattivi odori!

Contro la muffa

La muffa è un altro grane problema dalla lavatrice e si forma soprattutto quando si trascura quanto detto precedentemente.

Se vedete che si è accumulata nel cestello, dovrete procedere con un lavaggio a vuoto secondo le indicazioni già date.

Nel caso in cui si sia formata nel cassettino, nella guarnizione e in altre zone che non riguardano propriamente il cestello, basterà spargere un po’ di prodotto su una spugna morbida o un panno in microfibra e procedere strofinando per togliere lo sporco.

Addio calcare

Anche il calcare ci dà del filo da torcere, non soltanto in lavatrice, ma in tutta la casa!

Ebbene, l’acqua ossigenata ritorna utile anche in casi del genere perché permette di sciogliere qualsiasi livello di incrostazione di calcare senza fare troppa fatica.

Dovrete soltanto spargere il prodotto sulla zona interessata della lavatrice (a meno che non sia richiesto un lavaggio a vuoto) e lasciar agire per 10 minuti.

Successivamente dovrete passare una spugna o un panno strofinando energicamente ed il calcare non sarà più un problema!

Avvertenze

Usate l’acqua ossigenata prima in posti meno visibili in modo da assicurarvi di non macchiare o danneggiare le superfici.