Scopri 3 Concimi fai da te utili per far splendere le piante del balcone

749
concimi-fai-da-te-piante-giardino

Addobbare il proprio balcone con piante belle e colorate è più di un passatempo o un hobby, per alcuni diventa col tempo una vera e propria passione cui dedicare una buona parte del proprio tempo libero.

Non sempre, però, l’impegno è sufficiente e le nostre piante del balcone possono iniziare a indebolirsi: a volte le loro foglie perdono la lucentezza che avevano in passato e, se sono piante da fiore, possono tardare a fiorire ancora.

Vediamo insieme 3 concimi fai da te, rigorosamente di origine naturale, che possono aiutarti a far tornare splendide le tue piante del balcone.

Bucce di banana

Non stiamo affatto scherzando: se hai appena mangiato una banana, non buttar via la sua buccia! Anche questa, infatti, è ricca di sostanze nutritive, tra cui il potassio.

Per utilizzarla al meglio, tagliala in piccoli pezzettini per poi mescolarli al terriccio della pianta. Subito dopo, innaffia la pianta.

Le bucce di banana agiscono in modo simile a come fa il fertilizzante a lenta cessione che trovi al vivaio: col tempo, tendono a degradarsi liberando le sostanze nutritive che contengono. Il potassio, in particolare, è utilissimo per stimolare o rinforzare la fioritura.

Ecco perché si tratta di un concime naturale particolarmente adatto alle piante da fiore, come i gerani o le petunie.

Fondi di caffè

Il classico concime naturale per le piante del tuo balcone sono i fondi di caffè! Sì, hai capito bene: si tratta del residuo marrone che resta nella moka dopo aver preparato il tuo caffè.

Ti basta lasciarlo raffreddare, sbriciolarlo con le mani e spargerlo sul terriccio alla base della pianta. I fondi di caffè sono, infatti, ricchi di azoto, una sostanza che aiuta la pianta a crescere e a mantenersi in salute. Si tratta di un concime particolarmente adatto alle piante sempreverdi, come ad esempio le ortensie e le azalee. Inoltre, puoi usarlo anche per le tue piante grasse.

N.B: se sei un amante del , più che del caffè, niente paura! Puoi utilizzare anche le foglie di tè, dopo l’infusione, per le tue piante. Ti basterà liberarle dalla bustina in tessuto in cui queste sono collocate e spargerle sul terriccio. Anche queste, infatti, sono ricche di azoto e di potenti antiossidanti.

Cenere di legna

Un altro elemento naturale che, invece di buttar via, puoi utilizzare per far splendere le tue piante del balcone, è la cenere di legna.

Ah dimenticavo! Se ti piacciono questi Consigli Naturali posso inviarteli ogni giorno direttamente su Messenger! Iscriviti al mio Canale! Ti aspetto!

Se hai un camino e utilizzi legno naturale e non trattato, conserva la cenere prodotta nei mesi freddi per poi utilizzarla come fertilizzante naturale per le tue piante in balcone sin dalla primavera.

Ti basterà spargerla sul terriccio o mescolarla ad esso. Questa sostanza contiene, infatti, azoto e fosforo in discrete quantità.

Puoi utilizzarla per la concimazione di piante da esterno, ma preferibilmente non di quelle acidofile, ad esempio le rose, i giacinti e i garofani.

Quando e come concimare le piante

Dopo aver imparati quali sono i concimi naturali da usare per le tue piante da balcone, ricorda che la concimazione va sempre fatta durante l’attività vegetativa della pianta (ossia il periodo in cui questa tede a crescere o a fiorire) che di solito coincide con i mesi caldi.

Inoltre, non bisogna mai esagerare: limitati a concimare la pianta all’incirca ogni 3 settimane, ma per sicurezza puoi sempre chiedere consiglio a un giardiniere o al vivaista.

Ricorda, poi, che per quanto possano essere efficaci questi concimi naturali, i fertilizzanti specifici che trovi al vivaio o anche al supermercato possono produrre effetti più veloci e intensi. Valuta il loro utilizzo se necessario per le tue piante.

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".