Avere Rose dalla fioritura abbondante e lunghissima è facile con questa super Guida

454
come-coltivare-rose-casa

Nessuna pianta rappresenta meglio la primavera quanto la rosa: non a caso, maggio viene definito il mese delle rose.

Pianta famosissima e facilmente distinguibile, la Rosa è un genere di piante che si differenzia in tante specie e varietà. La sua caratteristica principale sono i suoi fiori, bellissimi e dai petali delicati.

In molti decidono di coltivare questa pianta in giardino o in balcone, prendendosene cura senza conoscerne le esigenze specifiche. In realtà, è importante sapere quali sono le migliori regole di coltivazione per riuscire a mantenerla sana e rigogliosa.

Vediamo insieme come avere rose dalla fioritura abbondante e duratura con alcuni consigli semplici da mettere in pratica ed estremamente efficaci.

Rimuovere i fiori appassiti

Una prima regola da seguire così da prolungare la fioritura della rosa è quella di rimuovere con attenzione tutti i fiori secchi.

In questo modo, infatti, stimolerete la formazione di nuovi boccioli e, di conseguenza, la nascita di nuovi fiori.

Fate, quindi, sempre attenzione allo stato della vostra pianta e fate questa sorta di potatura regolarmente, ogni volta che notate un fiore ormai appassito.

Leggete qui per scoprire altri trucchi su come avere rose bellissime nel vostro giardino!

Non bagnare i fiori

Com’è noto, le rose vanno innaffiate in maniera regolare, lasciando però che il terreno si asciughi bene tra un’innaffiatura e l’altra, in modo da evitare il formarsi di ristagni d’acqua.

Quando innaffiate, dovete fare massima attenzione a non bagnare anche le foglie e, soprattutto, i fiori.

Se, infatti, i petali rimangono umidi rischiano di marcire e cadere prematuramente lasciando la vostra pianta spoglia e senza fiori.

Inoltre, l’eccessiva umidità tra fiori e foglie può compromettere la comparsa di nuovi boccioli.

L’eccesso di umidità può portare alla comparsa di macchie sulle foglie. Leggete qui per scoprirne altre cause.

Concimare

Concimare è importante per garantire alla pianta la formazione di nuovi boccioli e la loro trasformazione in splendidi fiori. I concimi in vendita per questa pianta non mancano: molti sono a base di guano e contengono azoto, fosforo e potassio.

L’ideale è concimare da marzo fino ad agosto. In inverno, invece, se le vostre rose sono a terra, e non in vaso, limitatevi a concimare utilizzando un po’ di compost.

Molti vivaisti consigliano di utilizzare il concime granulare che deve essere sparso sul terreno umido ogni 15-20 giorni.

Tra i concimi naturali più adatti alle rose, c’è la cenere di legna. Questa può essere utilizzata in modo estremamente semplice, spargendola sul terriccio alla base della pianta.

Scoprite qui quali sono gli altri concimi naturali che potete utilizzare per le vostre piante.

Esporle al sole

La maggior parte delle rose amano la luce solare diretta.

Ecco perché è fondamentale, nel periodo della fioritura, esporle almeno a 4-5 ore di luce diretta ogni giorno: questa, infatti, rinforza i fiori già sbocciati e aiuta i boccioli ad aprirsi. L’esposizione ideale è a sud-est o sud-ovest.

Attenzione: ovviamente, in base alla specie o varietà di rose che possedete, chiedete consiglio al vostro giardiniere o fioraio di fiducia. Le rose David Austin, ad esempio, devono essere esposte alla mezz’ombra.

Tenere lontani i parassiti

La rosa, ahimè, viene spesso attaccata da parassiti, soprattutto quando la si tiene in giardino. Tra i più comuni ci sono gli afidi che, nutrendosi della linfa della pianta, fanno seccare i fiori e indeboliscono a tal punto la pianta da non farla fiorire più!

Controllare periodicamente le foglie è essenziale per evitare di accorgersi troppo tardi dell’infestazione. Non appena vi rendete conto della presenza dei parassiti, utilizzate un prodotto specifico per allontanarli o provate un rimedio naturale fai da te.

Tra i primi rimedi, c’è sicuramente quello di utilizzare un composto a base di sapone di Marsiglia (tra i 15 e i 30 grammi) e acqua (un litro), spruzzandolo sulle parti colpite: questa sostanza, infatti, allontana i parassiti e ne previene la ricomparsa.

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".