Drusilla Foer e la Lavastoviglie: Come usare il sale senza fare pasticci?!?

496
drusilla-sale-lavatrice

Oggi mi è capitato di vedere questo video divertentissimo di Drusilla, che tra l’altro con la sua ospitata è stata di gran lunga il momento più interessante di questa edizione del Festival di Sanremo, alle prese con i rimedi naturali e la cura della lavastoviglie!

Diciamoci la verità, elettrodomestici come la Lavastoviglie ci hanno reso la vita più semplice. Stare lì a lavare enormi quantità di piatti è uno spreco di acqua, ma anche di tempo!

Ma anche una manna dal cielo come lei può darci delle piccole “rogne” e tutte possiamo sentirci un po’ come Drusilla Foer, che hanno un problema con questo elettrodomestico per l’utilizzo del sale in lavastoviglie senza capire bene come risolverlo, anche se non sempre con il suo stesso charme!

Calcare, bicchieri opachi o cattivo odore a volte possono significare solo una cosa.. Dobbiamo controllare il Sale! Ma perché è così importante utilizzarlo? Lo scopriremo insieme in modo molto semplice e veloce, e per sentirci meno impacciate!

Perché si mette il Sale in Lavastoviglie?

Se bazzicate con i rimedi naturali, probabilmente utilizzate già il sale per molte piccole problematiche quotidiane. Se invece volete saperne di più, scoprirete che ha davvero tantissime proprietà.

Il Sale svolge diverse funzioni: prima tra tutte è ottimo per assorbire l’umidità. Inoltre aiuta naturalmente a ridurre la durezza dell’acqua, addolcendola. Questa particolarità si rivela fondamentale in lavatrice ma soprattutto in lavastoviglie, perché riduce anche la presenza di calcare nell’elettrodomestico.

Tante volte abbiamo visto le nostre mamme mettere il sale nella lavastoviglie. Questo gesto apparentemente semplice in realtà non è solo fondamentale per la buona riuscita dei lavaggi, ma anche per averla sempre in ottime condizioni nel tempo.

Dove si mette?

Ma dove va esattamente il Sale nella lavastoviglie? In realtà è semplicissimo. Avete presente quello scomparto posizionato sul fondo della lavastoviglie che non sembra avere chissà quale utilità? Beh, quello è l’addolcitore.

Per prima cosa staccate la corrente della lavastoviglie, apritela e noterete che l’addolcitore è dotato di un tappo. Svitatelo completamente e versate la quantità di sale di cui si ha bisogno all’interno dello scomparto dedicato.

Quando avrete finito, chiudete per bene il tappo. Servitevi di un panno umido per togliere il sale in eccesso che è fuori dal vano dell’addolcitore. Bisogna ricordare che il sale contenuto nell’addolcitore non va a contatto con le stoviglie.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

N.B. Mentre il sale scende, se fuoriesce un po’ d’acqua non è un grosso problema, ma per essere più precise utilizzate l’apposito imbuto in modo da non riempire la lavastoviglie di sale.

Se vi state chiedendo di che imbuto io stia parlando, intendo quello arrivato in dotazione con la lavastoviglie. Spero che l’abbiate sempre tenuto da parte e che non l’abbiate nascosto tra le decorazioni natalizie del 1998!

Che tipo di sale usare

E qui si può andare in difficoltà. Ci sono due correnti di pensiero, poi scegliete voi dove il vostro cuore vi porterà.

In realtà, esiste il sale apposito per lavastoviglie, quindi un po’ speciale, perciò non pensate di salarci la pasta!

Anche se sembra tale e quale al comunissimo sale grosso, il sale per lavastoviglie ha dei grani più grandi (e che si sciolgono più lentamente tra un lavaggio e l’altro) e ha un potere maggiormente disincrostante del sale da cucina, poiché è anche più puro.

Poi c’è chi come mia madre compra un bel pacco di sale grosso al supermercato e lo versa senza alcuna pietà nell’addolcitore e ha la lavastoviglie da 15 anni.

In ogni caso, seguite le indicazioni di produzione della vostra lavastoviglie o chiedete meglio al vostro idraulico.

Ogni quanto mettere il Sale in Lavastoviglie?

Se non sapete ogni quanto mettere il Sale nella Lavastoviglie, per fortuna la tecnologia riesce a risolverci questo piccolo dubbio amletico.

In genere una volta al mese, sempre mia madre va a dare un’occhiatina nel serbatoio, ma c’è un chiaro simbolo presente sul display che potrà togliervi ogni dubbio.

Quando va inserito il Sale nella lavastoviglie, la spia del sale si accende (la mia si accende di rosso, ma mica l’avevo capito subito che era quella del sale!). Quindi mettetelo come vi ho spiegato sopra.

E per togliere tutti i cattivi odori?

Diciamo che tenere la giusta quantità di sale nell’addolcitore ci permettere di mantenere a lungo la nostra lavastoviglie. Poiché diminuisce la durezza dell’acqua, si verificheranno meno episodi di accumulo di calcare o stoviglie uscite male.

Ma in caso di cattivi odori (ed escludendo eventuali guasti) fate un lavaggio a vuoto con 200 grammi di acido citrico. È il miglior rimedio naturale dalle proprietà disincrostanti. Quando lo si conosce lo si usa dappertutto, anche in lavatrice!