Le Posate con il Sale e il Limone saranno più lucide e senza Aloni!

274
come-pulire-posate-rimedi-naturali

Le posate sono oggetti che ogni giorno vengono a contatto con cibo, saliva, germi e batteri. È importantissimo, quindi, tenerle continuamente pulite e in ordine.

A volte, inoltre, capita che su quelle in argento o in acciaio si trovino delle macchie scure, questo capita se non le utilizziamo o se non le asciughiamo bene.

Vediamo, quindi, come pulire le posate ed eliminare anche i fastidiosi aloni che ci ritroviamo!

Prima di iniziare

Prima di tutto, anche se le abbiamo già precedentemente lavate, bisogna di tanto in tanto sterilizzare tutte le posate, per neutralizzare in definitiva i batteri e i germi che vi si attaccano e per renderle come nuove.

Questo passaggio è da effettuare soprattutto quando andiamo, ad esempio, in una casa vacanze e dobbiamo adottare un’igiene ancora più profonda e un’attenzione agli utensili che usiamo per cucinare. Un altro caso importante da tenere in considerazione sono le posate comprate nuove.

Ponete, quindi le posate in una pentola, aggiungete due cucchiai di scaglie di Sapone di Marsiglia e un cucchiaio di bicarbonato, riempite d’acqua e mettete sul fuoco.

Quando l’acqua sarà arrivata ad ebollizione, aspettate qualche minuto e poi spegnete il fuoco. Lasciate raffreddare e dopo prendete le posate e asciugatele per bene con un panno pulito.

Vi ricordo che per avere posate sempre pulite, è necessario avere anche il posto in cui le riponete pulito. Che siano cassetti per posate, o semplici contenitori cilindrici, l’importante è che effettuiate una pulizia costante.

Posate in acciaio

Vediamo in che modo pulire le posate in acciaio, una tipologia diffusa nella cucina di tutti i giorni, sono quelle che non mancano mai nei nostri cassetti!

Si tratta di utensili molto resistenti anche in lavastoviglie, tuttavia col tempo si possono opacizzare e scurire.

Bicarbonato e Limone

Il bicarbonato e il limone fanno al caso vostro in caso di posate macchiate, perché il bicarbonato aiuterà a pulire, mentre il limone darà la lucentezza di un tempo.

Dovrete riempire una bacinella con acqua molto calda e versare al suo interno due cucchiai di bicarbonato e due cucchiai di succo di limone.

Lasciate agire le posate nel composto per circa un’ora, dopo ponetele su un panno e asciugatele per bene, vedrete che non avranno aloni e saranno lucenti!

Aceto

Una valida alternativa al mix di bicarbonato e limone è senza dubbio l’aceto. Abbiamo già visto diverse volte che l’aceto è molto indicato per pulire le superfici in acciaio, come il lavello o il piano cottura.

In questo caso, quindi donerà brillantezza alle vostre posate in pochi e semplici passaggi, vediamo come!

Riempite un recipiente tanto grande da contenere le posate, versate acqua calda fino a coprire gli utensili e aggiungete mezzo bicchiere di aceto, meglio ancora se unite anche un cucchiaio di sale fino.

Lasciate agire nella soluzione per un’oretta e vedrete che dopo saranno lucide! Asciugatele sempre per bene.

Posate in argento

Le posate in argento sono quelle che ci hanno comprato sicuramente le nostre nonne e nel corredo non mancano mai!

Sono molto belle, con rifiniture particolare, ma come tutto l’argento, spesso e volentieri si possono annerire e creare quelle macchie tanto fastidiose.

Nel caso delle posate, una delle cause può essere il mancato utilizzo, quindi vi consiglio uno di questi rimedi se volete utilizzarle di nuovo.

Sapone di Marsiglia

Il Sapone di Marsiglia è utile per casi di ossidazione non proprio gravi. Ve lo consiglio per non avere posate opache e per mantenerle lucide.

Dovrete sempre accertarvi che si tratti di Sapone di Marsiglia puro e non saponette con composti chimici e solo l’odore del sapone di Marsiglia.

Dunque, potete sia sciogliere due cucchiai di scaglie di sapone in acqua calda e far agire per qualche ora, oppure mettete del sapone liquido di Marsiglia direttamente sulla spugnetta ed effettuate un lavaggio a mano.

Sciacquate poi per bene e asciugate con un panno di lana, servirà a renderle lucide!

Sale e alluminio

Sale e alluminio sono spesso usati in generale per pulire l’argenteria. Il seguente metodo, infatti, si verifica sempre efficace e veloce.

Dovrete foderare un recipiente con fogli di carta alluminio con il lato lucido rivolto verso l’alto. Coprite poi il fondo con il sale, versate le posate e riempite il recipiente d’acqua bollente, facendo attenzione.

Aspettate qualche minuto che l’acqua si raffreddi e dopo prelevate le posate, risciacquatele con acqua corrente e usate un panno in microfibra per asciugarle.