Come fare i paraspifferi fai da te per una casa più calda

325
paraspifferi-fai-da-te

Per quanto a volte ci accertiamo di chiudere bene tutte le porte e le finestre di casa nostra, ci sembra davvero impossibile isolarci completamente.

Continuiamo, infatti, a sentire gli spifferi provenienti dall’esterno, così come i rumori e questo ci infastidisce.

Le fessure delle finestre e delle porte, purtroppo, non permettono di ottenere il completo isolamento e soprattutto non ci permettono mai di avere calda la casa!

Ma una soluzione c’è! Si tratta dei paraspifferi, accessori davvero utili per bloccare, appunto, gli spifferi d’aria.

Per questo oggi abbiamo deciso di suggerirvi come realizzare dei paraspifferi da fare in casa da soli.

Quindi…vediamo insieme come realizzarli!

A cosa servono

Prima di vedere come realizzare un paraspifferi, vediamo brevemente cosa è e a cosa serve.

Bene…avete mai visto nelle case delle vostre nonne quei famosi “salsicciotti in stoffa” fatti con maglioni o maglie e posti davanti alle finestre e alle porte?

Quelli sono la prima forma di paraspifferi fai da te!

Con il tempo abbiamo, però, iniziato a considerarli elementi di design e a renderli più carini. In commercio, infatti, ce ne sono di tutti i tipi da abbinare alle varie stanze.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Essi sono molto utilizzati per bloccare le correnti d’aria, la polvere e i rumori provenienti dall’esterno attraverso le fessure delle porte e finestre.

Le porte e le finestre, infatti, sono separati dalle superficie da uno spazio sottilissimo che, però, lascia entrare nella nostra casa le correnti d’aria fredda proveniente dall’esterno.

Perciò, diventa davvero necessario bloccare quel passaggio.

Come realizzarli

Ora è il momento di vedere insieme come realizzare un paraspifferi fai da te.

Il paraspifferi che andremo a costruire è quello dalla forma classica a “salsicciotto”, ovvero il più comune e il più semplice.

Per realizzarlo avrete bisogno di maglie, asciugamani o jeans vecchi che non utilizzate più. Quindi, scegliete uno di questi oggetti che diventerà il vostro paraspifferi.

Dopodiché trovate altro materiale per imbottire il paraspifferi: può essere la lana, ovatta o alcuni stracci che non utilizzate più.

A questo punto, procuratevi dei nastri, vanno bene anche quelli delle feste, ma vi consigliamo nastri in stoffa così che sono più resistenti. Inoltre, poiché il nastro sarà la parte esposta, vi consigliamo di scegliere nastri bellini da vedere.

A questo punto, siamo pronte per iniziare!

Prendete il tessuto che avete scelto, ovvero un jeans, maglia o asciugamano, e accertatevi che la sua lunghezza sia adatta a quella della finestra o della porta.

Quindi, stendete il tessuto lungo la fessura che volete coprire. In caso risulti più lungo, basterà che lo tagliate, oppure potete piegarlo.

Poi, appoggiate sul tessuto il materiale da imbottitura che avete scelto (vecchi stracci, lana) e arrotolate questi ultimi così da renderli compatti.

In seguito, piegate il tessuto fin quando non combaciano i suoi due lati più lunghi e iniziate ad avvolgere il materiale da imbottitura.

Una volta aver ricreato la forma del “salsicciotto”, usate il filo e l’ago per cucire i lati del tessuto. Infine, utilizzate i nastri che avete scelto e abbellite il vostro paraspifferi come più preferite.

Altri consigli utili

Ma il bello del creare a casa un paraspifferi è che potete scegliere esattamente di ricreare quello che più vi piace. Quindi, è il momento che sprigioniate la vostra creatività!

Potete, per esempio, creare dei paraspifferi in grado di abbinarsi con il vostro arredamento.

Potete decorare, per esempio, il vostro paraspifferi con bottoni e ricami per il soggiorno e creare, invece, dei paraspifferi più sfiziosi per la stanza dei bambini.

Se, infatti, siete abili nel cucito, potete anche realizzare dei paraspifferi che abbiano teste di vecchi peluches o utilizzare bottoni e pezzi di stoffa per creare un volto di animale.

Insomma…sbizzarritevi!

Come fissarli

Una volta che abbiamo visto come realizzare dei paraspifferi, è il momento di applicarli alle vostre porte e alle vostre finestre e difendervi dal freddo o dai rumori!

Vi consigliamo di attaccare il vostro paraspifferi attraverso delle strisce adesive che potete comprare tranquillamente in ferramenta.

Accertatevi, però, di utilizzare sempre delle strisce adesive compatibili con la stoffa: valutate bene la tenuta e la capacità di sostenere il peso del paraspifferi.

Per far aderire la striscia agli infissi, rimuovete prima la polvere, così da favorire la tenuta. E voilà: la vostra casa è più calda nell’immediato!

Avvertenze

Una volta seguiti questi consigli potete già notare la vostra casa più calda, nonostante abbiate dimezzato l’utilizzo dei riscaldamenti.

Vi consigliamo, in ogni caso, di contattare prima un tecnico in caso di perdite e di correnti di aria fredda provenienti dagli ingressi idraulici e dalle prese elettriche.

Consigli per l’inverno

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.