Quando è meglio Lavare e Stendere i panni se fuori è umido?

99
quando-stendere-panni-umidita

Uno dei tanti problemi causati dall’umidità è il non poter fare il bucato in qualsiasi momento della giornata.

Infatti il tasso di umidità che è sempre alto, accostato alle intemperie, provocano uno sbalzo nella nostra routine quotidiana.

Una delle soluzioni più adottate in tal senso è far asciugare i panni in casa, ma oggi vedremo insieme quando è meglio lavarli e stenderli così da avere un bucato sempre perfetto!

Controllare il meteo

La prima cosa importante che vi può aiutare a controllare bene la situazione dei lavaggi è controllare il meteo.

Anche se c’è sempre un piccolo margine d’errore, ci si può fare un’idea di come potrebbe essere il clima nei giorni a venire e quindi programmare le lavatrici.

Naturalmente questo consiglio non sempre va di pari passo con le nostre esigenze: potremmo avere tempo di fare i lavaggi solo durante il pomeriggio ed è magari il momento in cui piove.

Tuttavia avere almeno la consapevolezza che ci potrebbe essere pioggia, non vi farà incorrere ad un secondo lavaggio.

Programmare i lavaggi

Abbiamo accennato a quanto sia importante avere una programmazione dei vari lavaggi per non fare troppi errori e non far puzzare il bucato di umidità.

Oltre a controllare le previsioni del meteo, la tecnologia ci viene incontro con altri sistemi, come quello di impostare gli orari di inizio del ciclo di lavaggio.

In questo modo non solo possiamo avviarla quando il tempo è favorevole, ma siamo anche sicuri di mettere un orario in cui i panni si possono stendere senza lasciarli nel cestello per ore ed ore.

Quest’ultimo è un errore molto comune che purtroppo in tanti continuano a ripetere.

Centrifuga

Se c’è il rischio di avere umidità sui panni perché all’esterno il clima non è asciutto, allora ci devono essere delle modifiche anche al lavaggio in sé.

Al di là dei programmi e delle temperature più giuste per il bucato (che si scelgono controllando le etichette di lavaggio), bisogna anche fare attenzione alla centrifuga.

Durante i periodi umidi, infatti, sarebbe preferibile impostare pochi giri in modo tale da asciugare la maggior parte dell’acqua in eccesso.

Così facendo si faciliterà l’asciugatura dei panni una volta stesi.

Detergente naturale

Usare un detergente naturale è una delle soluzioni migliori che potete prendere per non avere panni “appesantiti” dalla composizione troppo concentrata dei detersivi industriali.

A volte si usa anche una quantità eccessiva di detersivo che va poi ad incidere sulla puzza e sulla durezza del tessuto perché l’eccesso resta incastrato tra le fibre.

Dunque preparate un composto con 3 cucchiai di bicarbonato e 1 panetto di sapone di Marsiglia sciolti in 2 litri d’acqua.

Ad ogni lavaggio riempite la vaschetta con questo composto ed ecco fatto!

Come stendere

Passiamo adesso a come stendere bene i panni, un altro fattore che non si deve mai sottovalutare!

Innanzitutto prediligete i momenti della giornata ventilati così che l’asciugatura possa essere più veloce, inoltre stendete il bucato lontano dalla luce diretta dei raggi solari.

Separate bene gli indumenti gli uni dagli altri in modo da far passare tanta aria e non toglieteli finché non vedete che anche l’ultima goccia d’acqua sia asciutta.

Quando il tempo è umido si potrebbe rischiare si scambiare per umidità quelli che sono effettivamente panni ancora bagnati: prestate attenzione altrimenti puzzeranno una volta messi nel mobile.

Trucchetto assorbi-umidità

In ultimo vediamo un trucchetto che potete usare se il tempo vi costringe a stendere i panni in casa!

Anche in casi del genere si può combattere l’umidità con alcuni trucchi della Nonna che ancora oggi risultano molto efficaci.

Dovrete prendere una ciotola e riempirla di sale grosso o di riso, posizionatela ai piedi dello stendino ed ecco che avrete il rimedio perfetto per dire addio all’umidità!

Avvertenze

Al fine di avere sempre un corretto lavaggio leggete le istruzioni riportate sulle etichette.