Colon Irritabile

La sindrome da colon irritabile o colite è un disturbo che colpisce tantissime persone, grandi e piccini di qualsiasi età e sesso. Quel fastidioso dolore all’addome, una sensazione di gonfiore come se la pancia si tirasse e conseguente alterazione della regolarità intestinale. Spesso la colite coinvolge anche schiena, pube e ano.

Sindrome del colon irritabile

La sindrome del colon o intestino irritabile, più comunemente conosciuta con il termine “colite” è un disturbo comune a tante persone. Colpisce soprattutto le donne, secondo recenti sondaggi) e al di sotto dei 40 anni. Questo non significa che la colite non possa colpire anche uomini, anziani e bambini.

Sintomi colon irritabile

Quali sono i sintomi più comuni del colon irritabile? Esistono diversi sintomi che possono fare pensare all’intestino che si è irritato. Tra i più comuni e diffusi:

  • crampi e dolori addominali
  • costipazione
  • stipsi o diarrea (spesso alternati a periodi)
  • nausea
  • flatulenza
  • meteorismo
  • gonfiore addominale

Il colon si irrita perchè le terminazioni nervose situate all’interno della parete intestinale sono più sensibili del normale. Questo significa che anche in condizioni di normali eventi (quali defecazione, ciclo mestruale, etc) il soggetto può avere una risposta esagerata agli stimoli del caso (eccessivi mal di pancia, difficoltà a evacuare, gonfiore eccessivo del girovita, aria in pancia, etc).

Cause  colon irritabile

Le cause che scatenano l’irritabilità dell’intestino non sono ben chiare scientificamente. La colite può essere scatenata spesso anche da infezioni o traumi sottovalutati nell’infanzia). In genere la sindrome del colon irritabile viene associata anche a fattori mentali:

  • stress emotivi
  • ansie e paure (colite spastica)
  • emozioni forti

Secondo alcuni medici esiste una stretta correlazione tra cervello e intestino (ecco perchè si dice che tante persone tendono a somatizzare preoccupazioni e pensieri nello stomaco, le negatività colpiscono il centro di tutto il sistema vitale corpo: intestino).

In altre circostanze è legato a fattori di famigliarità, aumento della flora intestinale, squilibri, scarsa idratazione o ad una scorretta alimentazione. La colite può essere passeggera o diventare cronica e in questo caso essere un serio ostacolo per il prosieguo delle attività quotidiane del soggetto.

Sarà il medico, grazie ad un’attenta analisi del paziente e ad esami specifici del sangue e colonscopia a diagnosticare se si tratti o meno di colon irritabile (e scongiurare eventuali altre patologie più o meno serie come morbo di Chron, tumore al colo-retto etc, per i quali però i sintomi sono accompagnati a sanguinamenti delle feci, anemie e vari disturbi gravi).

Ecco alcuni consigli per migliorare la sindrome del colon irritabile e allontanare il fastidio. Se il problema persiste il medico potrebbe prescrivervi alcuni integratori, lassativi e farmaci specifici.

Farmaci da usare

La sindrome del colon irritabile è trattabile con alcuni farmaci specifici che aiutano a ripristinare il corretto funzionamento intestinale.

Qui troverai una lista di tutti i farmaci efficaci per il colon irritabile

I più famosi sono:

Rimedi naturali colon irritabile

Scopriamo subito come possiamo ritrovare il benessere in modo facile ed efficace grazie ai rimedi naturali per il colon irritabile che ci aiutano a gestire il dolore e le disfunzioni dell’intestino.

Il primo intervento da fare è quello di modificare lo stile di vita alimentare che prediliga più cibi sani e salutari. Dietro la colite si possono nascondere anche:

  • cattiva digestione
  • eccesso di carboidrati (pasta, pane, dolci, legumi ecc)

I carboidrati arrivano nell’ultimi tratto dell’intestino non ancora scomposti causando i classici gonfiori e infiammazioni. La colite nervosa unisce invece alimentazione e stati emotivi negativi (come ansia, paura, tensione, stress ecc).

Dieta

  1. Frutta fresca di stagione, solo a colazione o per uno spuntino (integrare la dieta con yogurt ricchi di fermenti probiotici
  2. ridurre i carboidrati e assumerli entro le ore 14 e non oltre
  3. ridurre al minimo legumi, latte e formaggi
  4. limitare dadi, brodo, prodotti in salamoia, bibite dolcificate e alcolici
  5. via libera a tisane digestive

Tisane

Per combattere la sensazione di gonfiore addominale e di infiammazione del colon, oltre alla dieta, è utile anche ricorrere alle tisane digestive e anti-gonfiore. Ottime quelle alla malva e altea ricche di mucillagini protettive che aiutano la digestione e combattono spasmi depurando il sangue.

Un altro aiuto viene dal finocchio, che elimina gonfiori e aiuta a digerire meglio. Contro gli spasmi e con potente azione digestiva e depurativa sono efficaci anche le tisane al:

  • basilico
  • prezzemolo
  • alloro (da abbinare alla camomilla)
  • cumino

colon irritabile

Condividi con un amico