Come usare l’acqua di cottura per sgrassare i tuoi piatti!

833
acqua-di-cottura-lavare-piatti

La pasta è il piatto simbolo della dieta mediterranea ed è l’ingrediente alla base di un’alimentazione sana e nutriente.

Nonostante molti tendano ad evitarla perché la considerano molto calorica, molti altri, invece, scelgono di consumarla quotidianamente.

Qualsiasi sia la vostra preferenza, sapevate che è possibile utilizzare l’acqua di cottura per la pulizia domestica?

Ebbene sì! Questo metodo veniva utilizzato dalle nostre nonne per lavare…(udite, udite!) i piatti!

L’acqua di cottura, infatti, sembra essere ricca di amido e sali minerali, i quali producono un’abbondante schiuma efficace per sgrassare e detergere.

Quindi, oggi, vedremo insieme come utilizzare l’acqua di cottura della pasta come un detersivo per piatti naturale.

N.B Vi consigliamo di evitare questo rimedio in caso di ipersensibilità o allergia rispetto a una o più componenti.

Come riutilizzarla

Avete appena cotto la pasta, l’avete scolata ed ecco che vi ritrovate l’acqua di cottura.

A questo punto, invece di buttarla via come avete sempre fatto, versatela nel lavandino dopo aver messo il tappo così da non farla scorrere.

Aggiungete, poi, subito i vostri piatti all’interno dell’acqua e lasciateli in ammollo per circa 10 minuti.

A questo punto, utilizzate una spugna e passatela sui piatti così da rimuovere ogni traccia di grasso o di incrostazione.

L’azione dell’amido presente nell’acqua di cottura, infatti, ammorbidisce ogni incrostazione e rende molto veloce la pulizia dei piatti.

In caso di incrostazioni molto difficili da rimuovere, aggiungete giusto una goccia di detersivo per piatti ecologico così da facilitare il lavoro.

Infine, risciacquateli e voilà: i vostri piatti saranno pulitissimi con pochissimi sforzi e senza aver utilizzato prodotti chimici.

Vi ricordiamo, però, di utilizzare sempre l’acqua di cottura appena prodotta e, quindi, bollente.

Se fredda, infatti, potrebbe non essere più così efficace.

Proprietà

Una volta visto questo semplice e veloce rimedio per lavare i piatti, vediamo insieme quali sono le proprietà dell’acqua di cottura.

Come abbiamo già detto, si rivela così efficace perché vanta un alto contenuto di amido e sali minerali.

Queste sostanze sono note proprio per le loro proprietà detergenti e sgrassanti.

Inoltre, sono in grado di ammorbidire le incrostazioni anche più difficili da eliminare.

Durante la cottura, quindi, l’acqua tende ad assorbire tutto l’amido e i sali minerali della pasta e tende, così, a diventare molto schiumosa.

Ed è proprio quella schiuma che farà sì che i vostri piatti potranno essere sgrassati come farebbe un detersivo per piatti comune.

Altri modi per riciclarla

Oltre a lavare i piatti, l’acqua di cottura della pasta può essere riutilizzata anche in altri modi.

Vediamoli insieme!

In cucina

L’acqua di cottura può essere utilizzata in cucina per la preparazione di altri cibi.

Innanzitutto, potete utilizzarla per mettere in ammollo i legumi. In particolare, per ammorbidire i legumi secchi come le lenticchie o i ceci.

Inoltre, potete utilizzarla per allungare alcuni condimenti, come per esempio il pesto o il sugo.

Infine, può essere riutilizzata come brodo di base per preparare zuppe e minestre.

In giardino

L’acqua di cottura, poi, può essere utilizzata anche in giardino per innaffiare le vostre piante, i fiori o anche le verdure che avete nel vostro orto.

Con il suo alto contenuto di amido e sali, infatti, sembra essere molto utile per la fertilità del suolo.

In questo caso, però, vi ricordiamo di utilizzare acqua di cottura non salata.

Ovviamente, potete utilizzarla anche per innaffiare le piante che avete sui vostri balconi o nei vostri appartamenti.

Ricordatevi, inoltre, di lasciarla raffreddare bene prima di utilizzarla per irrigare le vostre piante.

In cosmetica

Infine, vediamo insieme come utilizzare l’acqua di cottura come trattamento di bellezza.

Innanzitutto, potete riutilizzarla come un impacco per capelli da tenere in posa prima di fare lo shampoo.

L’amido, infatti, contiene molte sostanze nutritive che aiutano a rafforzare la struttura del capello e a riparare i capelli fragili.

Inoltre, dona lucidità e morbidezza.

Inoltre, è possibile riciclarla anche per fare un pediluvio, in caso di gambe gonfie e pesanti grazie al suo effetto rilassante e rigenerante.

Avvertenze

Vi ricordiamo che è molto importante assicurarsi di poter utilizzare i rimedi indicati per la pulizia della casa, in base alle indicazioni di produzione.

Evitare in caso di allergia o ipersensibilità.

Trucchetti furbi per pulire la casa!

Come l’acqua di cottura, ci sono moltissimi trucchetti per pulire la casa in modo economico e naturale!

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.