Se Trovi la Muffa in questi 4 Angoli della Casa toglili così

112
angoli-casa-muffa

La muffa in casa è una bella gatta da pelare in quanto non solo fa male alla salute ma si presenta anche sotto forma di macchie nere per niente belle da vedere.

Solitamente, però, tende a depositarsi nei luoghi più nascosti e stretti, come gli angoli della nostra casa, rendendo, così, difficile anche la sua rimozione.

A tal proposito, oggi vedremo insieme gli angoli della casa che tendono a formare la muffa e i trucchetti casalinghi per rimuoverla in maniera facile e veloce!

Muri

Innanzitutto, tra gli angoli della casa più colpiti dalla presenza della muffa figurano i muri, i quali tendono ad assorbire molta umidità, soprattutto durante il periodo invernale.

Per fortuna, però, è possibile rimuoverla ricorrendo a un ingrediente che sicuramente avrete in dispensa: l’aceto bianco, considerato una manna dal cielo per dire addio alla muffa dagli angoli dei muri!

Tutto ciò che dovrete fare, quindi, è riempire un contenitore spray con acqua e aceto in parti uguali e vaporizzare, poi, la miscela sul muro (assicuratevi prima di poterlo fare senza danneggiarlo), oppure su un panno in microfibra.

Dopodiché, tamponate con un panno senza strofinare e infine fate asciugare per bene! L’aceto, inoltre, sembra essere efficace anche per lavare le pareti di casa!

Finestre

Anche gli angoli delle finestre sono soggetti alla formazione di queste macchie umide nerastre che vanno a conferire un aspetto per niente bello alla nostra casa.Per rimuoverle, quindi, vi consigliamo di provare un rimedio molto efficace: lo spray antimuffa fai da te. Preparate una soluzione con:

  • 700 ml di acqua
  • 2 cucchiai di acqua ossigenata a 10 volumi
  • 2 cucchiai di sale fino
  • 2 cucchiai di bicarbonato.

Iniziate, quindi, con lo sciogliere il sale e il bicarbonato nell’acqua. Dopodiché, aggiungete l’acqua ossigenata. A questo punto, travasate il tutto in un flacone con spray, agitate bene e vaporizzate la miscela così ottenuta sugli angoli delle vostre finestre.

Infine, lasciate agire, strofinate con una spugnetta e risciacquate! In caso la muffa sia nascosta così tanto negli angoli da non venire via, potete servirvi di uno spazzolino per strofinare. Infine risciacquate e … la muffa sarà solo un brutto ricordo!

Attenzione! Ricordatevi di indossare i guanti in lattice a contatto con l’acqua ossigenata.

Doccia

Quante volte vi è capitato di scorgere quelle macchie nere negli angoli della vostra doccia e provare subito una sensazione di ribrezzo? Immagino spesso!

Purtroppo, però, questo ambiente tende facilmente a presentarsi sporco e pieno di muffa a causa dell’alta concentrazione di umidità. Ma da oggi questo non accadrà più grazie al trucchetto dell’ovatta! Munitevi, quindi, di:

  • 400 ml d’acqua
  • 2 cucchiai di acqua ossigenata
  • 1 cucchiaio di sale fino
  • 2 cucchiai di bicarbonato di sodio
  • ovatta q.b.

Iniziate con lo sciogliere il bicarbonato e il sale nell’acqua in un pentolino e portatelo ad ebollizione, successivamente aggiungete anche l’acqua ossigenata, spegnete il fuoco e aspettate che il composto diventi tiepido per non scottarvi.

A questo punto, immergete completamente i batuffoli d’ovatta o i dischi di cotone nella soluzione e, senza strizzarli, posizionateli lungo la zona dove c’è la muffa come a formare una sorta di barriera. Lasciate agire per circa un’ora, dopodiché spostate i batuffoli e risciacquate: la macchia nera dagli angoli della vostra doccia sarà solo un brutto ricordo!

Cassetto della lavatrice

Infine, ecco a voi un’ultima superficie che tende a presentare macchie di muffa negli angoli: il cassetto della lavatrice! La muffa in questo elettrodomestico è un gran problema perché potrebbe essere trasferita ai nostri capi rendendoli sporchi e poco profumati.

Per rimuoverla, quindi, vi consigliamo di provare un mix pulente fai da te, ricorrendo a:

  • 1 cucchiaio di sapone di Marsiglia (preferibilmente liquido)
  • 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio
  • 1 cucchiaio di acqua ossigenata

Vi basterà, quindi, mescolare insieme tutti gli ingredienti insieme in una ciotola fino ad ottenere un composto spumoso ed omogeneo. Dopodiché, applicatelo su una spugnetta e passatela nella vaschetta del detersivo per rimuovere la muffa al suo interno.

Infine, risciacquate e il gioco è fatto! Per facilitare l’operazione, potete anche direttamente estrarre la vaschetta e risciacquarla prima sotto l’acqua corrente. In caso non abbiate il sapone di Marsiglia liquido, vi consigliamo di scioglierlo a bagnomaria.

Come se non bastasse, questa miscela può essere utilizzata per togliere anche la muffa dalla guarnizione!

Avvertenze

Consigliamo di provare i rimedi prima in angolini nascosti al fine di svolgere tutto nella sicurezza e senza danneggiare o macchiare le superfici.

Se doveste notare delle tracce più ingenti di muffa, contattate chi di competenza. Fate attenzione a non inalarne le spore, che possono nuocere alla salute.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.