Pulisci così il Piatto Doccia per togliere anche la Muffa negli angoli

226
piatto-doccia-pulizia

Quando pensiamo alla doccia, pensiamo inevitabilmente alla bellezza di scrollarci di dosso tutta la stanchezza con un getto di acqua sul corpo.

Purtroppo, però, l’immagine mentale associata al box doccia non è sempre così idilliaca, in quanto questo ambiente tende facilmente a presentarsi sporco e pieno di muffa a causa dell’alta concentrazione di umidità.

Ma da oggi questo non accadrà più, in quanto vedremo insieme alcuni metodi casalinghi naturali per far tornare lucido il piatto doccia e togliere la muffa negli angoli!

Bicarbonato

Il primo rimedio che vi proponiamo consiste nell’utilizzare il bicarbonato, noto, a partire dalle nostre nonne, per le sue proprietà pulenti, sgrassanti e smacchianti. Tutto ciò che dovrete fare, quindi, è mescolare 4 bicchieri di acqua e un bicchiere di bicarbonato in una ciotola fino a farli amalgamare e ad ottenere una sorta di composto omogeneo.

Dopodiché, applicatelo lungo la superficie del piatto doccia e lasciatelo agire per circa 10 minuti. Infine, risciacquate il tutto e il vostro piatto doccia sarà pulito e lucido come non mai!

Per la pulizia specifica degli angoli della doccia, invece, potete applicare questo stesso composto sulla macchia nera di muffa, aiutandovi con una spugnetta, poi, fate agire per un po’ e risciacquate.

Aceto

Un altro ingrediente molto efficace è l’aceto, il quale non solo vanta proprietà sgrassanti e pulenti molto efficaci ma svolge anche una forte azione sbiancante. Non a caso, è utilizzato per conferire al bucato il candore originario!

In un flacone con spray, quindi, versate metà quantità di aceto e metà di acqua e agitatelo, poi, energicamente per mescolare bene gli ingredienti. A questo punto, vaporizzate la miscela così ottenuta sul piatto doccia, concentrandovi, in particolare, sulle zone che presentano più sporco e macchie gialle. Dopodiché, lasciate agire per un po’ e strofinate con una spugna morbida per rimuovere lo sporco.

Allo stesso modo, vaporizzate la miscela sugli angoli neri, lasciate agire per qualche minuto e risciacquate: addio sporco dal vostro piatto doccia!

N.B Vi ricordiamo di non utilizzare l’aceto, l’acido citrico e il limone in caso di piastrelle di marmo o pietra naturale perché potreste corroderle.

Acido citrico

In alternativa all’aceto, potete anche utilizzare l‘acido citrico, il quale è una manna dal cielo per rimuovere la muffa e anche il calcare. Vi ricordiamo, infatti, che viene spesso utilizzato per pulire a fondo gli elettrodomestici!

Mescolate, quindi, 150 grammi di acido citrico in 1 litro di acqua, dopodiché versate questa miscela direttamente sul piatto doccia e sugli angoli sporchi di muffa. Dopodiché, lasciate agire per qualche minuto e strofinate con una spugnetta non abrasiva per rimuovere lo sporco: la vostra doccia sarà come nuova!

Limone

Dopo gli ingredienti già citati, come poteva mancare all’appello il limone, il quale ha una grandissima azione sgrassante e può essere un ottimo alleato per dire addio alla muffa dalla doccia?

Potete usarlo in due modi. Il primo consiste nel mescolare metà bicchiere di succo di limone con 4 cucchiai di bicarbonato fino a formare una sorta di pasta e applicarla, poi, lungo la superficie del piatto doccia. Dopodiché, strofinate con uno spazzolino da denti o una spugnetta non abrasiva e risciacquate.

Se volete, invece, concentrarvi maggiormente sugli angoli sporchi di muffa, allora vi consigliamo di filtrare il succo di 1 limone grande e versarlo, poi, su un panno che poggerete direttamente sulle zone interessate. A questo punto, fate agire per circa 1 ora e risciacquate abbondantemente aiutandovi con una spugnetta per togliere gli ultimi residui: la vostra doccia sarà pulita come non mai!

Trucchetto dell’ovatta

Questo trucchetto è indicato soprattutto per gli angoli della doccia in quanto è mirato alla rimozione della macchia nera di muffa. Munitevi, quindi, di:

  • 400 ml d’acqua
  • 2 cucchiai di acqua ossigenata
  • 1 cucchiaio di sale fino
  • 2 cucchiai di bicarbonato di sodio
  • ovatta q.b.

Iniziate con lo sciogliere il bicarbonato e il sale nell’acqua in un pentolino e portatelo ad ebollizione, successivamente aggiungete anche l’acqua ossigenata, spegnete il fuoco e aspettate che il composto diventi tiepido per non scottarvi.

Quindi, immergete completamente i batuffoli d’ovatta o i dischi di cotone nella soluzione e, senza strizzarli, posizionateli lungo la zona dove c’è la muffa come a formare una sorta di barriera. Lasciate agire per circa un’ora, dopodiché spostate i batuffoli e risciacquate: la macchia nera dagli angoli della vostra doccia sarà solo un brutto ricordo!

Come prevenire la formazione di sporco, calcare e muffa

Finora, abbiamo visto come rendere pulito il piatto doccia e rimuovere le macchie di calcare o di muffa presenti negli angoli del box doccia. Ma come fare per prevenire la formazione di sporco, calcare e muffa? Vediamolo insieme!

Innanzitutto, vi consigliamo di risciacquare sempre i vetri, le piastrelle e il piatto dopo aver fatto la doccia, in modo da rimuovere tutti i residui di sapone che a lungo andare potrebbero macchiare le superfici.

Dopodiché, sarebbe bene asciugare accuratamente il box doccia (piatto, vetri) perché la causa principale del calcare e della muffa è proprio l’eccessiva presenza di umidità. Per farlo, potete anche servirvi di un tergi-vetro così da rimuovere tutte le tracce di acqua.

Infine, vi suggeriamo di lasciare arieggiare sempre il bagno e utilizzare un termoventilatore sia durante la doccia sia per la mezz’ora successiva così da assorbire l’umidità in eccesso.

Avvertenze

I nostri rimedi sono innocui e delicati perciò potrebbero non “funzionare” in caso di muffe nere ostinate. In tal caso, vi consigliamo di contattare uno specialista. Utilizzate sempre guanti e mascherina quando volete pulire macchie di muffa.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.