8 segreti per un Basilico fresco e profumato anche con il Caldo

317
basilico-caldo

Gli amanti delle piantine aromatiche non possono non conoscere il Basilico! Questa piantina, solitamente di piccole dimensioni, ha foglie mediamente grandi, dalla forma un po’ bombata e dal colore verdissimo.

La loro caratteristica principale è il profumo, intenso e fresco: non a caso, le foglioline di basilico sono molto amate in cucina e utilizzate per accompagnare piatti e pietanze.

Il caldo intenso, l’afa e il clima torrido possono però influire sulla salute di queste foglioline, facendole appassire prematuramente o rendendole troppo secche e inutilizzabili qualora scegliessimo di usarle per completare un piatto.

Scopriamo insieme come fare per avere un basilico con foglie sempre fresche e profumate, nonostante le altissime temperature estive.

Innaffia al mattino

Per garantire una quantità ottimale d’acqua al basilico, in modo che riesca a nutrire tutte le foglioline della sua chioma, dovresti innaffiare al momento giusto.

L’ideale è farlo al mattino quando le temperature non sono ancora altissime e l’acqua evapora più lentamente: in questo modo il tuo basilico avrà più tempo per assorbire l’acqua di cui ha bisogno.

Vaporizza acqua sulla chioma

Un consiglio semplice e veloce: metti dell’acqua in un vaporizzatore o una bottiglia spray e vaporizza sulla chioma della tua pianta.

Questo semplice gesto ti aiuterà a mantenere più alto il tasso di umidità, circostanza fondamentale quando le temperature superano i 25 °C.

In questo modo, manterrai le foglioline fresche, sane e profumate.

Il tuo basilico è già appassito a causa del caldo? Segui i consigli della nonna per recuperarlo.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Usa “un filo” se sei in vacanza

Se sei via per il finesettimana, non sognarti nemmeno di abbandonare a se stesso il basilico!

Prima di partire innaffia abbondantemente la pianta. Poi, utilizza dei fili di cotone o nylon mettendo una loro estremità in una bacinella d’acqua e l’altra nel terriccio della pianta: in tal modo, l’acqua passerà attraverso i fili mantenendo il terreno umido.

Attenzione: il consiglio migliore è sempre quello di chiedere a un tuo amico o familiare di prendersi cura della pianta mentre sei via.

Elimina le foglie secche

Le foglioline ormai già secche o troppo ingiallite non sono utilizzabili e “occupano spazio“.

Eliminale, staccandole con le mani o usando delle cesoie pulite. In questo modo, stimolerai la pianta a produrne di nuove, verdi e sane.

Per non far ingiallire anche le nuove, fai attenzione all’esposizione solare e a un’innaffiatura corretta.

Leggi qui per avere alcuni consigli di cura del basilico proposti dai migliori vivaisti!

Concima

La salute delle foglie del basilico dipende molto anche dalla quantità di sostanze nutritive che le radici possono ricavare dal terreno.

Importante, quindi, è concimare la pianta con regolarità a partire dalla primavera e fino alla fine dell’estate.

Utilizza un concime specifico, somministrandolo secondo le indicazioni fornite sulla confezione del prodotto, oppure utilizza un miscuglio di fondi di caffè e cenere di legna, spargendolo sul terreno e innaffiando per favorire l’assorbimento.

Qui puoi leggere altri segreti e utilizzi dei fondi di caffè in giardino.

Controlla il terreno

In estate, il caldo intenso e il sole molto forte possono far seccare il terriccio del tuo basilico, rendendolo duro e incapace di assorbire la giusta quantità d’acqua.

Puoi evitare questo problema innaffiando regolarmente ed evitando un’esposizione solare eccessiva.

Inoltre, controlla sempre lo stato del terreno toccandolo e, se ti accorgi che è ormai troppo solido e secco, cambialo rinvasando la pianta.

Allontana i parassiti

L’estate, purtroppo, è il periodo più favorevole a tutta una serie di parassiti che possono attaccare le nostre piante in balcone o in giardino, tra cui il basilico.

Afidi, cocciniglia, ragnetti rossi: sono tanti gli insetti che puoi trovare attaccati alle foglie della tua piantina!

Per allontanarli puoi usare un prodotto specifico, chiedendo consiglio al vivaio, oppure provare con alcuni metodi fai da te. Il più efficace? Sicuramente l’olio di neem (7-10 gocce) diluito in acqua (500ml) e vaporizzato sulle foglie attaccate oppure un po’ di sapone di Marsiglia (30 grammi in scaglie) sciolto in acqua (500ml) e passato sulle foglie con un batuffolo di cotone.

Ecco qui una serie di consigli naturali contro i parassiti più comuni.

Proteggi nelle ore calde

Il basilico ama le temperature comprese tra i 10 e i 25 °C. Quando il caldo supera la soglia massima, le foglioline perdono il loro turgore, si afflosciano e possono appassire.

Nelle ore più calde della giornata proteggi la piantina con un po’ d’ombra o spostala in un luogo più fresco del balcone o del giardino.

Ricorda che questa pianta può essere tenuta anche all’interno su un davanzale ben esposto alla luce solare: tenerla in casa, in estate, significa a volte garantirle un po’ di freschezza in più.

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".