Come allontanare i Parassiti dalle piante con questo Composto facile e fai da te

1515
come-eliminare-parassiti-piante-primavera

Più ore di luce, temperature in aumento, giornate più soleggiate: la primavera è una delle stagioni più belle e rilassanti ma… non è tutto oro quel che luccica!

In questo periodo, infatti, le nostre piante, soprattutto quelle che teniamo in balcone, terrazza o giardino, possono essere attaccate dai parassiti.

Questi, di solito, si attaccano alla pianta infestandola e nutrendosi della sua linfa fino a portarla, pian piano, al deperimento. Un vero e proprio tormento!

Esiste, però, una soluzione facile e veloce: usiamo questo composto per allontanare tutti i parassiti e tornare ad avere piante in salute e rigogliose.

Ingredienti

Vediamo innanzitutto di cosa avremo bisogno per realizzare questo straordinario antiparassitario naturale:

foglie fresche di ortica (200 grammi)
sapone di Marsiglia (30 grammi in scaglie solide)
acqua (un litro)

Le foglie d’ortica hanno un effetto repellente, allontanando ogni tipo di parassita. Il sapone di Marsiglia, invece, pulisce a fondo eliminando anche le eventuali uova.

Scoprite qui altri rimedi per aver tener lontani gli insetti dal vostro giardino.

Preparazione e uso

Prendete le foglie d’ortica e mettetele in un litro d’acqua tiepida. Tenetele per circa una settimana a macerare, dopodiché filtrate il composto con un colino ottenendo solo la parte liquida.

A questo punto, scioglieteci dentro il sapone di Marsiglia e mescolate. Il vostro composto antiparassitario, adesso, è pronto.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Se volete, potete aggiungere un pizzico di peperoncino che, avendo un’efficacia urticante, tiene via anche i parassiti più ostinati!

Avete due possibilità per utilizzare il composto.

La prima consiste nell’utilizzare uno spruzzino e vaporizzarlo sulla chioma della pianta una volta ogni 3-4 giorni finché l’infestazione non venga definitivamente debellata.

La seconda consiste nel passare il composto sulle foglie e sui rami applicandolo con un batuffolo di cotone imbevuto. Si tratta di un procedimento meno pratico e più lento, ma sicuramente più efficace in quanto saremo sicuri di passare il composto su ogni punto della pianta.

Anche in tal caso, ripetiamo il procedimento ogni 3-4 giorni.

Attenzioni: se le infestazioni sono a uno stato avanzato, chiedete sempre consiglio a un professionista prima che sia troppo tardi!

I parassiti più comuni

Il composto che abbiamo appena visto è efficace per la maggior parte dei parassiti che attaccano le nostre piante. Ma quali sono i più comuni e come li riconosciamo?

Cocciniglia

Innanzitutto c’è la cocciniglia. Questo animaletto, visibile a occhio nudo, è riconoscibile perché rilascia molta melata, ossia una sostanza zuccherina di colore bianco.

Quando infesta una pianta, di norma, non ne trovate molti esemplari ma questo non vuol dire che non sia pericolosa!

Curiosi su rimedi specifici per questo parassita? Eccoli qui.

Afidi

Molto comuni sono anche gli afidi, parassiti lunghi circa 1-3 mm e con un corpo di forma ovale. Detti anche pidocchi delle piante, gli afidi infestano la pianta in gran numero e sono spesso visibili lungo gli steli. Possono essere di diverso colore, in base alla varietà, dal vere chiaro al marrone scuro.

Potete scoprire qui altre informazioni per tenere lontani questi insettini.

Tripodi

Infine, abbiamo anche i tripodi. Dal colore più scuro questi danneggiano la pianta succhiandone via le sostanze nutritive e tendono a scolorire le foglie che attaccano. A volte, le foglie presentano anche piccole macchioline marroni o rossastre.

Si distinguono dagli altri parassiti per la loro forma sottile e allungata.

Il trucco degli oli naturali

Un’alternativa al composto antiparassitario che abbiamo visto è quella a base di oli naturali.

Miscelate l’olio di neem, circa 5 gocce, a quello di lavanda o di malaleuca (sempre 5 gocce) in un litro d’acqua.

Poi, spargete il composto sulle foglie della pianta con l’aiuto di un vaporizzatore: questi oli essenziali funzionano da repellente e sono in grado di eliminare le infestazioni.

Scoprite qui altri insetticidi fai da te.

N.B: usate sempre oli al 100% naturali e sicuri, senza additivi chimici.

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".