Benefici dell’olio extra vergine di oliva

olivo pugliese

L’olio extravergine di oliva (o Olio EVO) è una fonte inesauribile di benefici preziosi per il nostro organismo. Già utilizzato nei tempi antichi per le sue proprietà terapeutiche l’olio è stato riconosciuto oggi dalla ricerca scientifica come l’alimento base per eccellenza della dieta mediterranea.

L’olio extravergine di oliva si ottiene attraverso la spremitura meccanica delle olive escludendo qualsiasi trattamento industriale ed è l’unico olio che si ottiene dal frutto della pianta mentre tutti gli altri si ottengono dai semi.

Un olio extra vergine di oliva di qualità, biologico o certificato, si ottiene con la spremitura a freddo oppure con l’estrazione a freddo e non è mai sottoposto ad alcun tipo di riscaldamento. Il suo grado di acidità deve essere inferiore allo 0,8% e le sue caratteristiche organolettiche devono partire da un punteggio minimo di 6,5.

L’olio extra vergine è ricco di principi nutritivi essenziali alla salute. Vediamo quali sono i suoi componenti e quali effetti positivi hanno sull’organismo all’interno di un regime alimentare sano e bilanciato.

Valori nutrizionali dell’olio extra vergine di oliva

L’olio di oliva si compone quasi interamente di grassi, per la maggior parte trigliceridi a loro volta costituiti da acidi grassi. Quelli più significativi sono l’acido oleico, il linoleico e l’acido palmitico.

Contiene piccole quantità di acidi grassi liberi, pigmenti, composti aromatici, fosfatidi, steroli e glicerolo. Oltre ai grassi insaturi tra i suoi costituenti minori troviamo fenoli semplici come l’idrossitirosolo e il tirosolo, flavoni come luteolina e apigenina, flavonoli come quercetina e kaempferol.

Queste sostanze antiossidanti sono molto importanti perché contrastano i radicali liberi e combattono l’invecchiamento cellulare, oltre ad essere utili alla conservazione dell’olio. L’olio di qualità contiene altre sostanze come i fitosteroli, che servono ad assorbire il colesterolo, acidi come lo stearico, il cinnamico e il caffeico e pigmenti come clorofille e caroteni utili alla sua colorazione.

L’apporto calorico di 100 gr di olio extra vergine di oliva è pari a 900 kcal. Tutti gli olii sono costituiti al 99% da grassi per cui l’apporto di calorie è uguale per tutti.

A differenza però di altri olii quello biologico e di qualità è molto più digeribile ed un’altra caratteristica che lo distingue è il suo alto punto di fumo, resiste fino a 180°, per cui mantiene intatte tutte le sue proprietà e non si deteriora anche in cottura.

Il consumo di un olio di oliva biologico o certificato all’interno di un’alimentazione corretta e sana è utile alla prevenzione di diverse patologie così come confermano studi scientifici approfonditi.

Previene le malattie cardiache

La dieta mediterranea, si è scoperto, favorisce la prevenzione di malattie dell’apparato cardiovascolare. E’ infatti nelle zone dell’area del Mediterraneo che si abbassa la mortalità per problemi cardiaci, dove la percentuale di ictus, infarti e patologie correlate è del 30% inferiore a quella di altre parti del mondo.

L’olio di oliva aiuta il benessere del cuore grazie alle sue proprietà protettive. Esse producono un abbassamento della pressione arteriosa, riducono il colesterolo e l’infiammazione e migliorano la funzione endoteliale, cioè il rivestimento delle pareti dei vasi sanguigni. Inoltre l’olio di oliva svolge la funzione di anticoagulante.

L’olio di oliva è antinfiammatorio

Le infiammazioni sono spesso causa di varie patologie croniche come il diabete, l’artrite, i tumori e le malattie cardiache. L’olio di oliva ha spiccate proprietà antinfiammatorie contenute in prevalenza nell’acido oleico. Molti studi hanno rilevato che questo acido riesce a ridurre i marcatori infiammatori come per esempio la proteina C reattiva.

Queste proprietà sono inoltre rafforzate dall’oleocantale, un composto antiossidante che funziona come l’ibuprofene, farmaco antinfiammatorio molto utilizzato in medicina.

Riduce il colesterolo

Come già accennato in precedenza, un gruppo di steroli contenuti nell’olio di qualità, i fitosteroli, abbassano i livelli del colesterolo. Ad ottimizzare i valori contribuiscono anche l’acido oleico e quello palmitoleico che oltre a ridurre il colesterolo LDL, aumentano il colesterolo buono HDL.

Il consumo regolare di olio extra vergine consente a questi grassi insaturi di ridurre i danni ossidativi provocati dal colesterolo cattivo che ricordiamo essere un fattore di rischio elevato per ictus e problemi cardiaci.

Previene l’artrite reumatoide

L’olio extra vergine ha benefiche proprietà nel prevenire e combattere l’artrite reumatoide, una malattia autoimmune caratterizzata dalla deformazione delle articolazioni. Il consumo costante di olio di oliva, confermano i ricercatori, riesce a limitare lo stress ossidativo e a migliorare i marcatori nelle persone che già soffrono di questa patologia.

olio extra vergine

Abbassa la pressione e rinforza i vasi sanguigni

L’olio di qualità superiore usato con regolarità contribuisce a ridurre notevolmente la pressione arteriosa, studi recenti sostengono che si abbassa del 48% il rischio di avere la pressione alta. I vasi sanguigni diventano più elastici e si rinforzano le pareti cellulari grazie ai polifenoli contenuti nell’olio extra vergine.

Ha proprietà antitumorali

I radicali liberi provocano il danno ossidativo, che è causa tra le altre, della formazione dei tumori. L’olio di oliva è ricco di antiossidanti, specie di composti fenolici, ed è per questo un alimento il cui consumo combatte l’insorgenza del tumore. Le cellule vengono protette anche dall’acido oleico, un composto molto resistente all’ossidazione.

Previene l’Alzheimer

La dieta mediterranea a base di olio extra vergine migliora la funzione cerebrale. L’oleocantale ha infatti proprietà utili a ridurre il rischio di contrarre l’Alzheimer, una malattia degenerativa purtroppo sempre più diffusa. Inoltre fare uso regolare di un olio di qualità migliora la funzione cognitiva, la capacità verbale e la memoria visiva.

Riduce il rischio di Diabete

Utilizzare l’oro giallo riduce di quasi il 50% il rischio di diabete 2. L’impiego dei grassi porterebbe a pensare che essi siano nocivi alla salute ma non è così se si assumono grassi di qualità come quelli contenuti in un olio extra vergine che al contrario proteggono l’organismo.

E’ digestivo e antibatterico

L’olio extra vergine biologico e certificato ha benefici effetti sulla digestione e non è affatto pesante. Si usa anche come olio medicinale per la pulizia dell’apparato digestivo e la sua assunzione regolarizza il movimento intestinale. Ha diverse proprietà antibatteriche, ad esempio è molto efficace contro l’Helicobacter pylori, un batterio che vive nello stomaco e può causare ulcere.

Infine, sempre a proposito di benefici per la salute l’olio extra vergine di oliva consumato nelle giuste quantità favorisce il mantenimento del peso corporeo ottimale e non fa ingrassare. Questo perché l’alto contenuto di antiossidanti nel sangue che apporta stimola la perdita del peso in eccesso.