6+1 Trucchetti per avere la Casa più calda e risparmiare sui Termosifoni

193
riscaldare-prima-casa

Vi è mai capitato che, nonostante termosifoni, stufe, termoventilatori e altri apparecchi appositi, non riuscite mai ad avvertire a pieno la sensazione di calore?

Succede molto spesso a causa di una mancata organizzazione e strategia nell’accendere, spegnere e moderare bene l’impianto di riscaldamento in casa.

È proprio per questo che oggi vedremo insieme 6+1 trucchetti per avere una casa più calda e allo stesso tempo risparmiare sui termosifoni!

Accendere solo dove necessario

La prima regola che dovrebbe essere una sorta di “legge del risparmio” è accendere i termosifoni solo dove necessario!

Di solito si pensa che per far riscaldare ancora meglio l’interno ambiente, bisogna procedere accendendo tutti i caloriferi, un errore molto grave se si vogliono attenuare i costi a fine mese.

Le stanze dove non soggiornate o che comunque usate molto poco lasciatele con i termosifoni spenti così da concentrare tutte le “energie” negli altri ambienti.

Programmare gli orari

Altro metodo furbo che è amico del risparmio è programmare gli orari di accensione e spegnimento dei termosifoni!

Le tecnologie moderne permettono di regolare i termostati a distanza e forse non sapete ancora quanto è grande e preziosa questa possibilità.

Un esempio: se sapete di dover tornare alle 18:00 a casa, sarà ideale accende il termostato verso le 17:30 (l’orario anticipato è arbitrario anche in base a quanto è grande la casa).

In linea di massima mezz’ora è sufficiente per avere un impatto che vi darà subito calore al rientro.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Per lo stesso ragionamento, se sapete che potete rischiare di andare a dormire senza aver spento i riscaldamenti, programmate un ipotetico orario di spegnimento e la bolletta non salirà alle stelle!

Metodo della Stagnola

Il metodo della stagnola è qualcosa che mette un po’ alla prova il fai da te, ma dona un grande vantaggio per riscaldare prima la casa e risparmiare.

Quello che dovrete fare è un pannello, ma prima ancora bisogna vedere cosa occorre:

  • 1 cartone doppio
  • fogli A4 q.b. per coprire il cartone
  • fogli di carta stagnola q.b. per coprire il cartone
  • colla

Ebbene, la prima cosa che dovete fare è prendere le misure del cartone in base alla larghezza del termosifone.

Dopodiché è necessario ricoprire il cartone con i fogli A4, attaccateli con la colla vinilica o con una colla molto resistente.

Una volta che si sono asciugati, dovrete passare ad incollare i fogli di carta stagnola e il vostro pannello è pronto!

Posizionatelo dietro al termosifone, attaccatelo con dello spago ed ecco concluso il trucchetto, ma ora vi starete chiedendo a cosa serve tutto ciò!

L’alluminio ha una capacità termoriflettente, ciò significa che rimanda indietro il calore senza il rischio che si possa disperdere all’interno del muro.

Tappeto

Possiamo ritrovare la stessa logica di trattenere il calore anche se usiamo un tappeto!

Così come il pannello in alluminio appena visto serve per non disperdere il calore all’interno del muro, anche il tappeto è ideale per non fare in modo che l’aria calda penetri nel pavimento.

A tal proposito è consigliabile posizionare semplicemente un tappetto sotto al termosifone e la casa si riscalderà più in fretta!

Prediligete tappeti larghi e dal tessuto doppio in modo da avere un effetto ancora migliore.

Attenzione alle coperture

Vestiti, stracci da cucina bagnati, asciugamani, stoffe messe per bellezza, tende e quant’altro sono a volte un problema che sottovalutiamo in termini di risparmio.

Se infatti si mettono sopra ai caloriferi, il risultato è che l’aria non riuscirà proprio a raggiungere la stanza che state cercando di riscaldare.

Sicuramente spesso è necessario servirsi dei termosifoni quando fuori è brutto tempo e non si possono stendere i panni, ma è consigliabile non farlo quando si sta cercando di riscaldare la casa.

Inoltre sfruttate sempre lo stendino che potrà essere tranquillamente posizionato in prossimità del termosifone.

Parare gli spifferi

Quegli spifferi di vento gelido che ci colpiscono proprio mentre stiamo prendendo calore sono la cosa peggiore in assoluto, non è vero?

A volte una porta con difetti di chiusura, infissi vecchi e quant’altro possono rovinare tutti gli sforzi fatti per riscaldare al meglio la casa.

Per parare gli spifferi potete abbassare al massimo le tapparelle o arrotolare degli asciugamani da posizionare sotto tutte le porte, specie quella dell’ingresso e sotto le finestre.

Così facendo il vento non sarà più un problema!

Trucchetti per il calore

Infine vediamo qualche trucchetto per avere più calore e riscaldarci in modo efficace:

  • Calzino di sale: riscaldate del sale grosso su una padella antiaderente. Quando arriva ad una temperatura abbastanza alta, travasatelo in un calzino facendo molta attenzione a non scottarvi. Sarà ottimo per tenere le mani sempre al caldo!
  • Bottiglia calda: in mancanza delle vecchie e classiche borse d’acqua calda, potete riscaldare dell’acqua su un pentolino e metterla in una bottiglia di plastica. Ottimo metodo da usare prima di andare a letto.
  • Phon per il letto: molto usato nelle giornate dove il freddo prende proprio il sopravvento. Azionate il phon sul getto caldo e passatelo su coperte, materasso e cuscino proprio un attimo prima di infilarvi nel letto, vi darà una grande sensazione di sollievo!