Come aiutare le Piante a fiorire in primavera con i 5 Consigli dei vivaisti

377
fioritura-piante

Che la primavera sia la stagione del risveglio della natura lo sanno davvero anche i bambini! Per questo, chiunque si dedichi un po’ alla cura delle piante, sa bene che in questo periodo tutte le piante da fiore danno il meglio di sé.

Gerani, rose, giacinti: le piante che fioriscono in primavera sono talmente tante che, pur volendo, forse non ci basterebbe un giorno per elencarle tutte. Si inizia con un piccolo bocciolo e, presto, l’intera chioma è piena di colori.

Non sempre, tuttavia, questo processo avviene spontaneamente. A volte, le nostre piante fanno un po’ i capricci e la fioritura tarda ad arrivare. Scopriamo insieme quali sono i trucchetti più efficaci per aiutare la fioritura delle piante in primavera.

Inizia a concimare

Uno dei modi migliori per stimolare la fioritura della pianta è quello di concimarla, dandole una fonte esterna di sostanze nutritive e minerali che possono aiutarla nella crescita e nella fioritura.

A seconda del tipo di pianta, esistono concimi differenti. In generale, dovresti usare un fertilizzante per piante fiorite: questa dicitura ne indica un tipo adatto a quasi tutte le piante a fioritura primaverile e che è particolarmente ricco di potassio e con un buon livello di azoto e fosforo.

Se, invece, vuoi darti al fai da te, puoi utilizzare diversi elementi naturali come concime. Tra le soluzioni più famose ci sono sicuramente le bucce di banana che sono naturalmente ricche di potassio. Puoi tranquillamente sminuzzarle e spargere i suoi pezzettini sul terriccio prima dell’innaffiatura: col tempo, questi si degraderanno liberando tutte le sostanze nutritive che contengono. Un’alternativa è data, invece, dai fondi di caffè che, ricchi di azoto, possono essere sbriciolati sul terriccio.

Cima le punte

Un buon trucchetto per stimolare lo sviluppo di nuovi boccioli consiste nel cimare, ossia tagliare un po’, le punte della pianta. Non si tratta di una vera e propria potatura, quanto di una tecnica che va a togliere la punta spesso troppo secca dei rametti della pianta in modo da stimolare la crescita di un tessuto più fertile.

Questa operazione va effettuata all’inizio della stagione primaverile. In alcune piante, come ad esempio nel geranio, a volte andrebbe effettuata una potatura per permettere anche una crescita più ordinata della chioma.

Rimesta, cambia o arricchisci il terreno

Dopo un certo periodo di tempo il terreno della tua pianta va a perdere le sostanze nutritive di cui all’inizio e ricco. Inoltre, il terreno tende a indurirsi e può soffocare le radici.

La soluzione è quella di cambiare il terreno durante l’operazione di rinvaso. La frequenza del rinvaso varia in base al diverso tipo di pianta, in generale va fatto ogni paio d’anno utilizzando un vaso un po’ più grande del precedente.

Metti alla luce

Come forse già sai, non tutte le piante amano la luce diretta del sole. Alcune, infatti, preferiscono la luce indiretta o la mezz’ombra: ambienti più adatti alle loro esigenze di sviluppo e fioritura.

Ah dimenticavo! Se ti piacciono questi Consigli Naturali posso inviarteli ogni giorno direttamente su Messenger! Iscriviti al mio Canale! Ti aspetto!

In generale, però, quasi tutte le piante hanno bisogno di un certo quantitativo di luce per generare i primi boccioli e aprirsi poi a una bellissima fioritura. Ecco perché, con l’inizio della primavera puoi spostare le tue piante da fiore in un posto dove riceva un po’ più di luce rispetto al passato.

Per essere sicuro di non sbagliare, controlla quotidianamente lo stato delle foglie in modo da spostare subito la pianta se noti tracce di bruciature o molte foglie secche.

Innaffia di più

Dopo i mesi autunnali e invernali in cui la maggior parte delle piante a fioritura primaverile è in stato di riposo vegetativo, le piante hanno bisogno di un maggior quantitativo d’acqua in modo da attivarsi nel pieno delle loro energie e contrastare l’aumento progressivo delle temperature.

Innaffia di più rispetto all’inverno, ma sempre senza esagerare. Prima di innaffiare controlla sempre come sta il terreno: se risulta umido, attendi ancora un po’ prima di innaffiare; se invece è secco, innaffia immediatamente.

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".