Come pulire e sbiancare il Materasso vecchio anche se è macchiato?

459
macchie-sul-materasso

Non c’è niente di più bello che tuffarsi nel proprio letto dopo una giornata di impegni e trovare il materasso morbido che ci accoglie: sembra di atterrare su una nuvola!

Se da una parte, però, coccola il nostro corpo in un abbraccio delicato, d’altra parte raccoglie anche il sudore, le cellule morte e gli oli naturali della pelle, così come eventuali residui di cibo e di bevande che ci portiamo a letto.

Insomma, è facile trovare delle brutte macchie sul materasso! E come fare per toglierle e farlo tornare come nuovo? Bastano alcuni ingredienti casalinghi e naturali…vediamo insieme quali sono!  

Macchie di bevande o cibo

Soprattutto in inverno, siamo tentate spesso dall’idea di portare il cibo e le bevande a letto, così da sgranocchiare qualcosa e da avere compagnia mentre magari leggiamo o guardiamo un film.

Per questo, non di rado incappiamo in macchie di bevande o di cibo sul materasso. Per rimuoverle, però, dovrete semplicemente mescolare mezzo bicchiere di aceto e tre cucchiai di succo di limone e versare, poi, la miscela sulla macchia.

Dopodiché, utilizzate un panno di microfibra per strofinare sulla macchia e lasciate asciugare, preferibilmente all’aria aperta al sole: addio macchie!

Macchie di sudore

Un’altra tipologia di macchia che frequentemente troviamo sui nostri materassi è quella di sudore, soprattutto nelle notti particolarmente calde e afose. Solitamente, queste macchie le riconosciamo perché si presentano sotto forma di aloni gialli.

In questo caso, quindi, vi consigliamo di provare il sapone di Marsiglia, il quale è noto proprio per le sue proprietà sgrassanti, smacchianti e pulenti. Non a caso, viene utilizzato anche per preparare uno stick smacchia-tutto da avere sempre a portata di mano!

In una bacinella contenente acqua tiepida, quindi, sciogliete un po’ di sapone di Marsiglia e immergete, poi, all’interno della soluzione così ottenuta un panno. A questo punto, passatelo sulla macchia e strofinate. Infine, risciacquate con acqua fredda e lasciate asciugare: la macchia sarà solo un brutto ricordo!

Macchie di vomito

Che ci siano bambini in casa o meno, poco importa, in quanto può capitare che una brutta indigestione ci faccia macchiare il nostro materasso di vomito.

Anche se queste macchie sembrano essere molto ostinate, per fortuna è possibile rimuoverle con i nostri rimedi. In caso di macchia fresca, vi consigliamo di cospargerla con il bicarbonato in modo che possa assorbire il vomito. Dopodiché, raccogliete il tutto con i tovaglioli, avendo cura di non premere troppo sulla macchia per evitare che possa penetrare maggiormente nel materasso.

Per la rimozione dell’alone, invece, vi consigliamo di preparare una soluzione fatta di metà di aceto bianco e metà acqua. Immergete, quindi, un panno bianco nella soluzione così ottenuta, strizzatelo e passatelo sulla macchia. Poi, passate un panno inumidito con acqua gassata sulla macchia così da risciacquare.

Per un effetto ancora più efficace, infine vi consigliamo di coprire l’alone della macchia con il bicarbonato, lasciarlo agire per un po’, così da assorbire l’alone ed eliminare l’eventuale cattivo odore e rimuoverlo, poi, con l’aspirapolvere o con una spazzola.

Macchie di sangue

Forse spaventano un po’ poiché ci fanno pensare che sono impossibili da rimuovere, eppure sono le più frequenti. Di cosa parliamo? Delle macchie di sangue!

Se la macchia è ancora fresca, vi suggeriamo di assorbirla e rimuoverla prima con un panno imbevuto con acqua fredda (e non calda perché potrebbe fissare le macchie) e di cospargerla, poi, con un po’ di bicarbonato e qualche goccia di succo di limone. Entrambi gli ingredienti, infatti, vantano una funzione sbiancante in grado di ridonare il candore ai capi ingialliti!

Quindi, lasciate agire e tamponate, poi, con un panno bianco. Se poi la macchia è ancora lì, allora tamponatela con un batuffolo di cotone o un panno pulito imbevuto di acqua ossigenata, ricordandovi di procedere dall’esterno all’interno per non farla estendere.

Se la macchia è asciutta, invece, cospargete l’alone con un po’ di talco, lasciatelo agire e rimuovete, poi, la polvere con una spazzola. Se la macchia è ostinata, però, potete provare un rimedio più strong che prevede di mescolare l’acqua ossigenata con il sale da cucina e qualche goccia di sapone per piatti fino ad ottenere una sorta di pasta.

Dopodiché, applicatela sulla macchia e lasciatela agire. Infine, risciacquate e fate asciugare. 

Macchie di urina

Infine, vediamo come rimuovere le macchie di urina. Anche in questo caso faremo la differenza tra macchie “fresche” e “asciutte”. Se le macchie sono bagnate ancora, potete mescolare 2 cucchiai di bicarbonato di sodio e un cucchiaio di acqua ossigenata e versare la soluzione sulla macchia di urina. Dopodiché, tamponate con un panno asciutto sulla macchia e lasciate asciugare.

In caso, invece, di macchie già asciutte e vecchie, vi suggeriamo di immergere uno straccio in una soluzione composta da acqua e sapone di Marsiglia e di tamponarlo, poi, sulla macchia più volte.

A questo punto, passate sulla macchia un altro straccio inumidito, invece, con acqua e acqua ossigenata e tamponate più volte procedendo sempre dall’esterno all’interno e il gioco è fatto!

Come mantenere il materasso sempre pulito

Finora abbiamo visto, nel dettaglio, come rimuovere le macchie che hanno sporcato il nostro materasso. Ma cosa farle per mantenerlo sempre pulito come se fosse nuovo?

Innanzitutto, vi consigliamo di girarlo periodicamente nel lato giusto in modo da mantenere lo stesso livello di usura su entrambi i lati. Inoltre, sarebbe bene anche rivestire il materasso con un coprimaterasso così da proteggerlo dalle macchie.

Infine, ricordatevi sempre di far prendere aria al vostro materasso di tanto in tanto così da purificarlo e pulirlo in maniera naturale. L’ideale sarebbe quello di scuoterlo direttamente fuori al balcone, servendovi di una spazzola per rimuovere gran parte dello sporco in eccesso e di lasciarlo al sole (se possibile) per almeno un’ora.

N.B. Seguire sempre le etichette di lavaggio/pulizia del materasso prima di iniziare con i metodi indicati.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.