3+1 Assorbiodori naturali per la Cucina che tolgono ogni puzza e lasciano profumo di pulito

550
assorbi-odori-naturali-cucina

Il luogo degli odori e dei sapori: la cucina è sicuramente il luogo dove odori diversi si mescolano, a volte creando piacevoli combinazioni, altre lasciando puzze insopportabili o fastidiose.

Sicuramente esistono in commercio molti deodoranti che possono essere utilizzati in questa stanza. Nella maggior parte dei casi, però, si tratta di strumenti che ci aiutano a coprire i cattivi odori ma non a eliminarli.

Esistono, in verità, alcune soluzioni che ci permettono di assorbire questi odori in modo pratico, veloce e soprattutto naturale. Si tratta di rimedi realizzati tramite ingredienti che abbiamo già in casa.

Curiosi di sapere quali sono? Ecco gli assorbiodori naturali e super efficaci che fanno al caso vostro!

Sale e menta

Il trucchetto della nonna consiste nel prendere una ciotola di piccole-medie dimensioni e riempirla con uno strato di sale, uno di foglie di menta e, nuovamente, uno di sale.

Il sale, infatti, che sia grosso o fino, assorbe gli odori, in particolare quelli lasciati dai cibi avariati o scaduti. Le foglie di menta potenziano questo effetto e, allo stesso tempo, rilasciano nell’ambiente un profumo fresco e piacevole.

Con soli due ingredienti libererete la cucina dai cattivi odori e la profumerete!

N.B: l’ideale è utilizzare questo rimedio mettendo la ciotola in una credenza o accanto ai fornelli subito dopo aver cucinato.

Sai cosa succede se metti del sale nel forno? Scoprirai che è ottimo per pulirlo.

Attenzione: se i cattivi odori in cucina sono persistenti, il problema potrebbe essere nella cappa o nelle tubature del lavello. Chiedete consiglio a un esperto.

Bicarbonato di sodio

Un assorbiodori formato da un unico ingrediente è quello a base di bicarbonato di sodio.

Questa sostanza, infatti, cattura gli odori e l’umidità: è efficace, quindi, quando lo collochiamo nella credenza o negli armadietti della cucina dove eviterà il crearsi di muffe.

Avvertenze: in caso di problemi costanti di diffusione di muffa, rivolgetevi immediatamente a un professionista.

Inoltre, è efficace anche contro le tarme del cibo.

Mettetelo in una ciotola di vetro o coccio, evitando invece la plastica che a volte ne limita l’efficacia.

In realtà, potete utilizzare il bicarbonato di sodio anche per altri problemi in cucina, ecco come.

Caffè

Il suo profumo è davvero inconfondibile: è il caffè! In pochi sanno, però, che questa sostanza riesce anche a catturare alcuni fastidiosi odori che possono diffondersi in cucina.

Anche in questo caso, procuratevi una ciotola e riempitela di caffè in polvere o in chicchi.

Potete collocare la ciotola in mezzo alla tavola per far sì che in questo luogo della cucina non ristagnino gli odori di fritto o la puzza di pesce

Se con il caffè non riuscite a eliminare l’odore di fritto, seguite questi altri consigli.

Sughero

Avete appena stappato una bottiglie di vino o champagne? Non gettate via il tappo!

Il sughero, infatti, è molto poroso ed è efficace nell’assorbire odori di ogni tipo, soprattutto negli spazi piccoli.

Tagliate il tappo a metà, in quanto la sua parte interna ha pori ancora più grandi, e collocatele nel frigorifero. Qui, il sughero assorbirà ogni cattivo odore, compreso quello troppo forte dei formaggi, del pesce o della frutta ormai troppo matura.

Ecco altri modi per riutilizzare i tappi di sughero!

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".