Come eliminare la puzza di fritto in cucina?

449
puzza-di-fritto

Ci sono alcune cose che mangiamo con grande piacere, perché saporite e gustose anche se un po’ caloriche!

Il cibo fritto piace a tutti, ma molto spesso lo evitiamo sia per seguire un’alimentazione sana e corretta sia per evitare di ingrassare!

Ma, parliamoci chiaro, quanto possono essere buone le patatine fritte fatte in casa? O anche delle fragranti polpette?

Il problema è proprio dopo aver cucinato il fritto, la casa puzza e quest’odore persistente non se ne va!

Ecco perché oggi vogliamo svelarvi i metodi migliori per eliminare la puzza di fritto dopo aver cucinato, così se vorrete deliziarvi con il cibo non ve ne pentirete!

Aprire le finestre

Sì, può sembrane ovvio e banale, ma voi aprite le finestre al momento giusto quando friggete?

Perché è qui che “casca l’asino”! Arieggiare la stanza è importantissimo per evitare che l’odore di frittura si impregni in cucina, ma l’errore che molto spesso commettiamo è quello di aprire le finestre dopo aver cucinato.

Niente di più sbagliato! In questo modo sarà molto più difficile togliere quell’odore così persistente!

Anche se fa più freddo, tenete sempre una finestra aperta, il ricambio d’aria sarà fondamentale!

Limone

Il limone è noto per le sue proprietà sgrassanti e l’odore unico e piacevole. In realtà potremmo utilizzarlo in modo semplicissimo per eliminare la puzza di fritto dopo che si cucina!

Abbiamo ben 2 trucchetti da proporvi. Il primo, consiste nell’aggiungere all’olio che utilizzeremo per friggere un po’ di succo di limone. In questo modo sarà meno persistente.

Il secondo trucchetto consiste nel tagliare la buccia e aggiungerla all’olio sul fuoco. Può essere usata da sola o in combinazione con il succo di limone. Così noterete che l’odore sarà meno forte.

Questo metodo è particolarmente indicato se friggiamo pesce o anche dolci (tipo frittelle), che avranno un aroma al limone completamente naturale!

Mela

Un altro metodo un pochino insolito per limitare l’odore di frittura consiste nell’utilizzare una semplicissima mela, che ci aiuterà ad assorbire la puzza.

Lavatela bene, privatela dei semi. Poi mettetela nell’olio. Quando assumerà un colore dorato, sostituitela con un’altra fettina.

Ma se avete già fritto e avete bisogno di qualche trucchetto post frittura, ecco alcune soluzioni per voi!

Aceto

Non si può non menzionare l’aceto! Che sia bianco o di mele, è il rimedio più versatile che possiamo avere in casa!

Acqua e aceto

Questo rimedio è molto semplice, poiché l’aceto è un efficace anti-odore e sgrassante.

Prendete un pentolino d’acqua e aggiungeteci 2 cucchiai colmi di aceto, meglio di mele che è più delicato. Fate bollire il pentolino, noterete che i vapori elimineranno tutti i cattivi odori.

Non dimenticate di arieggiare la stanza, evitate di inalare l’aceto che potrebbe risultarvi fastidioso.

Di notte

Se avete fritto di sera e avete una notte intera davanti, potete anche optare per quest’alternativa elementare.

Riempite un bicchiere di aceto e lasciatelo al centro del piano cottura tutta la notte. L’aceto assorbirà tutti i cattivi odori presenti in cucina.

Ovviamente, non si può dire che l’aceto profumi, ma il suo odore pungente andrà via in un attimo!

Nella pulizia

Se avete un piano cottura in acciaio, potete provare come ultimo step a passare un panno umido imbevuto con qualche goccia di aceto bianco di alcol.

In questo modo non solo avrete eliminato il calcare dal piano cottura, ma avrete lucidato il piano ed eliminato quella puzza di pesce fritto o di polpette!

Io passo il panno anche sotto la cappa, quando non devo effettuare una pulizia approfondita. In questo modo riesco a catturare i cattivi odori anche così!

Limone e rosmarino

C’è un altro modo per togliere la puzza di fritto! Possiamo utilizzare una lunga lista di prodotti naturali e alimenti che troviamo facilmente a casa nostra!

Se, ad esempio prendiamo un pentolino d’acqua, possiamo farlo bollire con qualche fettina di limone e qualche rametto di rosmarino.

L’erba aromatica insieme all’agrume generano una fragranza piacevolmente fresca!

Arancia e cannella

Se fa un po’ più freddo e volete un atmosfera speziata e tipicamente autunnale, provate a fare un profumatore naturale con arancia e cannella!

Si tratta di una ricetta davvero molto semplice! Potete usare delle arance vecchie o la loro buccia. Per quanto riguarda la cannella, potete sia usare la comune stecca o anche quella in polvere!

Tutto è pensato affinché possiamo evitare gli sprechi e utilizzare prodotti reperibili.

Tagliate l’arancia a fette e nel frattempo mettete l’acqua sul fuoco. Aggiungete le fettine e la cannella in polvere. Se lo desiderate, potete aggiungere anche qualche chiodo di garofano.

Quando l’acqua arriverà ad ebollizione, potete lasciar evaporare il profumatore in tutta la cucina, o spostarlo nelle stanze che vi sembrano più “puzzolenti”.

Se il vapore termina, potete riscaldarlo un altro po’ e ricominciare!

Bicarbonato

In mancanza di altri metodi, potete provare con il buon vecchio bicarbonato di sodio, da sempre noto per le sue proprietà assorbenti e mangia-odori.

Potete metterne un po’ in un piattino, magari combinato con un olio essenziale a vostra scelta, come alla lavanda, al limone o anche un po’ di olio 31.

Basta pochissime gocce, dopodiché lasciate che il bicarbonato assorba tutta la notte gli odori e voilà!

Altri consigli utili

Ci sono alcuni consigli che possono essere utili o magari non tutte conoscete.

Quasi tutte le cucine sono dotate di una cappa, che ha proprio la funzione di assorbire tutti i vapori e gli odori. Azionandola, potete limitare drasticamente la diffusione dell’odore di fritto in casa!

Inoltre chiudete le porte della cucina, in modo che non si propaghi. Se c’è bisogno di pulire la cappa, niente paura, ecco come fare!

Inoltre in commercio esistono anche le cosiddette friggitrici ad aria, che limitano di molto il consumo di olio.

Attenzione

Ricordiamo di evitare i metodi indicati in caso di allergie o ipersensibilità a una o più componenti. Fate attenzione quando maneggiate olio o acqua molto calda, badando che non ci siano bambini in giro.

Evitate di respirare i vapori che possono darvi fastidio.

Casa sempre profumata!

Ecco altri consigli per avere una casa super profumata!

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.