Come lavare i Cappelli di Lana senza rovinarli e togliere i pelucchi?

398
cappelli-pelucchi

Anche se siete amanti della moda, l’inverno ci impone senza alcuna remora un solo codice per vestirsi: maglione, cappotto, sciarpa e cappello di lana!

Non possiamo fare a meno di questo tessuto per trovare conforto dal freddo imponente e per non congelarci quando si esce di casa.

Una delle cose fondamentali che si fanno proprio per ripararsi dal freddo è il cappello! Che sia colorato, grande o piccolo, il cappello di lana è una vera salvezza!

Tuttavia, per l’uso continuo che se ne fa, è importante tenere sempre puliti e profumati i cappelli, ma in che modo possono tornare come nuovi senza rovinarli e senza formare dei pelucchi poco graditi?

Oggi vi dirò tutto quello che serve sapere su come lavare i cappelli di lana senza rovinarli e togliere i pelucchi!

Prima di iniziare

Prima di iniziare è importante avere alcuni accorgimenti al fine di affrontare un lavaggio come si deve e non avere problemi.

La prima cosa che bisogna tenere a mente è che la maggior parte dei cappelli non può essere lavata in lavatrice, dunque sarebbe opportuno controllare assolutamente le etichette di lavaggio o prediligere a prescindere il lavaggio a mano.

Un’altra cosa fondamentale, se pensate di lavare in lavatrice, è scegliere sempre un programma delicato ed evitare, per quanto possibile, la centrifuga.

Lavaggio

Passiamo adesso alla fase di lavaggio, quella più importante, che dev’essere fatta con ingredienti specifici i quali evitano cappelli infeltriti o rovinati.

Aceto

Il primo rimedio che potete usare è l’aceto, un elemento naturale molto utile per la lana, tant’è che si sceglie per lavare i maglioni o altri indumenti.

L’aceto, inoltre, possiede delle proprietà emollienti, per questo viene utilizzato spesso e volentieri come sostituto dei tradizionali ammorbidenti.

Tutto quello che dovrete fare è riempire una bacinella con acqua fredda e 1 bicchiere d’aceto bianco, mettete poi in ammollo i cappelli per qualche ora.

Bicarbonato di sodio

Potete usare anche il bicarbonato di sodio per avere cappelli puliti e come nuovi!

Dovrete mettere in ammollo sempre in acqua fredda e 2 cucchiai di bicarbonato. Immergete poi i cappelli all’interno e lasciateli per qualche ora.

I cappelli, in questo tempo, si libereranno dai cattivi odori e dalla polvere, inoltre potrete togliere anche eventuali macchie creando una pasta densa con bicarbonato e acqua e strofinandola delicatamente sulla macchia.

Sapone di Marsiglia

Come ultimo consiglio per il lavaggio dei cappelli di lana vi dirò il metodo del sapone di Marsiglia!

Quest’ingrediente è ottimo per capi delicati come la lana, dunque perché non usarlo in questo caso? Ci vorranno pochi e semplici passaggi!

Dovrete mettere in ammollo i cappelli sempre in acqua fredda e 1 cucchiaio di sapone. Nel caso in cui abbiate il panetto, potete sciogliere un cucchiaio in scaglie.

Lasciate per un po’ di tempo e vedrete che dopo avranno anche un ottimo profumo!

In alternativa potete strofinare anche il panetto sui cappelli inumiditi prima di metterli in ammollo, così si intensificherà l’odore e si puliranno totalmente!

Asciugatura

Passiamo adesso alla fase di asciugatura, un passaggio che si potrebbe trascurare procedendo come si fa anche con gli altri indumenti.

In realtà, se non si vogliono rovinare i cappelli bisogna stare molto attenti, dunque vi riporto qualche consiglio molto utile!

Per prima cosa, quando togliete i cappelli in ammollo, cercate di non strizzarli, ma tamponateli facendo una leggera pressione per non stropicciarli.

Inoltre avvolgeteli in un asciugamano per assorbire l’acqua in eccesso e facilitare l’asciugatura.

Successivamente stendeteli all’aria aperta lontani dalla luce diretta dei raggi del sole. Se fate asciugare in casa, tenete i capelli lontani da fonti di calore.

Per togliere i pelucchi

Ultimo consiglio che potrebbe risultare molto utile è per togliere i pelucchi dai capelli lana!

Esistono due metodi che possono funzionare e vi faranno dire addio a quei fastidiosi pelucchi che si formano dopo un lavaggio non effettuato con le precauzioni giuste!

  • Nastro adesivo: la prima soluzione è usare semplicemente delle striscette di nastro adesivo! Dovrete applicarle facendo una forte pressione sui pelucchi e poi tirare con forza. Vedrete che verranno via subito!
  • Vecchi collant: il secondo metodo prevede l’uso di vecchie calze che avete in casa. Non dovrete far altro che mettere la mano nei collant e passarla sui pelucchi, questi si attaccheranno e andranno via dal cappello.

Avvertenze

Vi ricordo di leggere sempre le etichette di lavaggio dei cappelli prima di lavarli. Inoltre immergete prima una piccola parte invisibile nei rimedi indicati per assicurarvi di non danneggiare il tessuto.